domenica 31 luglio 2016

Una "Not(t)e per il cuore" a Forte dei Marmi

Il 28 luglio Forte dei Marmi diventa cornice ad arte per una magnifica serata musicale interamente dedicata alla beneficienza, raccolta fondi destinata all’OPA - Ospedale del Cuore Pasquinucci di Massa, centro di cardiologia, di rilevanza internazionale, altamente specializzato nella diagnosi, nella cura e nel trattamento delle cardiopatie congenite, dal neonato all’adulto.
L’evento è stato organizzato da Claudia Pierucci, operatrice sanitaria, Martina Orlandi e Dario Leonardi (genitori di una splendida bambina in cura presso l’ospedale). 


Hanno presentato la serata Fausta Belli e Andrea Secci di Radio Nostalgia: presente l professor Luciano Ciucci, direttore dell’OPA, che ha ringraziato visibilmente  emozionato,  l’intero pubblico per la calorosa partecipazione  e il suo team per il grande impegno.

Lo spettacolo si è aperto con il coro “Beata Assunta Marchetti”, formato da bambini e adulti insieme, che dopo la loro esibizione hanno introdotto la cantautrice Pia Tuccitto e Federica Lisi Bovolenta.

Insieme  hanno presentato un estratto del reding musicale "ioelei", che da quasi un anno gira l'Italia.

Di seguito si esibiscono gli OPAque, una band d’eccezione: tutti i componenti lavorano nella struttura ospedaliera.



Inoltre sul palco Francesco Guasti, I Soci, Lorenzo Tornabuoni, i Woodo Child, Andrea Fumagalli in arte Andy e Skip.
Lo spettacolo si è concluso con una performance, che ha visto coinvolti tutti gli artisti presenti, un omaggio grintoso ed energico a David Bowie.
Atmosfera familiare ed emozioni forti hanno scaldato i cuori del pubblico presente che ha risposto con grande entusiasmo e generosità. Testo e foto by Joanna Marioni


sabato 30 luglio 2016

PREMIO LUNEZIA 2016 by Joanna Marioni (2° parte)


Il Festival della Luna è un evento che ogni anno raccoglie il consenso del pubblico; è magnifico il colpo d'occhio sulla piazza Menconi che risplende ed accoglie come in abbraccio caloroso i fans dei vari artisti giunti da tutt'Italia, i tanti turisti e la gente del posto che ogni estate attende con affetto lo spettacolo che è ormai parte della tradizione.
Il Premio Lunezia 2016 è stato dedicato alla nobile causa umanitaria di Mission Bambini e ha visto per la prima volta il Patrocinio del Ministero della Cultura; in collaborazione con RaiIsoradio, RaiCultura, RaiGulp, Nazionale Italiana Cantanti, Studi d'Arte - Cave Michelangelo - Centro Lunigianese di Studi Danteschi, Montresor.  Testo e foto by Joanna Marioni

THE KOLORS
EDOARDO BENNATO
MORBO
EVA

CHIARA DELLO IACOVO
MORENO

PATRIZIA CIRULLI & SERGIO MUNIZ
















































































venerdì 29 luglio 2016

Le Gustosità di Neria: INSALATA di POLLO & PESCHE CON LE MANDORLE




Estate, voglia di fresche e leggere insalate. Ecco qui la ricetta della mia insalata, dove fettine sottili di petto di pollo e pesca noce si rincorrono nel piatto su un letto di misticanza. La dolcezza della frutta rende questa pietanza un secondo molto sfizioso. E’ da provare piacerà sicuramente... 
La ricetta dell' INSALATA DI POLLO & PESCHE CON LE MANDORLE 
Ingredienti per 4 persone: 200 gr di petto di pollo, 2 foglie di salvia, 1 rametto di rosmarino, 1/2 limone, 1 pesca noce non molto matura, 20 gr di mandorle a lamelle, 100 gr di misticanza, 1 cucchiaio di paprica dolce, sale, pepe, olio extravergine di oliva
Cuocere il petto di pollo alla griglia con il rosmarino e la salvia. Salarlo, lasciarlo intiepidire ed affettarlo poi finemente. Lavare la pesca, tagliarla a lamelle, alternare nei piatti le fette alle fettine di pollo grigliato; ultimare con foglie di misticanza e le mandorle a listarelle; condire con una emulsione di 4 - 5 cucchiai di olio extravergine di oliva, limone, paprica dolce ed un pizzico di sale; spolverizzare a piacere con pepe macinato fresco.

