mercoledì 27 giugno 2012

ESTATE = BIRRA, a Bologna si dice BIRRA RONZANI

etichetta Birra Ronzani
Se dici estate,in automatico pensi  alla birra, la bevanda più dissetante per antonomasia e se negli ultimi anni le birre artigianali in Italia hanno avuto uno sviluppo notevole,questo lo si deve alla qualità che è costantemente in crescita. Anche Bologna può annoverare fra le ricchezze del suo "paniere" di specialità, la birra e non come acquisizione recente. Infatti da qualche anno è tornata sul mercato la Birra Ronzani nata nel 1855 a Casalecchio di Reno, vicino a Bologna, per opera di Camillo Ronzani, e si guadagnò subito il lusinghiero appellativo di “oro del Reno”. Il forte legame con il territorio e con la città fu sancito da un altro avvenimento storico: nel 1909, proprio nei locali della Birreria Ronzani (che ospitava al primo piano il Circolo Turistico Bolognese), venne fondata la squadra di calcio del Bologna F.C. Nel 1959 la Ronzani venne acquistata dalla Birra Wührer,che dopo pochi anni ne disattivò il marchio. Nel 2009 il marchio è stato recuperato da Alberto Ronzani, omonimo del fondatore, che insieme con Marco Rossetti e Fabrizio Procaccio ha avviato il rilancio dello storico brand birrario italiano. Oggi la Birra Ronzani è prodotta utilizzando acqua purissima che sgorga direttamente dalla fonte del Monte Nerone, a un’altezza di 1525 metri sul livello del mare, lungo il confine umbro-marchigiano. Un’antica ricetta tradizionale trasforma poi quest’acqua in Birra Ronzani, una birra di bassa fermentazione, prodotta con malto d’orzo primaverile e luppoli pregiati. La lavorazione artigianale consente di ottenere una birra particolarmente dissetante e piacevole, dalla schiuma candida e compatta.

Il suo sapore secco e l’amaro gradevole sono le note principali di questa birra, grazie a una miscela unica di luppoli aromatici.La tecnica usata in produzione è quella del dry hopping, che utilizza luppoli in fiore durante la seconda fermentazione proprio per estrarre solo gli oli essenziali. Le caratteristiche principali della Birra Ronzani sono:Golden Lager Artigianale, dal colore giallo dorato, con un grado saccarometrico di % p 13, una gradazione alcolica: 5,5 % vol. E se si pensa al binomio pizza e birra,niente di più sbagliato perché la birra Ronzani si accompagna ottimamente anche con carni bianche e rosse , e con il pesce.
La Birra Ronzani è distribuita dalla Fratelli Rinaldi Importatori. www.rinaldi.biz

mercoledì 13 giugno 2012

BOLOGNA - 15 giugno PIA TUCCITTO Unplugged al Gessetto Arena

Per il terzo appuntamento della rassegna di musica italiana ed internazionale organizzata al Gessetto Arena per venerdì 15 giugno l' ospite sarà Pia Tuccitto. In occasione di questa inedita location la rocker si esibirà in un concerto unplugged accompagnata da Luca Longhini (chitarra), Stefano Peretto (batteria). La scaletta della serata proporrà, oltre ai nuovi singoli, dal titolo Com'è bello il mio amore e Sto benissimo, i brani scritti da lei ormai famosi, e portati al successo da grandi artisti come Patty Pravo (Una donna da sognare 2000), Irene Grandi (Buon Compleanno 2003) e lo stesso Vasco (E… 2004). “Sto benissimo” è una fotografia dell’Italia di oggi, dove tutti stanno fintamente bene, un testo giocato sul filo dell’ironia e del sottile doppio senso, in cui si osserva l’attuale società: superficiale, furbetta, indifferente e un po’ bugiarda …“sto benissimo non lavoro quasi più” … Lo spazio in cui si svolgerà lo spettacolo è il tratto di strada antistante il bar Gessetto, dal civico 24/d di Via Oberdan a Bologna. Laura Neve

