venerdì 5 febbraio 2016

Le Gustosità di Neria - La Salsa della Nonna Gigliola



A carnevale ogni tradizione vale ! Ecco dunque che non ci sono solo i dolci come sfrappole, ravioline alla crema o castagnole, ma esistono anche pietanze tradizionali che in questo periodo non dovrebbero mancare sulle nostre tavole. Ad esempio la domenica di carnevale si mangia la gallina quindi buon brodo, buoni tortellini o gustosi passatelli. 
Un vecchio detto in dialetto bolognese recita….”la dmanga ad cranvel la galenna bi’sàggn magner se no òi magna a cavzel”(la domenica di carnevale la gallina bisogna mangiare se no si mangia al capezzale). 
Onestamente non so se è solo una usanza di casa mia, tramandata da tante generazioni oppure appartiene davvero alla tradizione bolognese, comunque io la rispetto sempre. 
Quindi il mio pranzo della domenica di carnevale consiste in un buon brodo di gallina nel quale cuocio di solito tortellini (anche perchè sono gli ultimi poi c’è Quaresima…) e gallina servita lessata e calda con salsa che può essere la classica “salsa verde” oppure quando ho un po' di tempo preparo una salsa cotta, deliziosa adatta non solo per accompagnare i bolliti ma anche da
servire su pane abbrustolito per golose bruschette oppure può essere servita anche con formaggi stagionati ; è una salsa semplice ma richiede un poco di tempo sia nella preparazione delle verdure che devono essere tritate finissime rigorosamente con il coltello di ceramica per non ossidarle, sia nella cottura che è lunga come per un ragù di carne. Il risultato è davvero ottimo e piace proprio a tutti.

La ricetta della  SALSA di NONNA GIGLIOLA
Ingredienti per 4 persone: 1 cipolla dorata, 2 coste di sedano, 1 carota, 1 peperone rosso, 4 pomodori pachino maturi, 1 grosso mazzo di prezzemolo, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 pizzico di sale
Pulire le verdure e tritarle finissime con il coltello di ceramica. Non si deve assolutamente usare un mixer elettrico perché le verdure si ossidano con il calore. In un tegame a bordi alti e senza coperchio, mettere l’olio e aggiungere in sequenza la cipolla, il sedano, la carota, il peperone, i pomodori ed il prezzemolo. Mescolare , aggiungere il sale e cuocere a fuoco bassissimo, mescolando ogni tanto per almeno 3 ore. Spegnere il fuoco ed aggiungere un filo ancora di olio a crudo. 
Servire la SALSA DI NONNA GIGLIOLA in accompagnamento ai bolliti; è ottima anche con carni alla griglia, formaggi e bruschetta. In abbinamento un calice di un buon vino rosso come ad esempio Bolgheri Doc “Ruit Hora 2010” Caccia Al Piano , vino rosso elegante dai profumi complessi che passano da confetture rosse a vaniglia e pepe; in bocca è morbido, vellutato e caldo. L’uvaggio bordolese a base di merlot rende questo vino adatto da essere degustato a tutto pasto e ideale per accompagnare in particolare preparazioni di carni. Temperatura di servizio 16 – 18 gradi. Buon lavoro e buon appetito! Neria Rondelli