sabato 4 dicembre 2021

Neria e la sua CORONA SALATA PROSCIUTTO & FORMAGGIO


Tre ingredienti per una ricetta sfiziosa e facilissima da preparare, perfetta per un antipasto, un aperitivo, anche ideale per un buffet natalizio e perché no, può essere anche un simpatico centro tavola tutto da gustare. Per questa ricetta io ho preferito la pasta brisèe un po' più leggera ma va benissimo anche la pasta sfoglia.

CORONA SALATA PROSCIUTTO & FORMAGGIO


Ingredienti per 8 persone 2 rotoli di pasta brisé, 8 fette di prosciutto cotto, 8 fette di formaggio tipo emmental, 1 tuorlo




Su un piano da lavoro allargare il primo rotolo di pasta brisé e bucherellarla con i rebbi di una forchetta. Mettere sulla pasta metà delle fette di prosciutto cotto e metà del formaggio a pezzetti. 
Arrotolarla su se stessa ottenendo il primo rotolo di pasta brisé farcito. Fare la stessa cosa con l’altro rotolo di pasta. Tagliare i rotoli a metà per il senso della lunghezza; si devono ottenere 4 pezzi.

 
Intrecciare due rotoli mettendo la parte dove si vede il ripieno in alto. Fare la stessa cosa con gli altri due rotoli. Dopo aver ottenuto due trecce, ruotarle e unirle formando una corona. Spennellare la corona ottenuta con il tuorli d'uovo.


Trasferire la corona ottenuta su una teglia foderata con carta forno e cuocerla per 30 minuti circa a 180 gradi. 



Servire la CORONA SALATA PROSCIUTTO & FORMAGGIO calda o tiepida e gustarla con un eccellente calice di Alba Rosa vino da tavola rosato frizzante Azienda Agricola La Madonnina Torrechiara Parma. 
Alba Rosa è un vino dal brillante colore rosa antico ottenuto dal vitigno autoctono antico parmense a bacca rossa Termarina. 
Sentori di frutta, ribes e lamponi, buona acidità, fresco Alba Rosa è il vino perfetto da servire con salumi, formaggi, torte salate. 

Temperatura di servizio 8 - 10 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. 

Neria Rondelli





venerdì 3 dicembre 2021

A volte ritornano : lo Zabaione di Simonetta.

Lo zabaione è un ricordo del passato, intere generazioni sono cresciute, quando ancora non c'erano gli integratori, con l’uovo sbattuto con lo zucchero perché energetico, tanto che anche gli sportivi ne faceva uso, soprattutto gli sciatori  che lo bevevano caldo...ma poi lo zucchero è stato messo al bando dalle diete e così è passato un po' nel dimenticatoio.
Ma non per Simonetta Vinci che da 50 anni custodiva una speciale ricetta che realizzava solo per farne dono agli amici, in occasione del Natale o del compleanno.
In tutto questo lungo periodo Simonetta, che ora ha 72 anni, non aveva mai pensato di commercializzarlo ma il caso vuole che l’ amico Roberto Melloni lo assaggia e la convince a divulgare questo suo prodotto artigianale.
 Ed ecco che si affidano alla distilleria Zeltico, duecentenario marchio modenese  e nasce lo Zabaione di Simonetta. 
Certo viene realizzata una produzione artigianale, sotto la supervisione della signora Vinci, che prima di dare il suo benestare, ha fatto riprovare più e più volte fino a quando non è venuto quasi identico al suo e con una produzione di un migliaio di bottiglie lavorate manualmente.
Simonetta Vinci si dice soddisfatta perché :“Oggi il mio zabaione esce dalla dispensa di casa mia per entrare in quelle degli altri “
Al momento il prodotto è disponibile nelle botteghe del centro storico di Bologna e on line.
 Livia Elena Laurentino

venerdì 26 novembre 2021

CUORE CALDO ? Neria lo fa con il PISTACCHIO


Golosissimo, scenografico, super facile, il tortino al cioccolato è la soluzione ideale per servire un dessert speciale. Questa volta ho voluto provare ad ingolosire il cuore del tortino arricchendolo con crema dolce al pistacchio...ottimo!