Servire l'INSALATA DI POLLO E PESCHE CON LE MANDORLE con un calice di Nosiola, vino bianco ottenuto dall'unico vitigno autoctono a bacca bianca del Trentino. Le uve provengono dai vigneti coltivati nella Valle dei Laghi che crescono rigogliosi beneficiando del terreno particolarmente ricco ed asciutto e maturano perfettamente con la brezza che arriva dal vicino lago " L'Ora del Garda", apportando a queste uve caratteristiche uniche. Nosiola Cantina di Toblino, vino fruttato con caratteristico sentore di nocciola fresca, da qui il nome, secco, piacevolmente fresco, leggermente aromatico è ottimo come aperitivo, con pietanze di pesce di lago, verdure, carni bianche, perfetto con la mia fresca ed estiva INSALATA DI POLLO E PESCHE CON LE MANDORLE. Temperatura di servizio 8 - 10 gradi.
Buon lavoro e buon appetito! Neria Rondelli





giovedì 28 luglio 2016

PREMIO LUNEZIA 2016 by Joanna Marioni (1° parte)

Marina di Carrara scenario incantevole per la manifestazione che da 21 anni celebra il valore "musical letterario" della musica italiana, il Premio Lunezia.
Stefano di Martino, patron della manifestazione, con il suo magnifico team, si dimostra sempre attento a valorizzare l'arte-canzone.
Giovani talenti, grandi nomi e spazio a tutti i generi musicali sono da sempre il paradigma vincente.
Ad aprire le serate la sigla ufficiale del Premio Lunezia "Parole senza musica" di C.Rizioli - S.Solieri - G.Curreri interpretata da Loredana D'Anghera.
Sul prestigioso palco hanno presentato Sabino Zaba e Alice Sabatini Miss Italia 2015. La giuria composta da Dario Salvatori, Marco Ramazzotti e Loredana D'Anghera hanno decretato come vincitore delle Nuove Proposte Giacomo Runco, in arte Eva, con la canzone "Un soffio di vento", magistralmente interpretata.
Fausto Leali, Edoardo Bennato, The Kolors, Baby K, Francesco Gabbani, Moreno, Morbo, Sugarfree, Andrea Mirò&Perturbazione, La Scapigliatura, Ermal Meta, Chiara dello Iacovo, Chiara Grispo sono solo alcuni dei nomi dei numerosi artisti premiati o ospiti della manifestazione.
Francesco Gabbani

FAUSTO LEALI
ANDREA MIRO'
SUGARFREE
PIER DAVIDE CARONE
BABY K
CHIARA GRISPO

 In alto da sinistra SILVIA APRILE, TAURINA BROSS, CECILIA CESARIO, ERMAL META, ANTONIO FERRARI, SIMONE FORNASARI, JOE DAMIANI, MAPPO, LA SCAPIGLIATURA





mercoledì 27 luglio 2016

I SUBSONICA a Sarzana - Immagini di Joanna Marioni

Una vera e propria festa per i Subsonica a Sarzana, il loro "alternative rock" non fa smettere di ballare la gremita piazza Matteotti.
La band festeggia i 20 anni di carriera con una splendida scelta di pezzi, con tre brani per ciascun album pubblicato hanno fotografato sapientemente la loro storia musicale.
Come di consueto non sono mancati interventi e riflessioni a mettere in luce aspetti sociali che hanno accompagnato l'atmosfera "retrofuturista" con suoni ricercati e tanta grinta e energia contagiosa.


