venerdì 20 ottobre 2017

Gustosità di Neria - CIPOLLE RIPIENE al FORNO


Le verdure spesso sono relegate a ruolo di semplice contorno ma, preparate e abbinate nel modo giusto, possono diventare anche un secondo leggero e gustoso. Oggi ho preparato una pietanza con dolcissime e delicate cipolle di Giarratana. Buonissime da provare...




La ricetta delle CIPOLLE RIPIENE al FORNO 



Ingredienti per 4 persone 4 grosse cipolle di Giarratana, 200 gr di bietola, 100 gr di caciocavallo, 10 pomodori secchi, olio extravergine di oliva, sale, pepe

Sbucciare le cipolle, lavarle sotto l'acqua corrente e sbollentarle per 5 minuti in acqua leggermente salata. 
Terminata la cottura, scolarle e lasciarle raffreddare. 
Preparare intanto le bietole: pulirle, metterle in un recipiente e lavarle ripetutamente per eliminare i residui di terra. 

Senza asciugarle farle appassire per qualche minuto in una grossa padella antiaderente. Svuotare parzialmente le cipolle, quindi tritare grossolanamente la parte asportata con le bietole ben strizzate. 

Mettere il composto in una ciotola e unire il caciocavallo grattugiato e i pomodori secchi tagliuzzati fini; aggiustare di sale e pepare a piacere. Preriscaldare il forno a 180 gradi. 

Riempire con il ripieno preparato le cipolle. Disporle in una pirofila da forno unta leggermente con l'olio e infornarle per quindici minuti circa fino a fondere il formaggio.
Servire CIPOLLE RIPIENE al FORNO calde , ma sono ottime anche tiepide.Un calice di Oppidum Moscato di Terracina Doc Secco Cantina Sant'Andrea completerà piacevolmente questo delicato secondo piatto. 
Il moscato di Terracina è un eccellente vino bianco che si produce nella parte meridionale del Lazio; ha origini antichissime infatti sembra che la coltivazione dell’uva moscato sia stata introdotta dai Greci che approdarono su quella costa e là producevano questo ottimo vino molto apprezzato dai romani . 
Si trovano infatti notizie di questo moscato in diversi scritti di Plinio e Vitruvio Pollione. Colore giallo paglierino brillante, sapore di frutta matura con sfumature agrumate e miele, piacevolmente aromatico, equilibrato e persistente, questo eccellente vino bianco secco si abbina perfettamente alla mia pietanza ma è perfetto anche come aperitivo o in accompagnamento a piatti a base di pesce e preparazioni con formaggi anche erborinati. Temperatura di servizio 10 - 12 gradi.
Buon lavoro e buon appetito! Neria Rondelli