CUORE CALDO al PISTACCHIO


Ingredienti per 6 persone gr 80 di burro, gr 30 di farina, 2 uova, 1 tuorlo, gr 90 di zucchero a velo, gr 150 di cioccolato fondente, gr 10 cioccolato amaro in polvere, gr 150 di crema di pistacchio dolce, zucchero a velo per decorare.


Per prima cosa riporre la crema dolce al pistacchio in freezer negli stampini per il ghiaccio. 
La crema deve ghiacciarsi completamente. Procedere ora con la preparazione dei tortini. 


Fondere il cioccolato con il burro a bagnomaria poi aggiungere lo zucchero a velo setacciato e mescolare benissimo con una frusta; si deve ottenere una crema lucida poi toglierla dal fuoco e lasciarla intiepidire. In una ciotola, con le fruste elettriche, montare le uova con un pizzico di sale; deve risultare una crema bianca e spumosa.


Aggiungere poi la farina setacciata e la crema di cioccolato preparato precedentemente; mescolare molto bene. Imburrare le formine monoporzione con un poco di burro poi spolverizzarle con il cacao in polvere.


Riempire a metà le formine, aggiungere il cubetto di crema di pistacchio congelato poi riempirle con altro composto al cioccolato. Gli stampini devono riposare in freezer almeno un' ora prima della cottura ma possono comunque essere conservati pronti per essere cotti. 
Cuocere in forno caldo a 200 gradi per 15 minuti circa. Appena il tortino sarà cotto, sfornarlo e servirlo cosparso con zucchero a velo.    




Gustare il CUORE CALDO al PISTACCHIO caldo e abbinato ad un calice di Astrum Barbera Chinato Terre Astesane Cantine Mombercelli sarà davvero ottimo. 
Astrum si ottiene dall’infusione di vino Barbera d’Asti, di china ed erbe officinali. 
È un vino che può essere servito anche come aperitivo.
Perfetto se gustato con cioccolato fondente o dolci al cioccolato.

Temperatura di servizio 14 - 16.

Buon lavoro e buon appetito. 


Neria Rondelli





martedì 23 novembre 2021

A FICO : Bologna in VINO dal 26 al 28 novembre


 Il Vino ancora protagonista a Bologna. Questa volta sarà FICO Eataly Word la sede che ospiterà  la Fiera Nazionale di Bologna in Vino nell'ultimo fine settimana di novembre. 
Il format ideato da Arte del vino, già rodato da una decina d'anni a Milano, per la prima volta sarà  in Emilia Romagna nel famoso parco da gustare.
In questa kermmess che vede tre protagonisti principali  ovvero il produttore, il sommelier e gli enogastronomi / consumatori, dal 26 al 28 saranno presenti una trentina di aziende vinicole che provengono da 10 regioni italiane, a rappresentare da nord a sud la produzione vitivinicola del nostro paese.
Fedeli al claim " Bere meno, ma bere meglio ", gli organizzatori in accordo con AIS Associazione Italiana Sommelier daranno la possibilità ai visitatori di accedere, nelle giornate di sabato e domenica, a corsi di avvicinamento al mondo del vino.
Le masterclass previste saranno tre : alle 14.00, alle 15,30 e alle 17.00 e saranno gratuite.
Per accedere alla manifestazione e nel contempo gustare quello che Fico offre ai visitatori, con i suoi  13 ristoranti e 13 postazioni per lo street food,  basterà acquistare il biglietto a 20 euro che, con tasca e calice,  consentirà degustazioni illimitate fino alle ore 19.00.
Dopo le 19,00 il biglietto costerà 15 euro (inclusa tasca e calice) ma con 3 coupon del valore di 1 euro cad. per acquistare le degustazioni , che a seconda dell'azienda costeranno dai 2 ai 5 euro a calice.
Livia Elena Laurentino


