sabato 29 marzo 2014

Rossi di sera 2014 - prima dedizione 31 marzo a Bologna


Sarà il Golf Club Siepelunga a Bologna ad accogliere la prima edizione di Rossi di sera 2014, la rassegna dedicata ai grandi vini rossi, organizzata dall'associazione Club dell' Arsura, che da anni ha tra i suoi adepti agenti nel settore del vino, ristoratori, osti e ma soprattutto appassionati che attraverso degustazioni guidate da esperti hanno la possibilità di approfonidre ed affinare la propria conoscenza in ambito enologico.
Lunedì 31 marzo l'appuntamento inizierà alla ore 15 per gli addetti ai lavori e proseguirà fino alle 18.00, quando sarà possibile l'accesso anche al pubblico. La degustazione si svolgerà presso il Ristorante il Boccone del Prete  e lo chef  Luca Martelli  preparerà prelibate sfiziosità che accompagneranno i vini delle oltre 40 aziende presenti.
Dopo il grande successo ottenuto lo scorso anno con Notte delle Bolle, dedicato alle bollicine, che ha registrato oltre 600 presenze di cui un centinaio di addetti ai lavori, questo è primo appuntamento dedicato ai vini rossi , ma prelude ad una seconda edizione di bollicine.  




In degustazione ci saranno circa 70 etichette di rossi che ripercorrono l'Italia da nord a sud, con una piccola presenza francese di Borgogna e Bordeaux, oltre al consorzio dei bioviticultori di Brisighella.
La degustazione, per il pubblico, avrà un costo di 20 € più una cauzione di 5 € che sarà restituita alla riconsegna del bicchiere. 
Il Golf Club Sieperelunga è in Via Siepelunga 54/6 . 
Livia Elena Laurentino

venerdì 28 marzo 2014

Le Gustosità di Neria - Profumo di rosmarino

Il rosmarino è una spezia dall’aroma molto intenso;il suo è un gusto con molto carattere che definisce lo stile di ogni piatto. Così  particolare da trovare posto anche nella storia. Si dice che Napoleone si cospargesse di colonia al rosmarino, forse per nostalgia della Corsica, dove cresce in abbondanza. 
In cucina trova la sua collocazione più classica in compagnia delle patate o sulla focaccia semplice, ma anche con la zucca e le polpette. Sono ricette semplici, facili, immediate, ma che acquisiscono sostanza proprio grazie a questa spezia. Questa volta ho usato il rosmarino insieme al guanciale ed ho ottenuto un condimento per la pasta, velocissimo da preparare ma davvero gustoso e aromatico.

La ricetta delle Tagliatelle al guanciale e profumo di rosmarino



ingredienti per 4 persone: 500 gr di tagliatelle all'uovo
300 gr di guanciale di maiale, 1 cipollotto fresco, 3 rametti di rosmarino fresco, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, sale, pepe
Tritare finemente il cipollotto e soffriggerlo a fuoco dolce in pochissimo olio. Nel frattempo tagliare il guanciale a listarelle e tritare il rosmarino. Quando il cipollotto sarà rosolato aggiungere il guanciale, il rosmarino, sale, pepe e rosolare a fuoco basso fino a che il guanciale sarà diventato croccante e avrà lasciato nella padella tutto il suo grasso che si toglierà. Cuocere, al dente, le tagliatelle in abbondante acqua salata e condirle con il guanciale profumato al rosmarino. Servirle caldissime con una spolverata di pepe nero e un filo di olio extravergine di oliva al rosmarino.


Il vino in abbinamento ... Decisamente un rosso morbido, corposo, fruttato come Montepulciano D'Abruzzo DOC servito in ampio calice a temperatura di 14 - 16 gradi.
Buon lavoro e buon appetito ! Neria Rondelli

Mata Heri augura buon ascolto con You can'y hurry love - Phil Collins



mercoledì 26 marzo 2014

Rum esclusivi in degustazione a Reggio Emilia il 1 aprile

Serata da intenditori a  Reggio Emilia, con una degustazione dedicata ai Rum.
Martedì 1 aprile 2014, con inizio alle ore 21.00, presso il CONAD “Le Vele”, Viale Regina Margherita 33 a Reggio Emilia, Piero Valdiserra, Direttore Marketing e Relazioni Esterne della Rinaldi di Bologna, condurrà un appuntamento esclusivo dedicato al distillato caraibico.  

