giovedì 30 aprile 2015

La nuova App della Coldiretti per EXPO 2015

Per l'attesa inaugurazione di Expo 2015,  la Coldiretti ha presentato  “Farmersforyou”, l' App che sarà operativa proprio da domani 1°maggio. I visitatori italiani e stranieri sapranno con semplice clic dove dormire, mangiare o acquistare prodotti direttamente dagli agricoltori, con oltre mille riferimenti per l’Emilia Romagna, vera food valley italiana, e diecimila riferimenti per tutte le altre regioni italiane.  
L’App, in versione italiana e inglese, a seconda della lingua impostata sullo smartphone o sul tablet, permette di accedere a tutta la rete di Campagna Amica, il più grande circuito europeo di vendita diretta degli agricoltori. Per l’Emilia Romagna – informa Coldiretti regionale – sarà possibile scegliere tra 157 agriturismi, dove poter soggiornare nei più bei paesaggi della campagna emiliano romagnola, nei pressi di eccellenze paesaggistiche e culturali. Infatti, il 61,2 per cento degli agriturismi di Campagna Amica – ricorda Coldiretti Emilia Romagna –  sono all’interno o nelle vicinanze di parchi e riserve naturali, il 18,3 sono nei pressi di città d’arte; il 48,2 sono vicino a rocche e castelli di cui l’Emilia Romagna è ricca. L’App, inoltre, fornisce informazioni e indicazioni di 652 fattorie, 154 mercati, 24 botteghe e 17 ristoranti dove poter acquistare il vero made in Italy agroalimentare, con le grandi eccellenze dell’Emilia Romagna, dal Parmigiano Reggiano al Culatello, dall’Aceto Balsamico ai salumi Dop e Igp.
L’App ha un sistema di ricerca per settore, su base regionale o anche provinciale. In ogni scheda l’utente troverà informazioni riguardanti, i prodotti che si possono acquistare, una selezione delle eccellenze, la mappa per raggiungere il luogo, gli orari di apertura e chiusura, immagini e molto altro. Prevede anche il servizio di  geolocalizzazione che permette all’utente di visualizzare quello che è presente nel raggio di 30 km .

“Farmersforyou” sarà scaricabile sia su Apple store che Google play. Inoltre “Farmersforyou” sarà tra le App disponibili con TIM2go (www.tim2go.tim.it), il nuovo servizio di tablet sharing realizzato da TIM in collaborazione con Samsung.  Laura Neve 

domenica 26 aprile 2015

L'Erbana - Una selvatica in cucina di Beatrice Calia

L’ho definita una “piccola enciclopedia emozionale” il volume che la chef  Beatrice Calia ha pubblicato lo scorso mese L’Erbana Una selvatica in cucina, perché in fondo è proprio così.
Per chi per la prima volta si avvicina alla cucina naturale, non solo ma alla natura stessa intesa semplicemente come prestare attenzione a ciò che durante una passeggiata in campagna essa ci offre, ecco che questo piccolo volume può diventare il nostro compagno di viaggio. Beatrice Calia, come  si può intuire, è una chef speciale perché, non solo non mangia e non cucina nè pesce nè carne come molti ormai, è una vera e propria esperta di erbe, di qui la sua definizione di Erbana. La sua vita si divide tra i fornelli e Madre Natura, lei non sta solo in cucina, ma ama andare a raccogliere ciò che poi farà parte integrante dei suoi piatti. Inoltre per Beatrice è una mission, quella di condividere con le persone il suo stile di vita, insegnare ai bambini a cucinare senza fuoco, imparare a riconoscere piante e fiori, ma soprattutto rispettare ciò che è la nostra fonte di vita.
Così questo libro è un condensato di consigli, suggerimenti per modificare e migliorare anche il nostro stile di vita indirizzandosi verso un percorso più salutare, è il racconto di un’esperienza già vissuta che ha dato i suoi frutti. Infine non potevano mancare le ricette, semplici, ma assolutamente gustose e soprattutto utili per il nostro benessere, anche spirituale.
Il libro è arricchito dai disegni di Libereso Guglielmi e pubblicato dalle Edizioni Zem 

Per info sulle attività della chef : beatrice.calia@gmail.com tel.339.4021540
Livia Elena Laurentino