venerdì 19 novembre 2021

Bologna al sapor di CIOCCOSHOW


E’ già in corso la 16esima edizione del Cioccoshow, la manifestazione dedicata al cibo degli Dei. 
Dopo il taglio del nastro avvenuto giovedì pomeriggio, Piazza XX settembre e l’attigua Via Galliera si sono trasformate nel quartier generale dei golosi, con una quarantina di espositori provenienti da tutta Italia.
Non sarà solo un appuntamento durante il quale degustare e acquistare le diverse produzioni artigianali e di grande qualità, dal fondente classico alle varie contaminazioni con frutta, semi e spezie.
Con la partecipazione di Davide Appendino, cioccolatiere torinese titolare della To-Ciok, a Pianeta Cacao, lo spazio dedicato alla didattica ospiterà un laboratorio per bambini e adulti.

Nell’arco della giornata ci saranno una serie di appuntamenti durante i quali verrà insegnato come temperare a mano il cioccolato e realizzare così la propria tavoletta da portare con sé a ricordo dell’esperienza, ma non solo si potrà anche imparare come dalla materia prima si arriva al prodotto finito raccontato dalla viva voce di un produttore di cacao dell’Ecuador, presente tutte e tre le giornate.

Sabato 20, come consuetudine, ci sarà la Ciocco Night ovvero l’apertura straordinaria degli stand fino alle 24 accompagnata dalla musica di Radio Bruno.
L’ingresso al Cioccoshow è gratuito e per accedervi occorre il Green Pass.
ORARI: Giovedì, Venerdì, Domenica dalle 10:00 alle 20:00 | Sabato dalle 10:00 alle 24:00

Tutte le informazioni sempre aggiornate sul sito www.cioccoshow.it e www.bo.cna.it; sulle pagine facebook e Instagram del Cioccoshow e di Cna Bologna.
Livia Elena Laurentino


GNOCCHI di ZUCCA & SPECK by NERIA



Ancora una ricetta con la mia amata zucca! Ho preparato gli gnocchi, un primo piatto perfetto per queste giornate piovose di autunno. Da pochi e semplici ingredienti nasce un piatto di stagione, goloso, colorato e ricco di gusto. 

GNOCCHI di ZUCCA & SPECK


Ingredienti per 4 persone gr 300 di zucca, gr 300 di patate, gr 150 di farina tipi 0, 1 uovo, gr 60 di burro, gr 100 di speck, 1 rametto di salvia, gr 40 parmigiano reggiano grattugiato, sale, pepe, olio extravergine di oliva

Bollire le patate in acqua salata e quando saranno cotte, 30 minuti circa, scolarle, pelarle e schiacciarle ancora calde con uno schiacciapatate e metterle in una ciotola. Pulire la zucca eliminando la buccia e i semi poi cuocerla in forno a 180 gradi per 30 minuti circa. Schiacciare la zucca cotta anche questa con lo schiacciapatate e aggiungerla alle patate nella ciotola. 


Condire la zucca e patate con un pizzico di sale e pepe. Incorporare l’uovo ed amalgamare gli ingredienti. Aggiungere ora la farina quanto basta per ottenere un impasto morbido. Formare una palla, coprirla con della pellicola e farla riposare in frigorifero per almeno mezz’ora. 


Riprendere l’impasto, trasferirlo su una spianatoia e formare dei bastoncini di circa 1 cm di diametro. Formare gli gnocchi i bastoncini in pezzetti ci 2 cm.

Tagliare lo speck a listarelle e farlo rosolare in una padella con un filo di olio e qualche foglia di salvia. Quando sarà ben rosolato e croccante spegnere il fuoco aggiungere il burro. Cuocere gli gnocchi in abbondante acqua salata e scolarli dentro la padella per farli insaporire. Mantecare gli gnocchi con abbondante parmigiano reggiano e servire gli GNOCCHI di ZUCCA & SPECK caldissimi con una macinata di pepe a piacere. 