La serata del 1 aprile prossimo sarà dedicata alle eccellenze produttive di alcune grandi provenienze di Rum: Haiti, Martinica, Cuba, Filippine, Venezuela, Guatemala. Al pubblico intervenuto verranno proposte sei degustazioni, opportunamente accompagnate da cioccolato fondente di qualità (Amedei e Lindt). La sequenza degli assaggi sarà la seguente:
Rhum Barbancourt 4 anni
Rhum Agricolo Trois Rivières 5 anni
Ron Santiago de Cuba 11 anni
Rum Don Papa 7 anni
Ron Diplomatico Reserva Exclusiva
Ron Zacapa Sistema Solera 23 anni




Durante la degustazione ci sarà la possibilità comoscere e commentare i prodotti e la loro storia, la loro tradizione, la loro ricchissima aneddotica internazionale. Piero Valdiserra sarà inoltre a disposizione del pubblico per rispondere a domande e curiosità.
Il costo della serata è di 25 euro con prenotazione. 
Per info: Fratelli Rinaldi Importatori tel. 051 4217811,e-mail info@rinaldi.biz, www.rinaldi.biz).
Livia Elena Laurentino

martedì 18 marzo 2014

Le Gustosità di Neria - Raviole di San Giuseppe


Ogni luogo ha le sue usanze e tradizioni: a Bologna, il 19 marzo, si  preparano le Raviole di San Giuseppe. 
E' un tipico dolce da forno costituito da una pasta frolla morbida, leggera e da un ripieno di mostarda bolognese, che è una marmellata dolce preparata con frutta  mista nella quale non deve mai mancare la mela o la pera cotogna e l'uva...da non confondere con la mostarda di Cremona. 
C'è chi le prepara semplicemente spolverizzate con zucchero semolato o granella di zucchero, ma la tradizione le vuole bagnate con  l'alchermes, liquore sciropposo, molto dolce, speziato e gradevolmente profumato. Le raviole diventeranno rosa intenso molto belle e caratteristiche. Comunque si preparano sono buonissime e di  sicuro tutti i papà e non solo le gradiranno. 
La ricetta delle Raviole di San Giuseppe
ingredienti per 6 persone
500 gr di farina, 200 gr di zucchero, 200 gr di burro, 2 uova, 10 gr. di lievito per dolci, 1 pizzico di sale, scorza grattugiata di limone, 300 gr di mostarda bolognese, a piacere zucchero semolato, granella di  zucchero, latte, alchermes per la decorazione Mettere la farina a fontana su un tagliere e impastare tutti gli  ingredienti. Tirare una sfoglia abbastanza grossa e tagliarla con un  bicchiere, formando dischetti del diametro di 12-13 cm.

Farcire la  metà del disco con la mostarda e chiudere a mezzaluna.
Disporre le  raviole su una teglia da forno rivestita di carta forno.
A piacere si possono spennellare con latte e cospargere con zucchero semolato o  granella di zucchero oppure infornarle semplicemente e bagnarle, quando saranno cotte, con alchermes.







Cuociono per una decina di minuti  a 180 gradi. Per gustare al meglio le Raviole è abbinarle ad un calice  di Albana di Romagna DOCG della tipologia amabile; vino gradevole, fruttato, caratteristico dal colore giallo paglierino, tendente al  dorato. Temperatura di servizio 10-12 gradi.
Buon lavoro e buon appetito! Neria Rondelli



Mata Heri augura buon ascolto con Foxy lady - Jimi Hendrix Experience








venerdì 14 marzo 2014

Le Gustosità di Neria - Quiche alla zucca






Lo so, la stagione piena della zucca è ormai al termine ma al mercato dei Coldiretti del sabato se ne trovanoancora di bellissime, le violine. 
Adoro la zucca, ne ho approfittato ed ho preparato questa ricetta che ho fatto diverse volte ultimamente, ma che non avevo ancora pubblicato... un mix di sapori decisi, addolciti dalla zucca e resi gustosi dal sapore dei formaggi che conferiscono anche la giusta cremosità. Provate....garantisco che non ve ne pentirete.