Testo e foto di Joanna Marioni

lunedì 25 luglio 2016

Spaghetti alla Bolognese Vs Tagliatelle al ragù


Un gruppo di amici ed addetti ai lavori, Giulio Biasion - editore, Umberto Faedi - giornalista enogastronomo, Piero Valdiserra - responsabile marketing e giornalista, Franco Mioni - esperto di cucina internazionale e giornalista, Vincenzo Spampinato - ristoratore ed operatore culturale e Neria Rondelli - enogastronoma sommelier e blogger, fondono, nella primavera del 2009, la
Balla degli Spaghetti alla Bolognese. La mission dell'associazione è semplice: utilizzare la fama mondiale degli Spaghetti alla Bolognese, piatto “falso”, che sembra non esistere, per rilanciare l’immagine di Bologna, dalla cultura all’arte, partendo proprio dal ragù alla bolognese, pilastro della gastronomia felsinea. E' innegabile che gli Spaghetti alla Bolognese, per essere inesistenti come molti puristi sostengono, sono un piatto non solo presente nei menù dei ristoranti internazionali, e particolarmente amato dagli Inglesi, ma è così famoso da essere richiesto dagli stranieri che vengono in Italia, tanto che molti ristoratori ce l'hanno in menù.
Il nome “balla” è stato scelto perché “bala, in dialetto bolognese, significa gruppo di amici, compagnia; in termine universitario “balla” è intesa come compagnia goliardica ed infine in italiano “balla” è bugia, falso, frottola. Ecco che la Balla degli Spaghetti alla Bolognese gioca sull’equivoco facendo riferimento ad un piatto che “sembra” non esistere per parlare di Bologna. Chi l’ha detto però che a Bologna questo piatto non esiste…mah!!! Molti bolognesi sostengono che invece esiste e che in famiglia, quando l’addetta alla cucina, l’azdora, non aveva pronte le tagliatelle, presentava in tavola gli spaghetti sempre conditi comunque da un ottimo ragù. Ecco che partendo da questo annoso dilemma il 14 luglio scorso si è tenuto, presso l’Azienda Agricola Gaggioli di Zola Predosa (Bo), il primo processo agli Spaghetti alla Bolognese. Il processo si è tenuto durante una tradizionalissima cena petroniana a base di Mortadella e Salame Rosa con crescentine, di tagliatelle classiche al ragù, con gli inquisiti e squisiti Spaghetti alla Bolognese, polpette con i piselli e dalla tradizionale Torta di Riso. Tra un calice dell’ottimo vino ed una forchettata delle succulente pietanze, il dibattito tra il collegio di difesa presieduto da Valdiserra e Faedi e la pubblica accusa rappresentata da Carlo Gaggioli si è fatto molto serrato, ma la notizia importate è che i giurati, rappresentati da un centinaio di commensali chiamati a giudicare i due piatti, hanno votato ed il risultato è stato di un clamoroso pareggio. La sentenza quindi è rimandata al prossimo processo la cui data ed il luogo sarà comunicata al più presto dalla Balla degli Spaghetti alla Bolognese. Vi aspettiamo numerosi.
Neria Rondelli

domenica 24 luglio 2016

A Grado l'ultimo appuntamento estivo dei Concerti del Gusto di Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori


Si concluderà con una Cena Spettacolo, mercoledì 27 luglio, l'appuntamento estivo dei Concerti con Gusto Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori.  Lungo la passeggiata al mare di Grado Questo è l’ultimo 20 chef della ristorazione friulana, daranno il meglio di sè in una cena spettacolo dal raffinato menu che rende omaggio alla cucina estiva, ricca di sapori e profumi.  Il abbinamento ai piatti ci sarnno i vini delle migliori cantine friulane. Ecco l'elenco dei ristoranti presenti all'evento: Al Bagatto
di Trieste: Il giardino Zen con Pinot Bianco di Venica&Venica; Al Gallo di Pordenone: Anello di calamaro ripieno con brunoise di melanzana e pomodori S.Marzano con Ribolla Gialla di Eugenio Collavini; Al Grop di Tavagnacco: Orzotto ai legumi con pomodorini confit e basilico con Friulano del Castello di Spessa; Al Lido di Muggia: Pesce spada marinato con pepe rosa con Sauvignon di Livon; Al Paradiso di Paradiso: Trota affumicata con mousse di cetriolo, aneto e le sue uova con Chardonnay di Livio Felluga; Al Ponte di Gradisca d’Isonzo: Composta di pomodori S.Marzano, scampi e bufala soffiata con Cladrecis Bianco di Sirch; All’Androna di Grado: Risotto al cefalo in “boreto” con la sua bottarga e profumo di lime con Schioppettino di Petrussa; Campiello di S. Giovanni al Natisone: Carpaccio di tonno e salsa di capperi con Vistorta Rosso di Vistorta; Carnia di Venzone: Arrostino freddo di coniglio con ciliegino al basilico con Pinot Nero di Forchir; Costantini di Tarcento: Raviolo verde ripieno ai frutti di mare con Pinot Bianco di Marco Felluga – Russiz Superiore; Da Nando di Mortegliano: Il maiale trova il filetto e il tartufo di Muzzana con Pinot Nero di Villa Parens; Da Nando di Mortegliano: La polenta condita e i porcini con Merlot del Castello di Buttrio; Da Toni di Gradiscutta: Zuppa di purè di piselli con code di gambero e profumo di aneto con Pinot Bianco di Ermacora; Ilija di Tarvisio: Orzotto con spinaci della montagna con spuma di ricotta affumicata con Vintage Tunina di Jermann; Là di Moret di Udine: Lo sgombro e le sue erbe lattofermentato con Vanessa di Ronco delle Betulle; La Subida di Cormòns: Il vitello a pascolo nella laguna di Grado con Vitovska di Zidarich; La Taverna di Colloredo di M.Albano: Il tonno tonnato e il Wasabi con Ribolla Gialla di La Viarte; Lokanda Devetak di San Michele del Carso: Gelato al Lustrik (sedano selvatico) con pinzimonio all’olio del Carso e craker di lievito madre con Comemivuoi di Di Lenardo; Sale e Pepe di Stregna: “Andando per malghe e boschi” con Vespa di Bastianich; Vitello d’Oro di Udine: Calamari di pasta fresca con grancioporro e cetrioli con Collio Bianco di Edi Keber.


