venerdì 10 giugno 2016

LO AND BEHOLD, REVERIES OF THE CONNECTED WORLD





In apertura della dodicesima edizione del Biografilm Festival ho assistito all'anteprima di LO AND BEHOLD, REVERIES OF THE CONNECTED WORLD del regista Werner Herzog la cui visione è più che consigliata, anzi una sola volta potrebbe non essere abbastanza.


È un documento necessario,limpido, ordinato e delicato che tratta un capitolo dell'umanità dal quale non è possibile estraniarsi, perché internet, il web e le sue applicazioni sono ormai parte integrante del nostro vivere quotidiano, anche se non si è nativi digitali o l'attitudine personale non è delle più tecnologiche.
In 98 minuti di visione si concentrano gli spunti per una profonda riflessione sulla nostra condizione attuale e ci fa riappropriare di quella "consapevolezza digitale" che è possibile con la forza dell'abitudine la ripetitività delle azioni e la confidenza con i mezzi tecnologici perdere di tanto in tanto.
Stasera per sicurezza torno a vederlo! Matteo Simonetti