Un calice di Dante Lambrusco di Sorbara Secco Dop Garuti Vini Bomporto (Mo) sarà davvero l’abbinamento perfetto per esaltare al meglio sia la pietanza che il vino. 
Dante è un Lambrusco in ottenuto da uve di Lambrusco di Sorbara in purezza; ha un colore rosso rubino limpido e brillante, ha profumi fruttati di fragoline di bosco, ribes, ciliegie, amarene che si fondono alle note floreali di rosa canina e viola e si riprovano piacevolmente quando lo si assapora. Secco, caldo, fresco, sapido Dante è il vino perfetto da abbinare ai salumi tipici emiliani serviti con le crescentine, con i piatti della tradizione emiliana, con i tortelloni ripieni di zucca o ricotta, con arrosti di cortile, carne di maiale e bolliti classici emiliani. 

Temperatura di servizio 12 - 14 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. 
Neria Rondelli



giovedì 18 novembre 2021

Il 54° Congresso Nazionale di A.I.S. sarà a BOLOGNA


E’ stata scelta Bologna come sede del 54° Congresso Nazionale AIS – Associazione Italiana Sommelier, organizzato da AIS Emilia, che si svolgerà dal 19 al 21 Novembre. Il tema della manifestazione sarà “ Il Futurismo enogastronomico. Tradizione in movimento”, che verrà affrontato nelle tre sedi della manifestazione, ricca di eventi a cui potrà partecipare anche il pubblico, che saranno l’Oratorio San Filippo Neri, il Grand Hotel Majestic e Palazzo Re Enzo.
Parteciperanno circa un migliaio di professionisti, ossia tutte quelle figure che fanno parte del mondo enogastronomico dagli chef ai giornalisti, dagli enologi ai maitre, tra questi circa un centinaio di sommelier emiliani saranno presenti per il servizio delle giornate.
La presidente AIS Emilia Annalisa Barison, ha ricordato che:“ Il team AIS Emilia ha organizzato questo congresso nazionale mettendo in campo tutta la passione e competenza, con un focus speciale a quella che è l’eccellenza del territorio emiliano, creando così un momento di condivisione con tutti coloro che siano interessati alla cultura del vino e del buon cibo”. Si ricorda che l’Emilia Romagna con le sue 44 attestazioni di DOC , DOP e IGP è un record europeo.
Durante le tre giornate si svolgeranno diverse master class enologiche sulle 18 DOC, 2 DOCG, 9 IGT che sono diffuse negli 11 territori regionali del vino e numerose degustazioni guidate sul Rieslig della Mosella, sul Bordeaux, sul Porto e sul BARBARESCO annata 2013.
Un evento unico sarà in calendario alle 15 .00 di sabato al Grand Hotel Majestic con Gérad Liger-Belair per la presentazione del suo libro sul mondo delle bollicine, ricco di storia e di aneddoti, tradotto da Roberto Bellini e Giuliano Boni. A seguire una degustazione di sei etichette di champagne a basso dosaggio.
La giornata di domenica sarà dedicata all’Emilia Romagna, dopo l’apertura alle ore 10 con il concorso Miglior Sommelier d’Italia – Premio Trento DOC in cui i 20 migliori sommelier d’Italia si sfideranno per aggiudicarsi il titolo italiano.
A seguire appuntamenti sul Pignoletto, Aceto Balsamico di Modena, Vini rossi Emiliani e Parmigiano Reggiano, Le bollicine d’Autore, una verticale sul Lambrusco, Malvasia piacentina e infine le Ostriche di Goro e il Fortana.
Tra gli argomenti “futuribili” ai quali è stato riservato un appuntamento ci saranno la birra, in quanto importante realtà economica sul mercato italiano e l’olio Evo. 
Per quest’ultimo domenica alle 11.00 incontro dedicato alla conoscenza e all’analisi sensoriale di una selezione delle produzioni monovarietali di 8 olii Extravergini di oliva.
Mentre alle 16.00 si parlerà di Birra e vino tra racconti e tecnicismi con Nicola Perra, Riccardo Franzosi, Walter Massa moderati da Alessandra Agrestini.
AIS Emilia ha annunciato che in primavera inizieranno i corsi di sommelier dell’olio anche con docenti dell’Università di Bologna e sono già in cantiere quelli per i sommelier della birra.
Protagonisti della manifestazione anche Chef to Chef, l’associazione che annovera 50 tra i più rinomati chef della regione, che cureranno la cena di Gala a Palazzo Re Enzo e gli appetizer realizzati con i prodotti tipici che accompagneranno il top dei vini regionali, nella tappa bolognese di Tramonto DiVino, il tour enogastronomico che fa conoscere le eccellenze emiliano romagnole.
Il programma completo, le info e i biglietti sono sul sito https://congressonazionale.aisemilia.it/ 

