lunedì 23 dicembre 2013

Le Gustosità di Neria - Involtino con uova di quaglia



Fino  a poco tempo fa non le avevo considerate un alimento importante e pensavo fossero uno sfizio da cucinare nelle grandi occasioni. Invece mi sono documentata e ho scoperto che la uova di quaglia possono essere utilizzate esattamente come le uova di gallina: alla coque, sode, all'occhio di bue, per la preparazione di dolci, per fare la sfoglia. Attenzione, però,  alle dosi: 5 uova di quaglia corrispondono ad 1 uovo di gallina. Le uova di quaglia sono ricche di proprietà nutrizionali come calcio, fosforo, potassio, proteine e vitamine. Contengono colesterolo HDL quello cosiddetto buono e sono prive totalmente di colesterolo LDL. Secondo studi medici sembra che i bambini che consumano giornalmente 2 uova di quaglia crescono più sani e forti con le difese immunitarie rafforzate. Sono consigliate a chi soffre di allergie ai pollini come efficace terapia in quanti nelle uova di quaglia si trovano micro quantità di frumento, mais, orzo, segale.

Ora in cucina le uso normalmente in tutte le mie preparazioni o semplicemente sode in insalata con biete, cicoria saltare in padella con olio ed aglio.
Una idea molto veloce per un secondo che si può preparare in anticipo e scaldare al momento di portare in tavola 
La Ricetta degli Involtini di lonza ripieni
 Ingredienti per 12 involtini
12 fette sottili di lonza di maiale, 3 cubetti di spinaci surgelati, 6 fette di prosciutto cotto tagliate a metà , 6 fette di fontina tagliate a metà, 24 uova di quaglia, olio extravergine di oliva, burro, sale, 1 bicchiere di vino bianco Battere le fette di lonza per renderle più sottili ed eliminare le eventuali parti grasse. In una padella cuocere gli spinaci, condirli con una noce di burro e tritarli grossolanamente. Cuocere le uova di quaglia per 3-4minuti in acqua bollente leggermente salata, passarle poi in acqua fredda e sgusciarle. Stendere su ogni fetta di lonza un poco di spinaci, una fettina di prosciutto cotto, una fettina di fontina, nel centro mettere due uova di quaglia e chiudere gli involtini con uno stecchino. In una padella mettere un poco di olio extravergine di oliva e rosolare dolcemente gli involtini, sfumare con il vino bianco e continuare la cottura per una decina di minuti. Servire gli involtini caldissimi con purea di patate. 
Il vino in abbinamento: Rosso Conero DOCG giovane, profumato di ciliegia selvatica, prugna e frutti di bosco, moderatamente tannico si abbina perfettamente a questo piatto di carne bianca ma con un gusto un poco elaborato. Temperatura di servizio 18 gradi.
Buon lavoro e buon appetito !Neria Rondelli

Mata Heri augura buon ascolto con Walk of life - Dire Straits

                      http://www.youtube.com/watch?v=kd9TlGDZGkI