Oltre a piatti prelibati studiati per l'occasione  gli ospiti potranno degustare prodotti  particolari e tipici come: l’Aceto di Sirk; i salumi d’oca e i prodotti di Jolanda de Colò di Palmanova; il prosciutto al cartoccio di Dentesano; il prosciutto crudo di San Daniele di DOK Dall’Ava; le golosità a base di trota di FriulTrota di San Daniele; i formaggi della Latteria di Cividale; il baccalà mantecato,  battuto nel Mulino con macine a pietra Zoratto 1450;  i pani de Il Forno di Rizzo di Tarcento; i dolci della Pasticceria Simeoni di Udine; la Gubana Maria Vittoria di Dall’Ava Bakery; i gelati della Gelateria Scian di Cordenons; il caffè di Oro Caffè di Udine; i tartufi di Muzzana Amatori Tartufi. Non mancheranno  i cocktail a base di distillati dell'azienda Nonino e le sue pregiate grappe.
La Cena Spettacolo, per la quale è  gradito l’abito elegante, ha un costo di 55 euro è prenotabile allo 0432 538752. info@friuliviadeisapori.it Matteo Simonetti



venerdì 22 luglio 2016

Le Gustosità di Neria: SCALOPPE di PETTO d’ANATRA alle CILIEGIE





Questa che ho preparato è una ricetta semplice, gustosa e prelibata, da preparare quando si hanno ospiti per fare bella figura ed in breve tempo. Le cotture sono velocissime e il risultato è sempre soddisfacente, Con le ultime e dolcissime ciliegie ho preparato la salsa di accompagnamento alla carne e devo dire che il risultato è stato ottimo.

La ricetta delle SCALOPPE di PETTO d’ANATRA alle CILIEGIE

 

Ingredienti per 4 persone: 2 petti di anatra, 1 rametto di rosmarino, 1 rametto di salvia, 400 gr di ciliegie, 1 cipolla fresca di Tropea, 1 bicchiere di vino rosso, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale, pepe.

Affettare la cipolla e rosolarla dolcemente in una padella con l'olio. Aggiungere le ciliegie denocciolate, mescolare dolcemente ed aggiungere il vino rosso poi unire il rosmarino. Continuare la cottura e quando il vino sarà completamente evaporato aggiungere un pizzico di sale, mescolare delicatamente, spegnere il fuoco e temere in caldo la salsa.
Incidere ora la pelle dei petti di anatra con tagli paralleli ed incrociati. 
Scaldare moltissimo (deve essere rovente) una piastra, anche antiaderente, e rosolare per almeno 5 minuti i petti di anatra prima dalla parte della pelle poi rigirarli e continuare la cottura per altri 2 minuti.
Ora mettere i petti di anatra rosolati in forno caldo e cuocere per 10 minuti dalla parte della pelle, che diventerà ancora più croccante. I petti dovranno risultare rosolati all’esterno, rosei all'interno e morbidi. Togliere la carne dal forno, avvolgerla in carta forno e farla riposare al caldo per qualche minuto poi tagliarla a fette alte 1 cm; impiattare la carne con le ciliegie stufate, qualche ago di rosmarino fresco ed una spolverizzata di pepe.
Servire le SCALOPPE di PETTO d'ANATRA CON CILIEGIE con un calice di vino rosso di buona struttura.


