venerdì 5 giugno 2015

Le Gustosità di Neria: Rotolini saporiti di porri e speck



Un passaggio veloce nella pastella, un tuffo nell'olio caldissimo ed ecco che zucchine, fiori, porri ed erbette novelle diventano croccanti delizie da gustare con l'aperitivo o come sfizioso antipasto. Ho preparato tre ricette velocissime ma di grande riuscita da servire agli ospiti all’ora dell’aperitivo: ROTOLINI SAPORITI DI PORRI E SPECK, FRITTELLE SOFFICI DI MISTICANZA, NASTRI DI ZUCCHINE ALLA MENTA.
Ma per ggi solo il primo suggerimento !
La ricetta dei Rotolini saporiti di Porri e speck.
Il consiglio nel preparare questi deliziosi involtini è quello di arrotolare, impastellare e friggere nel più breve tempo possibile, altrimenti rischiano di aprirsi. Per semplificare si possono fissare con uno stecchino da eliminare dopo la frittura.
Ingredienti per 4 persone: 2 porri, 200 gr di speck a fettine sottili, 1 albume, semola di grano duro, olio di arachide per friggere, sale e pepe
Eliminare un terzo della parte verde dei porri; tagliare le barbine è un pezzetto del fondo ed incidere appena con un coltello lungo un lato in modo da aprire le foglie a libro.                            

Separarle, lavarle una ad una sotto acqua corrente poi scottarle in acqua bollente salata per 1 minuto e scolarle. Disporre le foglie di porro sul tavolo da lavoro, distribuire su ognuna una fettina di speck piegata a misura ed arrotolare formando piccoli cilindri. Sbattere leggermente l'albume con un pizzico di sale e una macinata di pepe. Passare i rotolini prima nell'albume e poi nella semola, quindi friggerli in abbondante olio caldo finché non iniziano a dorare. Scolarli, lasciarli asciugare su carta da cucina, cospargerli con un pizzico di sale e servire i ROTOLINI SAPORITI DI PORRI E SPECK caldissimi. 
Per la presenza dello speck in questa pietanza, il vino giusto in abbinamento è sicuramente Lago di Caldaro Doc, vino rosso dell'Alto Adige.
Questo vino si presenta con gradazioni chiare di rosso rubino ed un gradevole profumo fruttato e floreale tipico della schiava, il vitigno in purezza dal quale si ottiene questa doc. È un vino di grande freschezza, leggero e delicato da bere assolutamente giovane. Oltre ai salumi e allo speck, questo vino si abbina ai formaggi e alla cucina tipica altoatesina. Temperatura di servizio 12-14 gradi.
Buon lavoro e buon appetito ! Neria Rondelli
  

Mata Heri augura buon ascolto con  Shake it up - The Cars 
https://www.youtube.com/watch?v=eq-yoorI7lo