giovedì 1 febbraio 2018

ARTE FIERA 2018 - ART CITY dal 2 al 5 febbraio a Bologna

Grande fermento a Bologna, che si prepara ad accogliere l’edizione 2018 di ARTE FIERA , la manifestazione internazionale che si svolgerà nel quartiere fieristico dal 2 al 5 febbraio. Parteciperanno 152 tra le più importanti gallerie che animeranno i padiglioni 25 e 26 per un confronto propositivo sull’arte moderna e contemporanea , inoltre saranno presenti una trentina di espositori legati al mondo dell’ editoria, della grafica e della creatività, per un totale di 182 presenze.
Tra le novità il convegno internazionale a cura di Angela Vettese con Clarissa Ricci, intitolato Tra mostra e fiera: entre chien et loup, organizzato in collaborazione con l’Università IUAV di Venezia con il patrocinio dell’Università di Bologna, che si terrà il 2 e 3 febbraio, sul tema della crescente ibridazione tra mostre e fiere.
Quattro le sezioni presenti che sono: MAIN SECTION + MODERNITY dedicata a gallerie di arte moderna e contemporanea,SOLO SHOW mostre monografiche, NUEVA VISTA dedicata a gallerie che intendono presentare artisti emergenti, non necessariamente giovani, meritevoli di un’attenzione critica, PHOTO riservata alle gallerie di fotografia.
Numerosi i premi che come di consueto verranno assegnati durante la manifestazione.

 
ART CITY Bologna, giunto alla sesta edizione, raggruppa tutti gli eventi istituzionali e non che culmineranno nella White Night del 3 febbraio con centinaia di iniziative e performance.
Arte fiera 2018 avrà i seguenti orari :da venerdì 2 a domenica 4 febbraio dalle 11 alle 19,
lunedì 5 febbraio dalle 11 alle 17.
Tra le mostre collaterali da segnalare quella inaugurata ieri pomeriggio presso lo Spazio 212 in via Galliera 2/B intitolata ThINK different – Le nuove frontiere della Tatoo Art.
L’artista Gabriele Pellerone, tatuatore conosciuto a livello internazionale è approdato ad un’ altra forma artistica, un evoluzione del tatuaggio. Fatto non più sul corpo umano ma su un materiale siliconico che, del tutto simile alla pelle, rende eterna l’opera. Durante la sua personale che resterà aperta fino al 28 febbraio sarà possibile ammirare il più grande tatuaggio mai realizzato di 1,80 mt x 2,00 mt. La Redazione