giovedì 8 marzo 2018

thINK different - Gabriele Pellerone e il tatoo diventa arte

Con Gabriele Pellerone il tattoo diventa arte.
A conclusione della mostra realizzata in anteprima nazionale in occasione di Arte Fiera 2018 realizzata da Campogrande Concept presso Spazio 212, a Bologna, l’artista Gabriele Pellerone oggi alle 18.30 sarà protagonista di un’evento unico: una battuta d’asta di cappelli e magliette che personalizzerà davanti al pubblico.
Il tatuaggio,  concetto non comune pur avendo radici antiche, è un linguaggio della pelle ed alcuni artisti hanno pensato di renderla immortale e più diffusa, trasformandolo in opere d'arte vere e proprie e trasferendo i loro tratti su tela impregnata di gomma siliconica e che diventano in quadri. Pellerone è stato il primo in Italia ad avere questa intuizione, ovvero trasformare quella pelle che si usava come "banco di prova", realizzando anche uno dei tatuaggi più grandi al mondo: “Liberazione“ infatti misura 1.80 x 2.00 metri.
Questa forma d’arte non consente errori ed è per questo che sono tutti pezzi unici.
In occasione della Giornata dedicata alla donna Campogrande Concept , che da sempre segue progetti benefici, ha deciso di sostenere Re Use With Love , l’associazione che raccoglie fondi per l’acquisto di una lavagna lim per la scuola di formazione professionale stile e moda, Aldrovandi-Rubbiani di Bologna.


La storica cappelleria salentina Doria 1905 partecipa all’evento con una speciale Limited Edition della sua coppola “TATTOO” (in pelle pregiata 100% Made in Italy), sulle quali è stato impresso il segno indelebile come tatuaggio dall’artista Gabriele Pellerone.
Grazie alla Bottega del Grafico sono state stampate T-shirt, Felpe e Shopping Bag con il volto di donna tratto dalla famosa opera di Pellerone “Liberazione” che durante la battuta d’asta “vandalizzerà” e renderà ogni capo UNICO, per cui gli ospiti saranno testimoni di una performance in diretta dell’artista.
Inoltre per l’occasione sarà esposta in anteprima nazionale la nuova opera tatuata “Intrecci” dedicata al mondo della donna.
Gabriele Pellerone all'opera
Livia Elena Laurentino