venerdì 20 maggio 2016

Le Gustosità di Neria: PESCHE RIPIENE


Da tempo desideravo cucinare questi dolcetti della tradizione bolognese e finalmente, recuperata una vecchia ricetta di famiglia, mi sono avventurata nella preparazione che confesso è un poco laboriosa ma alla fine dona molte soddisfazioni sia alla vista che al palato.

La ricetta delle PESCHE RIPIENE
Ingredienti per 40 pesche: 500 gr di farina di grano tenero tipo, 2 uova, 150 gr di zucchero, 90 gr. di olio di girasole, 2 cucchiai di yogurt greco, 1 bustina di lievito per dolci, scorza di limone grattugiata, 1 bustina di vanillina, ottimo liquore Alchermes.
Preparare una pasta morbida con tutti gli ingredienti, da lavorare sul tagliere con le mani. Se sarà necessario si può aggiungere ancora un poco di yogurt. Fare tante palline, tutte uguali, grandi come una noce e disporle, un poco distanziate, su una placca rivestita da carta forno. 
Ogni infornata dovrà cuocere a circa 189 gradi per 10 -15 minuti. Le palline saranno cotte quando assumeranno un colore dorato. Una volta raffreddate, scavare delicatamente ogni pallina con la punta di un coltello, togliendo un poco di pasta. Le pesche andranno farcite con crema pasticciera o crema al cioccolato, unite due alla volta dalla parte piatta, infine bagnate con l' alchermes e passate nello zucchero semolato. Decorare i dolcetti con una foglioline di zucchero o menta fresca. 
Gustare le deliziose pesche ripiene con un calice di Recioto della Valpolicella Classico dell’Azienda Accordini Igino
Questo eccellente vino dolce di grande struttura è ottenuto da uve Corvina Rondinella Corvinoni, selezionate direttamente sulle piante per garantire la primissima scelta e appassite successivamente sugli appositi graticci fino a metà febbraio. Dopo la prima fermentazione il vino viene trasferito in piccole botti per affinarne i profumi ed il sapore. Nasce così un vino eccellente, amabile e vellutato, dai profumi di viola, dal sapore di mandorla e vaniglia, persistente, elegante perfetto da degustare non solo con il cioccolato fondente, ma anche con formaggi erborinati e pasticceria in genere. Temperatura di servizio 14- 16 gradi.  Buon lavoro e buon appetito ! Neria Rondelli