venerdì 24 aprile 2015

Le Gustosità di Neria - Una coppia vincente ortaggi e formaggi


Spinaci e ricotta, porri e robiola, piselli e caprino, asparagi e burrata, gorgonzola e carotine...Le verdure si uniscono al formaggio e insieme creano una grande armonia di sapori. Si trasformano in pietanze bellissime da vedere, facilissime da preparare e dal sapore irresistibile. Oggi ho preparato delle crêpes; ho usato la farina di grano saraceno per renderle più rustiche e saporite. Il ripieno è molto delicato; ho unito gli asparagi alla cremosa burrata...Una accoppiata vincente.
La ricetta delle Crêpes di grano saraceno, asparagi e burrata 
Ingredienti per 4 persone: 500 gr asparagi, 200 gr di burrata, 125 gr di latte, 1/2 bicchiere di acqua, 
10 gr di burro, 2 uova, 1 cipollato fresco, 
parmigiano grattugiato, olio extravergine di oliva, 100 gr.digrano saraceno, 50gr.di farina 0
sale, timo   
Come prima cosa preparare le crêpes mescolando le farine, 1 pizzico di sale, il burro fuso, il latte, l'acqua e mescolare con una frustaelettrica fino ad ottenere una pastella fluida; lasciarla riposare almeno 1 ora. In una padella del diametro di 18 - 20 cm,  imburrata leggermente, versare un mestolo di pastella e cuocere entrambi i lati. Si otterranno 8 crêpes. Pulire gli asparagi e separare le punte dai gambi; lessare questi ultimi in acqua salata e scolarli; tuffare nella stessa acqua le punte, scolarle dopo un paio di minuti e raffreddarle in acqua e ghiaccio. In una padella con un filo di olio soffriggere i gambi con il cippollotto. Frullare i gambi con la parte cremosa della burrata, 2  cucchiai di parmigiano  grattugiato ed aggiustare di sale e a piacere pepe bianco. Farcire le crêpes con una cucchiaiata di crema al formaggio, aggiungere qualche punta di asparagi  e chiuderle in quattro. In una teglia da forno imburrata, collocare le crêpes, mettere sopra ad ognuna qualche pezzetto dell'esterno della burrata, spolverizzare con parmigiano grattugiato ed infornare a 190 gradi per 5 minuti. Servire le crêpes di grano saraceno, asparagi e burrata caldissime completando il piatto con qualche fogliolina di timo. 
Il vino in abbinamento: Müller Thurgau Concilio I.G.T. Vigneti delle Dolomiti, vino frizzante ottenuto con metodo Charmat. Questo gradevole vino frizzante dal colore paglierino con riflessi verdolini,  con piacevole sentore aromatico di pesca e di rosa moscata, fresco, di medio corpo è un ottimo aperitivo e può essere abbinato a pietanze leggere e raffinate, anche a base di pesce. Temperatura di servizio 10 - 12 gradi. Il Müller Thurgau Frizzante Concilio è distribuito in Italia dalla Fratelli Rinaldi Importatori.  Buon lavoro e buon appetito. Neria Rondelli
Mata Heri augura buon ascolto con Yellow river – Christie 
 

mercoledì 22 aprile 2015

Parte FISH and CHEF 2015 con Moreno Cedroni a Malcesine


Debutta questa sera la sesta edizione di Fish & Chef la manifestazione dedicata all’alta gastronomia che si svolgerà sul Garda. L’edizione 2015 vedrà protagonisti non solo il pesce di lago, ma tutte le eccellenze che il territorio ospite propone. Tre sono le province coinvolte, quelle bagnate dal Benaco, che proporranno durante l’intera settimana, agli appassionati gourmet che vi parteciperanno cooking show di grande livello. Il programma di quest’anno prevede un’edizione diurna con degustazioni gratuite aperte al pubblico, dalle 11.00 alle 12.00 dove uno chef gardesano propone i prodotti gardesani secondo la propria ricetta in versione finger food, mentre nel pomeriggio si svolgeranno le degustazioni di Custoza nelle cantine di produzione.
Infine come di consueto la sera ci saranno le cene stellate (costo 60 euro con prenotazione direttamente negli alberghi). Sette le cene stellate vedranno 17 chef gardesani e non, affiancati, ecco i loro nomi Moreno Cedroni (2 stelle Michelin), Alessandro Gavagna (1 stella Michelin), Elio Sironi, Marco Sacco (2 stelle Michelin), Dirk Holberg (2 stelle Michelin), Nicola e Luigi Portinari (2 stelle Michelin), Leandro Luppi (1 stella Michelin), Paolo Cappuccio (1 stella Michelin), Stefano Baiocco (2 stelle Michelin), Andrea Costantini, Orietta e Maria Filippini (1 stella Michelin), Giovanna Germiniasi (1 stella Michelin), Giuseppe Sestito, Matteo Felter, Isidoro Consolini,
Massimo Fezzardi (1 stella Michelin), Gionata Bignotti (1 stella Michelin).
Il battesimo tocca allo chef Moreno Cedroni del Ristorante Madonnina del Pescatore di Senigallia che proporrà la sua versione delle delikatessen del Garda all’Hotel Bellevue San Lorenzo di Malcesine. Il 23 aprile a Riva del Garda nella suggestiva cornice dellHotel Lido Palace ci sarà Alessandro Gavagna, chef del ristorante friulano La Subida (Cormons).
Il 24 al Grand Hotel Fasano a Gardone Riviera  arriva,  al Ceresio 7 di Milano, lo chef Elio Sironi.
Una cena a quattro mani è prevista il 26 aprile al Ristorante Capriccio di Manerba, con i due fratelli Portinari - Nicola in cucina, Pierluigi sommelier del Ristorante La Peca di Lonigo (VI).
A Garda lunedì 27, presso l’Hotel Regina Adelaide, lo chef Andrea Costantini “presterà” momentaneamente la sua cucina a Marco Sacco del Ristorante Piccolo Lago, locale affacciato direttamente sul Lago di Mergozzo (Verbania). Dirk Holberg dal Ristorante Ophelia sul Lago di Costanza sarà il protagonista della serata 28 aprile all’Hotel Aqualux di Bardolino.
A La Casa degli Spiriti di Costermano, per mercoledì 29 aprile è previsto il gran finale con il Dream Team Lake Garda, composto dai top chef del Garda, che giocheranno in casa per interpretare i prodotti del loro territorio: Leandro Luppi, Paolo Cappuccio, Stefano Baiocco, Andrea Costantini, Orietta e Maria Filippini, Giovanna Germiniasi, Giuseppe Sestito, Matteo Felter, Isidoro Consolini, Massimo Fezzardi, Gionata BignottiTutte le info su ww.fishandchef.it  
Livia Elena Laurentino