PARIGI - AL ROLAND GARROS PERRIER BRINDA A SARA ERRANI E A MARIA SHARAPOVA

Maria Sharapova e la nostra Sara Errani sono state le protagoniste femminili indiscusse del Roland Garros 2012, l’Open di Francia di tennis recentemente svoltosi a Parigi. La tennista russa si è imposta nel torneo di singolo; Sara Errani, pur cedendo nella finale del singolo alla Sharapova, ha conquistato la vittoria nel doppio, insieme con la connazionale Roberta Vinci. Le atlete hanno tratto refrigerio, nel corso del torneo, sorseggiando Perrier – acqua ufficiale del Roland Garros e sponsor tecnico storico dell’Open parigino. Perrier è la marca leader mondiale nel mercato delle acque minerali frizzanti. Famosa da oltre un secolo e distribuita capillarmente in tutti i continenti, vende ogni anno circa un miliardo di bottiglie in oltre 140 Paesi. La sua elegante e originale bottiglia verde è ormai un’icona internazionale, riconosciuta da tutti a colpo d’occhio. La sorgente da cui sgorga Perrier, a Vergèze nel sud della Francia, è conosciuta da millenni: già i Romani apprezzavano le virtù di questa fonte e ne impiegavano le acque per usi civili, termali e produttivi. Frizzante come nessun’altra, Perrier è un’acqua minerale naturale: purissima, contiene solo sali minerali (460 mg/L) e gas della sorgente (7 gr/L). Povera di sodio, è estremamente dissetante e indicata per favorire la digestione. Da sempre il nome di Perrier è legato ai luoghi più glamour ed esclusivi: protagonista di uno stile di vita chic e anticonvenzionale, è una bevanda unica, conosciuta e apprezzata nei locali di tutto il mondo. Moderna ed edonista, l’acqua Perrier è il premium drink frizzante e naturale per tutti coloro che ricercano il massimo della freschezza; rappresenta inoltre un’alternativa all’alcool elegante e salutare, poiché non contiene zucchero, caffeina e calorie. Consumata nei bar, nei locali, all’aperto d’estate, in viaggio, alle feste, con gli amici, come aperitivo o a tavola, l’acqua Perrier valorizza i cibi con la sua intensa effervescenza, da sola o come ingrediente di mille cocktail e long drink. Perrier è distribuita in esclusiva per l’Italia dalla Fratelli Rinaldi Importatori di Bologna. www.rinaldi.biz (C.S.)

lunedì 4 giugno 2012

PARMIGIANO-REGGIANO: 6.000 VOLONTARI TRENTINI PRONTI A LIBERARE I MAGAZZINI. I PRIMI GIA’ AL LAVORO

Si moltiplicano le iniziative a sostegno dei caseifici del Parmigiano-Reggiano colpiti dal Sisma. Molte altre latterie dell’area del Parmigiano-Reggiano stanno attivando vendite di formaggio, destinando un euro ai colleghi che hanno subito gravi danni legati al terremoto. In accordo con il Consorzio di tutela, al più tardi da lunedì, scatterà anche in tutti i supermercati Realco-Sigma dell’Emilia-Romagna (così come dall’11 giugno avverrà in tutti i supermercati di Coop Italia) la vendita straordinaria di Parmigiano-Reggiano a 13,90 euro al chilogrammo, con un euro destinato ai caseifici terremotati; parte del prodotto in vendita sarà acquisito direttamente dai caseifici danneggiati dal sisma, a favore dei quali il Consorzio di tutela ha attivato uno specifico conto corrente (IT 07 A 07058 12803 000000057000) sul quale è possibile far confluire tutte le offerte. “Così come avevamo preannunciato dopo i primi immediati e proficui incontri con il mondo della distribuzione – sottolinea il presidente del Consorzio del Parmigiano-Reggiano, Giuseppe Alai - scattano dunque queste operazioni solidali, che certamente andranno ad arricchirsi ulteriormente: ai tantissimi consumatori che hanno espresso solidarietà e manifestato tanta generosità, ripetiamo dunque che questa modalità di acquisto è il mezzo più semplice per assicurare un aiuto immediato, evitare di cadere in speculazioni o di intralciare, involontariamente, le operazioni di svuotamento dei magazzini, selezione del prodotto e ricollocazione in strutture idonee; quanti fossero intenzionati ad acquistare il prodotto direttamente dai caseifici danneggiati (possibilmente in quantità compatibili con una gestione non semplicissima in questa fase), possono acquisire informazioni sia sul sito www.parmigiano-reggiano.it, sia sulla pagina Facebook del Consorzio, oppure contattando l’ente (0522-307741; e-mail dedicata: terremoto@parmigiano-reggiano.it) dove da giorni è attivo uno specifico desk con operatori dedicati a fornire tutte le informazioni sull’emergenza terremoto per i nostri caseifici, acquisendo in questi modi anche l’elenco delle strutture interessate e dotate di adeguata esperienza nella vendita diretta, per garantire così anche la qualità del prodotto acquisito ed esercitando una adeguata tutela degli stessi consumatori, la cui generosità non può essere oggetto di operazioni improvvisate e speculative”. E’ poi di oggi l’avvio di una straordinaria iniziativa che vede scendere in campo, proprio a favore dei caseifici, la Protezione civile di Trento. Grazie al ruolo attivo esercitato dall’Assessore alla Protezione civile dell’Emilia Romagna, Paola Gazzoli, dall’assessore all’agricoltura, Tiberio Rabboni, dal direttore della Federazione delle cooperative trentine, Carlo Dallasega, e dal responsabile della protezione civile trentina, ing. Raffaele De Col, la Protezione civile di Trento mette a disposizione fino a 6.000 volontari per aiutare i caseifici nello svuotamento dei magazzini. L’operazione, concordata con il Consorzio di tutela al fine di liberare al più presto le strutture danneggiate, collocando il prodotto in strutture idonee alla stagionatura per le forme non danneggiate, e alla conservazione per quelle che dovranno prendere la via della fusione o del grattugiato, vede già oggi i primi volontari al lavoro nelle aree reggiane e modenesi. “Persone esperte – spiega il presidente del Consorzio, Giuseppe Alai – in grado di gestire situazioni d’emergenza, dotate di tutte le competenze necessarie ad operare in sicurezza, alle quali siamo profondamente grati, così come lo siamo nei confronti di tutti coloro che in questa fase stanno agendo con efficacia e rapidità e, molto spesso, lontani dai riflettori”. ( Comunicato stampa)