sabato 15 giugno 2013

Le Gustosità di Neria - Riso Venere e asparagi...un pieno di vitamine, salì minerali e fibre.

Il Riso Venere è originario dalla Cina; la leggenda narra che fosse già apprezzato alla corte degli antichi imperatori cinesi per le sue proprietà nutrizionali ed afrodisiache, da cui prende il nome Venere,ovvero riso "proibito".
Questa varietà vanta straordinarie proprietà nutrizionali,é ricco di fibre,sali minerali, ferro,calcio,zinco e selenio. È un riso integrale piacevolmente aromatico, che cuocendolo sprigiona profumi di sandalo e di pane appena cotto.Il suo colore naturalmente nero è dovuto alla particolare pigmentazione del "pericarpo",la pellicina che ricopre il chicco che è piccolo, ma mantiene molto bene la cottura e rimane piacevolmente sgranato; al suo interno è bianco come tutte le tipologie di riso. Ha un sapore deciso ideale come accompagnamento di piatti a base di verdure,pesce o carne.Può essere cotto semplicemente in acqua leggermente salata e condito con olio o burro oppure "pilaf". Questo riso abbinato agli asparagi e gamberi risulta una pietanza particolarmente deliziosa dai sapori equilibrati, aromatici e vegetali che si esaltano vicendevolmente.
Consiglio di servire questa pietanza con un vino rosato. Propongo CALISPONE ROSSO di NARNI IGT ROSATO" un vino dal colore rosa antico,limpido e brillante,ottenuto da un  uvaggio di sangiovese e cabernet sauvignon, gradevole, fresco, equilibrato, dai sentori lievemente minerali e di fragoline di bosco. Con le eleganti e delicate bollicine e' un perfetto abbinamento. Temperatura di servizio 10-12 gradi.







La ricetta: TORTINO di RISO VENERE e GAMBERI su VELLUTATA di ASPARAGI
Ingredienti per 4 persone: 250 gr riso VENERE (io uso solitamente Riso Ferron  - Isola Della Scala),700 gr. asparagi di Altedo IGP,16 gamberi (bene anche surgelati purché tipologia  argentina, burro, olio extravergine di oliva, sale, pepe,paprika Scalogno,aglio,1 patata,1 bicchierino  di brandy
Preparazione:Pulire gli asparagi e lessarli al  dente in acqua leggermente salata.  Nella stessa acqua cuocere il riso per 30 minuti circa, scolarlo e mantecarlo con una noce di burro. Imburrare 4 formine di stagnola e metterci il riso premendo un poco. Riporle in forno a 180 gradi per 10 minuti circa.
In un tegame mettere a soffriggere lo scalogno e patata affettati finemente con qualche  cucchiaio di olio, un pizzico di sale e pepe .Rosolare ed aggiungere qualche bicchiere di acqua; cuocere per qualche minuto poi aggiungere gli asparagi a pezzetti senza le punte che andranno aggiunte i gamberi. Cuocere ancora per qualche minuto poi frullare con il minipimer. Deve risultare una crema densa.
Pulire la metà dei gamberi e tagliarli a pezzetti. Gli altri gamberi andranno cotti interi e serviranno per la decorazione del piatto.Con le teste e i gusci preparare una bisque che si aggiungerà ai gamberi cotti velocemente con un filo di olio e aglio e sfumati con il brandy , insaporiti con paprika e le punte  di asparagi.  Comporre infine il piatto: sulla vellutata di asparagi sfornare il tortino di riso Venere, aggiungere i gamberi in bisque e punte di asparagi.Buon lavoro e buon appetito Neria Rondelli