lunedì 20 aprile 2015

Tarallo che passione ora anche gelato !

A Napoli i taralli, si sa, sono un'istituzione! L'azienda L di Leopoldo Infante, che da oltre settant’anni, tre generazioni, è produttrice del tarallo napoletano artigianale, ha deciso di dare ancora una volta nuova vita a questo prodotto tradizionale ed internazionale, perchè conosciuto nel mondo. Anni fa sono stati i primi a rilanciare questo cibo povero, riproponendolo secondo la ricetta originale, ma non solo anche secondo una rivisitazione in chiave moderna e più consona ai nuovi stili di vita, tanto che attualmente la L produce il primo tarallo vegano, senza sugna, con olio d’oliva e leggerissimo. 
Ma l'estate è ormai alla porte e la Leopoldo Infante lancia il gelato al gusto di tarallo napoletano.
Pepe, mandorle e gli altri ingredienti del celebre snack croccante, vengono lavorati in soffice gelato: bianco e ricoperto in superficie di mandorle e crumble di tarallo. Sapidità e dolcezza, morbidezza e croccante si fondono in un prodotto unico e di grande appeal. Sarà la novità dell estate 2015, da gustare a passeggio e perchè no come appetizer nelle prosssime cene gourmand. Livia Elena Laurentino


venerdì 17 aprile 2015

Le Gustosità di Neria – ASPARAGO… piatto forte di primavera



Con il suo delicato verde annuncia il risveglio della natura. Il suo fresco sapore è da preservare con cotture brevi, condimenti leggeri, abbinamenti con formaggi e golose uova. Gli asparagi sono i protagonisti incontrastati delle ricette di primavera. Questa è una verdura che amo particolarmente e che comincio già a cucinare appena li trovo anche forse un pò presto quando è ancora una primizia ed il prezzo è a volte esagerato. Per avere l'asparago verde di Altedo IGP  c'è da attendere ancora qualche giorno. Molteplici sono le ricette che di solito preparo; questa che propongo è velocissima e appetitosa che si può preparare proprio con i primi asparagi che sono ancora un poco piccoli e sottili. Può essere un antipasto o un ricco contorno.
La ricetta delle COPPIE VESTITE                          

Ingredienti per 4 persone: 600 gr di asparagi, 150 gr di fontina, 150 gr di prosciutto cotto, 2 cucchiai di parmigiano grattugiato, 2 cucchiai di pangrattato, 30 gr di burro
Scottare gli asparagi in acqua bollente salata per qualche minuto poi scolarli con attenzione per non danneggiare le punte. Avvolgere gli asparagi a coppie in una fettina di fontina e poi nel prosciutto. In una pirofila imburrata disporre le coppie di asparagi; spolverizzare con il parmigiano reggiano e un poco di pangrattato. Su ogni coppia disporre una piccola noce di burro e passare in forno ventilato a 170 gradi qualche minuto. Le "coppie vestite" saranno pronte quando il formaggio sarà sciolto e si sarà formata una crosticina in superficie; portarle in tavola calde, appena tolte dal forno; in abbinamento servire un vino bianco dagli aromi erbacei e fruttati con note aromatiche che ricordano le foglie di pomodoro come per esempio Sauvignon Blanc. Questo vino dal sapore asciutto, di buon corpo, piacevolmente acidulo pulisce piacevolmente il palato dalla moderata grassezza di questa pietanza. Temperatura di servizio 8 - 10 gradi. 
Buon lavoro e buon appetito!  Neria Rondelli
Mata Heri augura buon ascolto con  Yellow river – Christie 
https://www.youtube.com/watch?v=zGoHQ7c5I2I