venerdì 25 dicembre 2015

Le Gustosità di Neria: Il PAMPEPATO della VITTORIA


Auguri di Buon Natale con una fetta di pampepato. Questo goloso dolce di Ferrara, tipico del periodo natalizio, ha da pochissimo ottenuto il riconoscimento IGP portando così a quota  42 le DOP e IGP dell'Emilia Romagna. Io, che sono golosissima di questo dolce solitamente acquistato in pasticceria, quest'anno ho deciso di prepararlo in casa seguendo la ricetta della sig.ra Vittoria che ringrazio. Pensavo fosse un dolce molto complicato da preparare ma invece no è facilissimo ed ho scoperto anche che questo dolce, certo un po' calorico, è completamente privo di grassi e lieviti chimici… direi vegano. Sicuramente se ne potrà mangiare una fetta senza sensi di colpa gustandone pienamente la sua infinita bontà .




La ricetta: PAMPEPATO della VITTORIA
Ingredienti per 1 dolce di circa 800 gr:  di  200 gr di farina, 150 gr di zucchero o miele millefiori,  100 gr di mandorle, 50 gr di cedro candito, 50 gr di scorza d'arancia candita, 50 gr di cacao amaro in polvere, 30 gr di cioccolato fondente, 1 cucchiaino di spezie in polvere miste, (cannella, chiodi di garofano ecc.), la punta di 1 cucchiaino di ammoniaca per dolci, 1/2 bicchiere di acqua tiepida,  100 gr di cioccolato fondente per la copertura.In una casseruola sciogliere il cacao in polvere e il cioccolato fondente con il 1/2 bicchiere di acqua e lasciare intiepidire. 




Nel frattempo tritare la frutta candita, pelare le mandorle. Mescolare la farina con le spezie e l'ammoniaca, unire il miele ( io l'ho preferito allo zucchero), le mandorle, la frutta candita e mescolare con energia. Aggiungere la crema ottenuta con l'acqua e i cioccolati ed amalgamare energicamente l'impasto con le mani; la pasta dovrà risultare molto compatta e dura. 
Formare con l'impasto una pagnottina  a forma di cappello "papale" schiacciato (ecco perché questo dolce è anche conosciuto come PAMPAPATO); lasciare riposare 24 ore circa. Cuocere in forno a 170 gr per 50 minuti circa facendo molta attenzione a non bruciarlo il che è molto facile per la forte presenza di cioccolato. Sfornare , mettere il dolce su un ripiano  e lasciare raffreddare almeno mezza giornata.
Quando il dolce si sarà raffreddato, fondere il cioccolato e spalmarlo prima sul fondo, poi sul resto del dolce e lasciare asciugare. 
Il PAMPEPATO della VITTORIA si conserva in un luogo fresco  anche alcuni mesi. Con questo dolce al cioccolato abbinerei un bicchierino di rhum per esaltarne il cioccolato e le spezie.  

L'elegante Rhum Barbancourt 5 Stelle invecchiato 8 anni è secondo me il rhum ideale; ha aromi raffinati e fruttati con note che ricordano il vino Sauternes. Al palato è morbido e setoso con sentori di marmellata di albicocche, di croccante e torrone; di grande persistenza nel finale esce il miele e lo zenzero. E’ eccellente servito puro ma servito con ghiaccio ed una fettina di limone rivela la sua grande eleganza. Barbancourt è distribuito in esclusiva per l’Italia dalla Fratelli Rinaldi Importatori Bologna .
Buon lavoro, buon appetito e Buone Feste! Neria Rondelli