Livia Elena Laurentino

martedì 16 novembre 2021

La SENTINELLA - Il viaggio artistico di Andrea Bianconi e della sua poltrona


Andrea Bianconi, artista vicentino di Arzignano, che condivide la sua vita tra l'Italia e gli States  ha presentato a Bologna, seconda tappa del tour, il suo libro La Sentinella.
Un libro singolare perché è stato scritto a mano, mantenendo quindi l'espressività e l'emozione di un diario, in effetti si tratta di questo, un diario che racconta il viaggio di una poltrona!
Certo non una poltrona qualsiasi, ma della poltroncina magica, come l'ha ribattezzata Andrea, regalo della nonna da sempre nel suo studio.
Due anni fa l'artista cercava un' idea e dopo averci scritto SIT DOWN TO HAVE AN IDEA , ecco che è arrivata l'ispirazione giusta ....
La poltrona così diventa protagonista, esce dallo studio vicentino per replicarsi e viaggiare.
Diventa un'istallazione artistica e la prima tappa è Bologna, in occasione di Arte Fiera. 
Qui otto poltrone trovano luoghi inconsueti, come i Portici di San Luca, trafficati come Via Irnerio, o prestigiosi come il Ristorante Al Pappagallo, sotto le Torri, dove  fa ancora bella mostra di sè e incuriosisce i clienti.
Le prime otto che poi si sono moltiplicate fino ad arrivare a 24 ( come le ore del giorno), si sono sparse in tutta Italia. 
Chiunque può e poteva sedersi ed essere altrettanto ispirato, scattarsi un selfie o semplicemente chiedersi che cosa ci fa qui una poltrona? 
Le pagine de La sentinella ci mostrano a distanza di due anni dove sono finite queste poltrone, che sono diventate delle vere star richieste nei luoghi accessibili, dove hanno sostato.
Una di queste con una vera e propria spedizione è stata deposta sulle Piccole Dolomiti a Cima Carega a 2259 mt. mentre un'altra, quasi in contrapposizione, è arrivata in Piazza Cannone a Tropea e guarda il mare e l'infinito. 
Ma ci sono altri luoghi in cui la poltrona illuminante è arrivata, ma sarà piacevole scoprirlo leggendo il libro  corredato anche di bellissime foto.
Ora il viaggio continua Andrea Bianconi e la sua poltrona sono attesi in Texas a Houston, e in Florida a Palm Beach.