Ed ora la ricetta della Quiche alla Zucca 
 Ingredienti per 6 persone:1 rotolo di pasta sfoglia fresca, 300 gr di zucca, 300 gr di ricotta mista, 150 gr di pancetta affumicata, 80 gr di provola, 50 gr di parmigiano reggiano grattugiato, 1 uovo, sale e pepe a piacere, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva.
In una ciotola sbattere leggermente l'uovo, incorporare la ricotta, la provola grattugiata grossolanamente, il parmigiano reggiano, 1pizzico di sale, pepe a piacere e mescolare. Scaldare l'olio in una padella e soffriggere gli scalogni affettati finemente; aggiungere la pancetta tagliata a cubetti e cuocere a fuoco basso per una decina di minuti. Quando la pancetta rosolata diventerà tiepida unirla al composto di formaggi. Pulire la zucca ed affettarla.


Foderare uno stampo di 22 cm di diametro con carta forno, disporre la pasta sfoglia e bucherellarla con una forchetta. Versare il ripieno di formaggi e pancetta e decorare con le fette di zucca. Ripiegare i bordi di pasta sfoglia lasciando il centro della quiche scoperta. Spennellare il bordo della pasta con latte per renderla lucida in cottura.

Cuocere in forno già caldo a 180 gradi per 40 minuti circa. Togliere la quiche dal forno e lasciarla intiepidire prima di sformarla e servirla. Il vino in abbinamento è la Malvasia Istriana, vino ottenuto dal vitigno autoctono friulano. Questo piacevole vino dal colore giallo paglierino e dal profumo, gradevole, caratteristico, che ricorda l’albicocca e la pesca. asciutto, rotondo, armonico, giustamente alcolico, dissetante si abbina perfettamente a questa pietanza. È un ottimo vino da aperitivo e da antipasti magri. Si adatta anche a primi piatti e zuppe a base di verdure e di pesce.Temperatura di servizio 10-12 gradi.
Buon lavoro e buon appetito ! Neria Rondelli
Mata Heri augura buon ascolto con Wild world -Mr.Big
https://www.youtube.com/watch?v=31k_DB8KVQM


