venerdì 22 dicembre 2017

Gustosità di Neria - STRACCHINO della DUCHESSA


 
Ancora una ricetta perfetta per il Pranzo di Natale: un dolce classico della tradizione. E’ un dessert che si può preparare anche in anticipo, si conserva nel freezer e si aggiunge solo qualche decorazione al momento del servizio. Semplice da preparare, cremoso e goloso questo dolce è da provare.

La ricetta dello STRACCHINO della DUCHESSA

Ingredienti per 8 persone 400 gr di savoiardi, 450 gr di mascarpone, 40 gr di granella di mandorle, 40 gr di cioccolato fondente, 75 gr di zucchero a velo, 50 gr di cacao amaro in polvere, 3 uova, 2 dl di caffè


Separare i tuorli dagli albumi; montare i primi con metà dello zucchero fino ad ottenere un composto chiaro, spumoso ed unire infine il mascarpone. 
Mescolare delicatamente fino ad amalgamare gli ingredienti. 
Montare ora gli albumi con lo zucchero rimasto fino a farli diventare ben sodi ed amalgamarli con delicatezza al composto di mascarpone. 
Dividere la crema ottenuta in 3 parti. 

Unire alla prima la granella di mandorle e il cacao in polvere setacciato, alla seconda il cioccolato fondente tritato non troppo finemente e la terza parte lasciarla semplice. 
Foderare con carta forno uno stampo da plum - cake di 10 x 26 cm. 
Rivestire Il fondo e i bordi con parte dei savoiardi imbevuti nel caffè. 
Riempire lo stampo preparato con la crema al cacao, coprire con uno strato di savoiardi imbevuti, versare sopra la crema con il cioccolato, ancora uno strano di savoiardi ed infine la crema al mascarpone chiara. 
Terminare con un ultimo strato di savoiardi. 
Coprire lo stampo con una pellicola e riporre in freezer per almeno 4 ore. 
Mezz’ora prima di servire sformare lo STRACCHINO della DUCHESSA sul piatto da portata.
Al momento di servire decorarlo a piacere e spolverizzarlo con zucchero a velo. 


Un calice di vino dolce sarà il perfetto accompagnamento a questo ghiotto e gustoso dessert. 
Ho servito El Dorado dell' Azienda Fulghesu Le Vigne in Meana Sardo. El Dorado è un vino dal brillante colore ambrato con un bouquet intenso, fruttato con sentori di albicocca, pesca e miele; persistente, fine, equilibrato, questo vino è eccellente a fine pasto con dolci e biscotteria secca ma è ottimo e da provare anche come aperitivo. Temperatura di servizio 12 - 14 gradi.
Buon lavoro, buon appetito e soprattutto Buon Natale !!!
Neria Rondelli