sabato 17 gennaio 2015

Prima del Torcolato , a Breganze si celebrano 20 anni di DOC



Nel cuore dell’inverno com’ è ormai tradizione, domenica 18 gennaio, a Breganze, va in scena la “ Prima del Torcolato “, manifestazione che onora non solo l’uva Vespaiola , autoctona di questa zona , ma soprattutto il suo più ricercato e raro Torcolato , vino che da essa deriva e che per tradizione dopo un lungo appassimento appeso ai “rosoli” ( spaghi dal dialetto locale n.d.r.) viene  spremuto proprio in questo periodo  con la cerimonia ufficiale la terza domenica del mese di gennaio. La piccola Breganze si anima con “il cibo di strada”, ma che rispetta la tradizione e quest’anno, affianca i tradizionali picconi arrostiti, alle fettuccine alla Braganzese, con ragù di torresan ( picconi locali che vivono sulle torri del campanile),  con il mercato dei prodotti tipici  e con la solenne cerimonia che la Magnifica Fraglia del Torcolato  farà in occasione del ventennale dell’acquisizione della DOC, proclamando l’Ambasciatore del Torcolato nel mondo 2015, premiando il vincitore del concorso dell’etichetta della Prima del torcolato 2014 e la nomina dei nuovi confratelli della congrega .

Una speciale Balthazar”, bottiglia da 12 litri, realizzata dal mastro vetraio Massimo Lunardon, verrà riempita con il vino dei quattordici soci del consorzio e sarà venduta per destinarne il ricavato ad un opera benefica.

Come di consueto alcune aziende come Tenuta Bastia di Montecchio Precalcino e Cà Biasi, Beato Bartolomeo, Col Dovigo, Maculan, IOMazzuccato, Miotti Firmino ed Eredi Vitacchio Guerrino a Breganze, saranno aperte dalle 10 alle 13 e dalle 17 alle 19 per accogliere gli ospiti con visite e degustazioni per il consueto Fruttaio Tour. Livia Elena Laurentino