Ho abbinato a questo piatto Merlot Lison Pramaggiore Doc, lo stesso che ho usato per cucinare la salsa di ciliegie. Questo vino rosso rubino carico con sfumature violacee, dal profumo netto, gradevole, fruttato con note di piccoli frutti rossi, con lieve e piacevole nota erbacea, dal sapore secco, equilibrato, di buona struttura ed elegante corposità si abbina perfettamente ai sapori complessi e decisi della mia pietanza. Temperatura di servizio 14-16 gradi.



Buon lavoro e buon appetito ! Neria Rondelli







giovedì 21 luglio 2016

TRAMONTO DiVino 2016 dal 25 luglio in giro per L'Emilia Romagna


Torna Tramonto Divino, il road show delle tipicità regionali, meglio definito come " la carovana del gusto", ovvero un percorso itinerante che coniuga 44 eccellenze gastronomiche ad un migliaio di etichette di vini dell'Emilia Romagna. Tutta la costiera e le città d'arte al tramonto offriranno la possibilità di degustare i prodotti del territorio abbinati ai vini regionali secondo un calendario prestabilito; si parte il 25 luglio da Milano Marittima  e a seguire il 3 agosto a Cesenatico, il 27 a Rimini, il 2 e3 settembre a Parma insieme al Festival del Prosciutto,  il 6 a Zola Predosa in provincia di Bologna, il 7 a Ferrara, il 9 a Piacenza in occasione del " Mare di Sapori" ed infine il 24 a Torino con destinazione il Salone del Gusto. Durante la serata inaugurale del 25 luglio ci sarà anche la premiazione dei Migliori Metodo Classico selezionati da AIS, terza edizione del Premio ideato per omaggiare la produzione di bollicine regionali, anche nelle versioni rosè e rossi e Metodo Ancestrale. Per ogni serata del tour due prodotti tipici avranno una particolare attenzione che verranno "raccontati " al pubblico presente. Per gli internauti occasione in più per essere partecipativi, vista la presenza di corner allestiti per fare selfie individuali o di gruppo e la possibilità di partecipare al concorso fotografico con Istagram attraverso l'hashtag #tramontodivino2016. Gastronauti e wine lover impenitenti potranno sbizzarrirsi e la foto che si aggiudicherà più like riceverà omaggi enogastronomici  e il passaporto per l'ingresso gratuito per due persone per l'edizione 2017.
Anche l'App gratuita Emilia RomagnaWine&Food, presentata in occasione del Vinitaly, sarà un ottimo strumento per destreggiarsi tra le proposte del territorio ed il ricco calendario. 
Il Museo del Gelato Carpigiani di Anzola Emilia affiancherà tutte le tappe dell'edizione 2016 di TramontiDiVino, concludendo la degustazione con un assaggio di gelato in abbinamento ai prodotti tipici.
Tramonto Divino è stato ideato da Agenzia Prima Pagina, che realizza ed edita anche la guida "Emilia Romagna da bere e da mangiare ", col patrocinio della Regione Emilia Romagna, Union Camere, Enoteca Regionale e AIS, oltre alle Strade dei vini e dei sapori e ai Consorzi dei principali prodotti Dop e Igp dell'Emilia Romagna.
Per accedere alle degustazioni è previsto un ticket di 15 euroche consente ilritiro di una copia dell Guida , un calice  ed un carnet di assaggi. Info e programma sul sito www.emiliaromagnavini.it .
Livia Elena Laurentino

mercoledì 20 luglio 2016

Albana, Sangiovese e Pagadebit i vini romagnoli...On the Beach

E' iniziata lo scorso week end e proseguirà fino al 12 agosto, l'iniziativa “Vini di Romagna - DOP ON THE BEACH” , organizzata dal Consorzio Vini di Romagna con l'obiettivo di far conoscere e apprezzare al grande pubblico i vini tipici della zona. Quattro gli stabilimenti balneari in cui saranno allestiti dei corner promozionali in cui oltre alla presenza di materiale promozionale realizzato ad hoc per l’evento, verranno offerti in degustazione calici serigrafati con il marchio del Passatore, simbolo del Consorzio Vini di Romagna, quattro vini : Romagna Albana DOCG, Romagna Pagadebit DOC nelle versioni fermo e frizzante, Romagna Sangiovese DOC.
L'iniziativa si svolgerà a Cesenatico al Bagno Vally n.53 e al Bagno Nettuno levante n.28, a Milano Marittima al Bagno Dario n.315/316 e a Pinarella di Cervia al Bagno Giardino n.72/73.
Matteo Simonetti

martedì 19 luglio 2016

SEDICI CUORE la tre giorni di sport, solidarietà e spettacolo per la cardioprotezione a Marina di Ravenna

