venerdì 18 dicembre 2015

Le Gustosità di Neria - Faraona all'uva



La faraona, allevata fin dagli antichi romani, snobbata dagli amanti della selvaggina, ė comunque un ottima alternativa al pollo. Le carni saporite di questo volatile si prestano ad  abbinamenti  insoliti, per esempio l'uva, che con il suo sapore acidulo e dolce rende la carne  della faraona morbida e saporita e dona a questa pietanza  l'eleganza degna dei pranzi delle Feste. 

La ricetta della FARAONA ALL'UVA 





Ingredienti per 4 persone: 1 faraona pulita, 200 gr di uva bianca,1 piccola cipolla, 10 fette di guanciale, mollica di pane sbriciolata, 2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato, 1 mestolo di brodo, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, 2 cucchiai di aceto bianco,  2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 2 cucchiai di burro, sale, pepe, noce moscata a piacere, timo e rosmarino

Fare soffriggere in una padella la cipolla, 1 cucchiaio di olio, 1 cucchiaio di burro e soffriggere dolcemente insieme la mollica di pane sbriciolata, il timo e rosmarino tritati; aggiustare di sale e pepe, noce moscata a piacere; mescolare, spegnere il fuoco e aggiungere il parmigiano. Lavare ed asciugare la faraona salarla e peparla internamente, quindi farcire con il ripieno. Avvicinare i lembi dell'apertura e fissarli con stecchini legno. Avvolgere il petto della faraona con le fettine di guanciale quindi legarla. Rosolarla velocemente in un tegame in tutte le sue parti, sfumarla con il vino.  Sistemarla in una pirofila che contenga la faraona a misura, spennellarla un poco con il restante olio, aggiungere il brodo e passarla in forno caldo a 170 gradi per 2 ore circa. 

Nel frattempo sbucciare l'uva  raccogliendone il succo di metà acini. 
A fine cottura sfornare la faraona, avvolgerla in un foglio di alluminio e farla riposare per una decina di minuti. Versare il fondo di cottura in un tegame, unire il succo d'uva e l'aceto e ridurre il liquido a fuoco basso. 
Filtrare la salsa, rimetterla sul fuoco, aggiungere il rimanente burro, gli acini sbucciati e scaldare il tutto per qualche minuto. Servire l’arrosto irrorato con la salsa e qualche fetta di polenta grigliata a piacere. 
Servire la FARAONA ALL'UVA  con un vino rosso di carattere come il Montefalco Sagrantino, armonico e di buona gradazione alcolica, vino perfetto per affrontare un arrosto di faraona con un ricco condimento. Temperatura di servizio 16 - 18 gradi. Buon lavoro e buon appetito! Neria Rondelli




Mata Heri augura buon ascolto con Freedom - Jimi Hendrix