La Sentinella - Vanilla Edizioni
Livia Elena Laurentino

lunedì 15 novembre 2021

La nuova stagione del Teatro Europauditorium di Bologna


Inizia la nuova stagione 2021|2022  al Teatro EuropAuditorium, dopo quasi ventuno mesi di ferma per la pandemia. 
Sono 26 i titoli in calendario di cui 12 nuovi e 14 riprogrammati.
E si inizia proprio con i concerti, di cui alcuni già previsti lo scorso anno, il 24 novembre  con RAF e TOZZI ,   il 28 Sogno e Son Desto 500 volte, lo spettacolo di Massimo Ranieri, VIBRAZIONI DI E CON BEPPE VESSICCHIO (il 29 ) ,  MARCO MASINI (il 21 dicembre ),  FIORELLA MANNOIA (6 marzo 2022), SAMUELE BERSANI (14 aprile 2022), DAVID GARRETT & BAND (all’Unipol Arena 14 maggio 2022), JOE SATRIANI (18 maggio 2022),  FRANCESCO RENGA (24 ottobre 2022) e  GIGI D’ALESSIO il 6 novembre del prossimo anno. 
A dicembre il 6 e 7 , UN’ORA SOLA VI VORREI… con ENRICO BRIGNANO.
NERI MARCORÈ, il 31 dicembre, sarà protagonista, insieme a un gruppo di talentuosi musicisti, de LE MIE CANZONI ALTRUI, uno show musicale che ripercorrerà alcune tappe significative della storia dei cantautori italiani e stranieri fondamentali nella sua formazione musicale. Il 14 febbraio sarà la volta della PFM con DA STORIA DI UN MINUTO 1972 A HO SOGNATO PECORE ELETTRICHE 2022.  Il 5 marzo, a più di due anni dal successo di "Singing to strangers",  dopo il brano solidale "Andrà tutto bene", il suo primo singolo in italiano scritto insieme ai fan, torna  JACK SAVORETTI  con EUROPIANA LIVE. Il 15 marzo toccherà al cantautore ERMAL META . Il 17 marzo JIMMY SAX,  sarà in concerto con THE SYMPHONIC DANCE ORCHESTRA diretta dal Maestro Vincenzo Sorrentino. Il 31 marzo, dopo lo straordinario successo del tour estivo in tutta Italia, la rocker GIANNA NANNINI, tornerà a fare musica con il pianoforte e il sound design del musicista tedesco Christian Lhor.
Il musical debutta il 9 e il 10 aprile LA PICCOLA BOTTEGA DEGLI ORRORI, basato sul film di Roger Corman, vedrà sul palcoscenico GIAMPIERO INGRASSIA, FABIO CANINO e BELIA MARTIN. Seguito il 31 maggio e l’1 giugno da  JESUS CHRIST SUPERSTAR,  la celebre opera di Andrew Lloyd Webber e Tim Rice, nella versione firmata dal regista Massimo Romeo Piparo, 
LA DIVINA COMMEDIA OPERA MUSICAL; lo spettacolo, patrocinato dal Ministero della Cultura, premiato con la Medaglia d’oro dalla Società Dante Alighieri, è riprogrammato dal 10 al 12 dicembre 2021.
La danza torna sul palco con  ROBERTO BOLLE AND FRIENDS riprogrammato dall’11 al 13 febbraio 2022 mentre il  il 28 febbraio arriva compagnia americana PARSONS DANCE. 
Dal 25 al 30 gennaio ANGELO PINTUS tornerà sul palco con il suo nuovo spettacolo  Un altro gradito ritorno sarà quello di VIRGINIA RAFFAELE in scena il 3 e il 4 marzo con SAMUSÀ.  In programma il 7 marzo ARTURO BRACHETTI con SOLO, The Legend of quick-change: un viaggio nella sua storia artistica intrapreso a colpi di trasformismo.  Dall’1 al 3 aprile sarà la volta di GIUSEPPE GIACOBAZZI in NOI – MILLE VOLTI UNA BUGIA . La Redazione

sabato 13 novembre 2021

Un caffè sospeso per la ricerca scientifica: 1000 bar aderenti per sostenere la lotta contro il tumore al seno