Dopo la Notte Azzurra e la Notte Rosa ci sarà in Romagna, precisamente a Marina di Ravenna un intero week end ROSSO CUORE, il fil rouge che animerà per tre giorni, il 22, 23 e 24 luglio, questo tratto di riviera.
Sedici Cuore, l'evento ideato e organizzato da Federica Lisi, per ricordare il marito Vigor Bovolenta il campione mancato quattro anni fa, ha un grande obiettivo quello di iniziare attraverso la sensibilizzazione e la formazione del personale, a cardio proteggere la costiera di Marina di Ravenna. Nei giorni scorsi grazie ad una cena di beneficenza che si è tenuta al Matilda sono stati raccolti i fondi necessari all'acquisto del primo defibrillatore, primo di tanti. Con le iniziative messe in campo con l'evento Sedici Cuore sarà possibile raggiungere un traguardo ambizioso sì, ma che Federica ha reso possibile.
Attraverso la onlus Noi non ci lasceremo mai creata Federica e sostenuta con grande impegno da molti volontari e amici,  venerdì 22 luglio inizierà una maratona di sport, musica, spettacolo e divertimento per grandi e piccini, che animerà Piazza Dora Markus e Marinara a partire dalle 18.00.

Ed ecco il programma della tre giorni Sedici Cuore :

22 luglio

alle 18:00 in piazza Dora Markus e MARINARA: un susseguirsi di spettacoli, partite di calcetto, intrattenimento per bambini e tanto sport.

alle 18:30 presso Piazzale Adriatico: una podistica organizzata da AVIS, associazione partner dell'evento insieme a Linea Rosa, ADMO e Pubblica Assistenza di Ravenna.

alle 21:15 in piazza Dora Markus: il concerto della Corale 21 di Bologna, che interpreterà insieme alla cantautrice Pia Tuccitto anche il suo ultimo singolo 7 Aprile, a seguire lo spettacolo con i comici di Zelig e Colorado.

23 luglio
alle 14:00 quinto appuntamento con il Bovelix e il mini Bovelix - Torneo di Beach Volley presso bagno Obelix e Kia Orana.

24 luglio
alle 13:00 inizia la Regata del Cuore, con partenza dal porto di Marinara, aperta a tutte le imbarcazioni e, alle 17:00 Sedici Cuore si concluderà con la Catena del Cuore, che unirà 16 km di costa e 120 bagni della Romagna: una grande Ola di cuori unirà tutti i presenti grandi e piccoli per ricordare Bovo e soprattutto per “non mollare mai ...” Livia Elena Laurentino

lunedì 18 luglio 2016

Dal 21 al 24 Fiera dello Scalogno IGP di Romagna.a Riolo Terme

A Riolo Terme, piccolo comune delle colline ravennate, dal 21al 24 luglio si svolgerà La Fiera dello Scalogno di Romagna.
Questo piccolo bulbo, della famiglia delle Liliace, qui ha trovato la zona di elezione per la sua coltivazione tanto da ottenere l'IGP nel 1997.
Il punto focale di questo appuntamento, che si ripete tutti gli anni dal 1992, termine del periodo della raccolta, è ovviamente l'aspetto gastronomico.

Infatti oltre alla mostra mercato che si dipanerà nelle strade della cittadina  dove si potrà acquistare, direttamente dai produttori, lo scalogno sia fresco che lavorato  e messo in vasetto come sott'olio o sott'aceto, il protagonista della fiera  lo si potrà gustare presso i ristoranti che in questa occasione realizzano piatti a lui dedicati.

Al Parco Pertini la Pro Loco ha organizzato come di consueto un grande stand gastronomico con menù tematico come riso, tagliolini, frittata e arrosto tutto condito con lo scalogno.

Alla sera musica e spettacoli concludono le giornate.
Per ulteriori informazioni www.terredifaenza.it
oppure 0546 71044
Matteo Simonetti