martedì 11 marzo 2014

Gusto in scena 6° edizione a Venezia dal 16 al 18 marzo


A Venezia si sono spenti i riflettori sul Carnevale, ma la città torna ad rivivere all’insegna dell’enogastronomia d’alta classe con la sesta edizione di Gusto in Scena®, la manifestazione che si svolgerà dal 16 al 18 marzo 2014, come lo scorso anno nella magnifica  sede della Scuola Grande di San Giovanni Evangelista. Marcello Coronini, giornalista e critico-enogastronomico, ideatore dell’evento anche quest’anno è riuscito a coinvolgere il gotha dell’alta cucina italiana e internazionale. Il tema del confronto è come di consueto la “Cucina del senza” ovvero senza grassi o senza sale o di dessert senza zucchero, con l’obiettivo di realizzare, attraverso tecnologia, ricerca e creatività, piattiprivati” di qualche ingrediente che a volte è in eccesso, ma comunque ricchi di …gusto. L’edizione di quest’anno, che ha ottenuto il patrocinio di Expo Milano 2015, Comunità Europea, Enit e Città di Venezia sarà inaugurata domenica 16 alle 13.30 con  Chef in Concerto  - congresso di alta cucina, ed ecco i protagonisti: Ilario VinciguerraLuigi Taglienti, Ernst Knam,Herbert HintnerGianluca Fusto, a seguire lunedì 17 Carlo Cracco, Andrea Aprea, Paolo TeveriniLuigi Biasetto, Luca Marchini, Nicola e Luigi Portinari, Aurora Mazzucchelli, Vincenzo Candiano e martedì 18 Heinz Beck, Iginio Massari, Fabio Baldassarre, Luca Veritti e Oscar Cavallera, Cristian e Manuel Costardi e per finire Alfonso Caputo. 
Come di consueto Gusto in Scena®, ospita 
altri eventi in contemporanea ovvero
I Magnifici Vini -  in cui cantine italiane e internazionali presentano il meglio delle loro produzioni, e Seduzioni di Gola -  rassegna di sfizi gastronomici.Il costo per partecipare ad entranbe è di € 20 per un giorno, € 35 per due e € 45 per tre.
Non mancherà  Fuori di Gusto, il coinvolgimento dell’intera Venezia attraverso ristoranti, bacari, le tradizionali osterie e alcuni grandi alberghi della città, che daranno il meglio della tradizione gastronomica del territorio a turisti, professionisti del settore, o semplici appassionati di gustare la gastronomia locale di mare e di terra.
Due gli spazi ai alto livello come The Westin Europa & Regina e l’Hotel Danieli. Che ospiteranno eventi speciali; il primo nel  ristorante La Cusina, l’Executive Chef Alberto Fol presenterà un menù è elegante e ricercato composto da quattro portate accompagnate da vini come Franciacorta Brut Satèn 2009- Il Mosnel di Barboglio, Lugana riserva vigne di Catullo 2011- Tenuta Roveglia, Lauro 2009 - Podere La Regola e Passito Le Cime Soc. Agr. Ricchi F.lli Stefanoni. L’appuntamento su prenotazione è per  lunedì 17 marzo dalle 21:00 alle 23:00 al costo di €125 a persona, cena, vini in abbinamento, IVA e servizio inclusi. Il secondo alla nuova Danieli Wine Suite con due appuntamenti : lunedì 17 marzo  dalle 18.00 alle 20.45 per una verticale dl Tignanello di Marchesi Antinori, degustazione le annate 1997- 1999- 2004- 2006- 2007- 2010 presentate da Renzo Cotarella, AD ed enologo dell’Azienda e martedì 18 marzo con degustazione dedicata all’Amarone Masi, guidata dalla proprietaria Alessandra Boscaini, degustazione verticale/orizzontale per approfondire la conoscenza del Re della Valpolicella attraverso tre declinazioni di Amarone, il Costasera Classico doc, il Vaio Armaron  e il Mazzano delle annate  2007 e 1997.  il costo di ogni degustazione è di €145 a persona. A concludere la manifestazione ci sarà la consegna della Tavoletta d’Oro, organizzato dalla Compagnia del Cioccolato, che premia la migliore produzione italiana di cioccolato.  Neria Rondelli 

domenica 9 marzo 2014

Cambio d’immagine per gli Sherry Romate

Jerez de la Frontera
Nasce in Andalusia  nel centro storico di Jerez de la Frontera, la città posta a cavallo fra il Mar Mediterraneo e l’Oceano Atlantico, la Sánchez Romate H.nos , celebre distilleria fin dal 1781 per i suoi Sherry e Aceti di Sherry. L’Azienda produce di uno dei Brandy più famosi del mondo, il Cardenal Mendoza Solera Gran Reserva.
Le Riserve Speciali degli Sherry Romate hanno cambiato il loro packaging. Anche la linea delle bottiglie si presenta diversa, più bassa e con la spalla più larga, e sono più pesanti. Sono impreziosite da etichette in carta vergata bianca posate diagonalmente sul vetro.
Le Riserve Speciali disponibili sul mercato italiano sono quattro.



Lo Sherry Riserva Speciale Fino Marismeño  con gradazione alcolica: 16 % vol. distillato da uve Palomino Fino, invecchiato più di 4 anni, può essere utilizzato come  un grande aperitivo.
Abbinamento ideale con formaggi, affettati, prosciutto spagnolo, crostacei.
Lo Sherry Riserva Speciale Amontillado NPU ha una gradazione alcolica leggermente superiore (18% vol.) caratteristiche analoghe al Fino ma invecchiato 30 anni  è eccellente con i salumi affumicati, le carni grigliate, i formaggi molto stagionati, la frutta secca.
Lo Sherry Riserva Speciale Oloroso Don José, sempre con gradazione 18% vol. e stesse caratteristiche, ma l’invecchiamento più di 18 anni,  lo rende speciale per accompagnare carni stufate o arrosto, di formaggi lungamente invecchiati, di noci.
Infine lo Sherry Riserva Speciale Pedro Ximenez Cardenal Cisneros (18 % vol.) distillato da uve Pedro Ximenez, invecchiato più di 15 anni, è indimenticabile abbinamento per gelati, dessert e formaggi erborinati.