L'iniziativa è di Essse Caffè, storico partner del progetto “Pink is good” di Fondazione Umberto Veronesi:
per ogni “caffè” donato, in regalo un gettone in plastica brandizzato, da utilizzare per il carrello della spesa.
In Emilia Romagna, Triveneto, Lombardia, Toscana, Piemonte e Marche la solidarietà passa (anche) al bar: si chiama “Un caffè sospeso per la ricerca” ed è un'iniziativa lanciata da Essse Caffè - storica torrefazione bolognese, fortemente glocal – a sostegno del progetto dedicato all’oncologia femminile “Pink is good” di Fondazione Umberto Veronesi.
Fino al 25 novembre, nei bar aderenti, chi vorrà potrà donare l'equivalente di un caffè alla ricerca scientifica, proprio come si fa con il caffè “sospeso” della tradizione napoletana: una pratica - sociale e solidale - nata nella città partenopea, dove ancora oggi accade spesso che chi va al bar per una consumazione paghi un caffè in più, lasciandolo così in “sospeso” e a disposizione di qualcuno che non può permetterselo.
Da questa generosa tradizione prende il nome l'iniziativa; il ricavato di “Un caffè sospeso per la ricerca” permetterà di contribuire al finanziamento del lavoro di eccellenti ricercatori quotidianamente impegnati nella lotta contro i tumori tipicamente femminili, ossia al seno, utero e ovaio. Il Cliente che donerà il caffè riceverà un gettone in plastica, brandizzato per l'iniziativa, della stessa misura di una moneta da un euro, perfetta da utilizzare per il carrello del supermercato. Un modo per farsi portavoce - ognuno nel proprio quotidiano - del sostegno alla ricerca scientifica d’eccellenza, ma non solo: ad ogni gettone donato corrisponde un caffè lasciato da un Cliente e questo permetterà un conteggio trasparente e preciso delle donazioni.
Pink is good è un progetto che nasce dall'impegno decennale di Fondazione Umberto Veronesi e si pone due grandi obiettivi: educare alla prevenzione e finanziare il lavoro quotidiano di medici e ricercatori. Ogni anno in Italia oltre 55.000 donne si ammalano di tumore al seno, ma la ricerca scientifica ha compiuto passi da gigante: oggi, infatti, se il tumore è diagnosticato in fase iniziale le possibilità di guarire superano il 90%.
Questa è solo una delle tante iniziative solidali di Essse Caffè per Fondazione Umberto Veronesi: anche quest’anno torna l'edizione limitata di tazzine brandizzate con il logo “Pink is good”, il cui ricavato andrà ancora una volta alle attività di ricerca di Fondazione Umberto Veronesi. Una tazzina perfetta per il caffè, acquistabile nei bar che espongono la confezione regalo, insieme all'elegante latta che contiene la miscela macinata per moka di Essse Caffè. Una tazzina dalla ceramica spessa, con diametro ideale per sorseggiare e annusare un buon espresso: idea originale, bella, utile e solidale, da regalare per il prossimo Natale. C. S.


venerdì 12 novembre 2021

Neria e i suoi INVOLTINI di RADICCHIO, SALSICCIA & STRACCHINO


Un secondo piatto saporito, molto autunnale, facile e veloce da preparare. Un modo originale di gustare i radicchi che ora sono proprio di stagione e davvero buonissimi.


INVOLTINI di RADICCHIO, SALSICCIA & STRACCHINO




Ingredienti per 4 persone: 1 cespo di radicchio di Chioggia, gr 300 di salsiccia, gr 200 di
stracchino, 1 cipollotto, 1 bicchiere di vino bianco secco, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale



Tagliare finemente il cipollotto e farlo appassire in una padella antiaderente con l’olio; aggiungere la salsiccia spellata e sgranata e cuocere a fiamma vivace per qualche minuto; sfumare con il vino, fare evaporare. 


Trasferire la salsiccia in una terrina, aggiungere lo stracchino e amalgamare gli ingredienti e, se necessario, regolare di sale. Sfogliare il radicchio, privare le foglie della costa un po’ legnosa e sovrapporre due foglie. Farcirle con l’impasto, chiudere a involtino con due stuzzicadenti. 


Mettere gli involtini su una teglia da forno, irrorarli con un filo di olio e cuocere in forno caldo a 180 gradi per una decina di minuti. 




Servire gli INVOLTINI di RADICCHIO, SALSICCIA & STRACCHINO  accompagnati da un calice di Friulano Azienda Vitivinicola Cozzarolo in Cividale del Friuli. 
Vino autoctono dal colore giallo paglierino brillante tendente al verdognolo, aromi floreali e fruttati, profumi di mandorla amara, asciutto, intenso, vellutato, piacevole fresco, è il vino perfetto come aperitivo, da gustare con affettati e formaggi freschi, con primi piatti, con carni bianche. 

Temperatura di servizio 10 - 12 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. 
Neria Rondelli