domenica 11 febbraio 2018

EUGENIO BENNATO - Click di Joanna Marioni


Firenze ospita la musica popolare d’autore con Eugenio Bennato
Al Teatro Puccini il cantautore napoletano ha infatti presentato in anteprima il suo nuovo album “Da che Sud è sud” con un indimenticabile live.



Ricercatore, innovatore, sperimentatore creativo della canzone popolare, Eugenio con il suo nuovo lavoro allarga gli orizzonti della canzone etnica a confini mediterranei e oltre oceano.
Il disco raccoglie 12 brani inediti, una sorta di diario di viaggio, un viaggio musicale con sonorità e voci che richiamano tanti paesi dall’Africa all’ America Latina, dal Mediterraneo all’estremo Oriente.


Prezioso il contributo dell’inconfondibile e potente voce di Pietra Montecorvino e quelle della figlia Eugenia, di Giorgia, di Francesco del Duca, del figlio Fulvio, di Mohammed, di Marwan e di Sonia che da anni accompagna Eugenio in tour impreziosendo i live ballando magistralmente la taranta.
Ed è proprio l’energia contagiosa della taranta il nucleo centrale e trainante dello spettacolo, che riesce a coinvolgere il pubblico di ogni età, ed erano in molti al teatro Puccini che si sono lasciati trascinare dal ritmo incalzante delle note del sud ballando in platea.


Apprezzati sia i gli estratti del nuovo lavoro discografico di Bennato sia i classici del suo immenso repertorio nei quali si narrano in poesia “le storie degli umili, degli sconfitti e degli uomini contro, cercando quel filo comune che lega le tradizioni popolari al di là delle etnie” con una “musica contaminata da suoni e contenuti che vanno oltre ogni frontiera”.


Un’ energia raffinata e contagiosa per uno spettacolo di alto livello,
Durante il concerto il cantautore napoletano dedica un emozionante ricordo a Antonio Infantino, maestro della canzone etnica e popolare del Sud, recentemente scomparso proprio a Firenze.


Dopo la data toscana Eugenio si è esibito a Roma all'Audituorium Parco della Musica dove ha avuto come ospite Pietra Montecorvino, interprete del brano “Senza voce” di Enzo Gragnaniello presente nel repertorio di brani del film “Napoli velata” di Ferzan Ozpetek.



I live proseguiranno ora nel tour internazionale che vedrà il cantautore napoletano impegnato in Marocco, Algeria, Tunisia, Egitto, per poi toccare gran parte del Mediterraneo, e approdare nuovamente in Africa e infine in America Latina.
“Da che Sud è Sud” si è aggiudicato il Premio Penisola Sorrentina Arturo Esposito come progetto musicale e teatrale dell’anno. Testo e foto di Joanna Marioni