I prodotti della Sánchez Romate H.nos sono distribuiti in esclusiva per l’Italia dalla Fratelli Rinaldi Importatori S.p.A., e-mail   info@rinaldi.biz, www.rinaldi.biz. Livia Elena Laurentino

martedì 4 marzo 2014

Le Gustosità di Neria - Raviolini Fritti di Carnevale



Martedì grasso... Ancora una volta il rito del Carnevale va rispettato Raviolini fritti o Sfrappole? .......dubbio da golosi.Preferiamo affondare i denti in un impasto morbido e goloso o lasciare sciogliere sotto il palato una sottile sfoglia croccante? Io preferisco indubbiamente la prima opzione cioè gustarmi i raviolini fritti.
Li preparo alla crema pasticcera, ma si possono farcire anche con marmellata, mostarda o crema alla nocciola.
 Ecco la ricetta dei Raviolini fritti alla crema
ingredienti per 6 persone
per l'impasto: 500 gr di farina, 150 gr di zucchero, 70 gr di olio di semi, 3 uova, 1 bustina di lievito per dolci da mezzo chilo, 1 pizzico di sale, olio di semi di arachide per friggere, zucchero a velo
per il ripieno: 1/2 lt di crema pasticcera
Mettere la farina a fontana su un tagliere, impastare tutti gli ingredienti e tirare una sfoglia abbastanza grossa. Con un bicchiere piccolo capovolto formare dei dischetti e riempirli con un cucchiaino di crema pasticcera o marmellata o crema alla nocciola.

Chiudere molto bene i bordi dei dischetti per evitare che si aprano durante la frittura. Friggere i raviolini in abbondante e caldissimo olio di semi di arachide.
Quando saranno freddi spolverizzarli con zucchero a velo.

Il vino in abbinamento: spumante dolce biologico Historia Doux dell'Azienda Zuffa di Imola.
Questo fine ed elegante spumante dolce dalle note floreali e dai sentori di frutta gialla matura, fresco, equilibrato,giustamente aromatico è ottenuto da un uvaggio di Chardonnay e Moscato. Si abbina a tutta la pasticceria dolce ma anche a torte o semplicemente è l'ideale per un brindisi di fine pranzo.
Temperatura di servizio 10 gradi.
Buon lavoro e buon appetito! Neria Rondelli

Mata Heri augura buon ascolto con - You can'y hurry love - Phil Collins

http://www.youtube.com/watch?v=Ao9SIKC48vg

domenica 2 marzo 2014

4 Marzo : sotto casa di Lucio per ricordarlo in musica


In ricordo di Lucio Dalla il 4 marzo a partire dalle 18.00 in tre punti prescelti del quartiere in cui abitava l' artista ( Piazza 4 novembre - Piazza de' Celestini  e al n 21 di Via D' Azeglio, ci saranno momenti live in cui ogni venti minuti musicisti si alterneranno sui pedane  denominate "suona e canta per Lucio", allestite per esibirsi in acustico. In Corte galluzzi poi sarà allestita una postazione  in cui chi  vorrà potrà lasciare un ricordo personale a Lucio o farsi fotografare ed entrare a far parte della pagina pubblica di Facebook 4 marzo sotto casa di Lucio, on line da alcuni giorni, creata appositamente per la manifestazione.
Il Teatro del Navile ha organizzato una serata in cui  alcuni artisti ricorderanno il cantautore bolognese attraverso le sue canzoni e le proprie. 



Sul palco che aprirà il sipario alle 20.00 ci saranno Ivano 127 Rosso, Stefano Fucili e Doctor Life e la rocker Pia Tuccitto che proporrà una serata in cui la cantautrice 
interpreterà, secondo il suo stile, tre brani di Lucio : Stella di mareCara e  La casa in riva al mare oltre ai suoi grandi successi E...,  Buon compleanno e l'ultimo singolo  7 Aprile .
Nel foyer sarà allestita una mostra fotografica di scatti inediti dedicata al cantautore bolognese.
La serata sarà ad ingresso libero per i soci  ma con prenotazione obbligatoria al numero 051 224243.
Livia Elena Laurentino