lunedì 26 agosto 2013

Passaggiata in malga in VAL RENDENA


L'aria tersa, il sole forte, il cielo limpido e l'infinito panorama verde ...questa è la montagna in estate, rilassante ma che allo stesso tempo mette tanta energia. Lunghe  passeggiate per raggiungere luoghi incontaminati, pascoli d'altura e quando si raggiunge la meta si può finalmente cadere in tentazioni senza sensi di colpa. Una buona camminata è in grado di bruciare calorie e il cibo che si trova in queste malghe ha un sapore robusto ma equilibrato, semplice, rustico ma allo stesso tempo sfizioso. 
Funghi, polenta, formaggi, ricotta fresca, cacciagione è questo il menù  della Valle Rendena.
Ci si siede attorno a tavolone di legno, a volte in compagnia di altri avventori e si fa subito amicizia , all'aperto sotto l'ombra degli alberi, mentre si sorseggia un bicchiere di Nosiola, vino bianco ottenuto dagli unici vitigni autoctoni a bacca bianca del Trentino. 




Si attende di gustare i ricchi taglieri di salumi tipici, dove non manca mai la delicatissima carne salada e i formaggi prodotti dal mastro casaro della malga;  





assaggi di verdure dell'orto sott'olio completano il robusto antipasto.









Poi l'immancabile orzetto  e la saporita zuppa di finferli










per proseguire con un secondo di carne di razza Rendena cotta alla piastra, accompagnata polenta di Storo, abbrustolita servita con formaggio fuso Spressa Dop, formaggio tipico della valle.  







In abbinamento si beve Teroldego, altro vino ottenuto da vitigno autoctono trentino a bacca rossa, che è ideale accompagnamento a queste robuste e saporite pietanze. 
E per finire in dolcezza, una fetta di torta di carote e con un bicchierino di grappa aromatizzata con piante di alta montagna come asperula e il mugo.


 P.s. per la ricetta al prossimo post .
Neria Rondelli