venerdì 14 agosto 2015

Le Gustosità di Neria - Friggione bolognese


Domani è Ferragosto e questo contorno si adatta ad ogni menù !

Il Friggione bolognese è un contorno tipico la cui antica ricetta é stata depositata, con atto notarile il 19 novembre 2003 presso la Camera di Commercio di Bologna, dall’Accademia Italiana della Cucina. È un piatto povero, semplice ma gustoso e saporito; non è altro che un soffritto di cipolle e pomodori il cui segreto è la cottura, che deve essere lunghissima e a fiamma bassa. Questo è il periodo giusto per prepararlo perché ora i pomodori sono maturi e saporiti al punto giusto e le cipolle sono dolcissime. È una preparazione abbastanza lunga quindi il mio suggerimento è quello di cuocerne in abbondanza. Il Friggione alla bolognese una volta cotto si può conservare in freezer e il sapore rimane intatto come appena fatto.          


La ricetta del Friggione alla bolognese  
Ingredienti per 6 persone: 500 gr di cipolle bianche, 1000 gr di pomodori maturi meglio della tipologia Costoluto, 50 gr di olio extravergine di oliva, sale, 
Pulire le cipolle e tagliarle a fette abbastanza sottili. In un tegame scaldare l'olio, aggiungere la cipolla, un pizzico di sale e lasciala appassire a fuoco basso rigirandola ogni tanto. 
Nel frattempo portare a bollore una pentola d'acqua, tuffare i pomodori e lasciarli per qualche minuto. Scolarli e togliere delicatamente la buccia. Aggiungere i pomodori puliti dalla pelle alle cipolle che nel frattempo si saranno dorate completamente;  continuare la cottura delle verdure per almeno 4 ore a fuoco bassissimo. Il friggione alla bolognese si puògustare semplicemente con una fetta di pane, oppure con pezzetti di salsiccia o cubetti di prosciutto di Parma. Può essere servito anche come contorno ai bolliti di carne. 
Solitamente lo servo con salsicce cotte a parte, per sgrassarle, poi aggiunte al  friggione alla bolognese a fine  cottura. 

Servire questa robusta pietanza con un calice di Pinot Nero Trentino Doc; questo vino, molto esigente sia in vigna che in cantina, ha un colore brillante rosso rubino tenue; il Pinot Nero si esprime al naso con piacevoli profumi di frutta rossa e stimolanti note speziate; in bocca seduce con il suo sapore armonico e vellutato e la sua elegante struttura. Da degustare in ampi calici alla temperatura di 16 - 18 gradi. 

Buon lavoro e buon appetito ! Neria Rondelli
Mata Heri augura buon ascolto con Reeling in the years - Steely Dan  https://www.youtube.com/watch?v=s7V5-O8Zk2k