mercoledì 4 luglio 2018

GEORGIA da scoprire

Tblisi

Nell’immaginario collettivo quando si pensa ad un viaggio si sognano luoghi spesso molto richiesti e, in questo periodo, basta sfogliare le riviste per accorgersi che le proposte sono quasi sempre le medesime; spiagge bianche, luoghi esotici, posti di alta montagna dove isolarsi a contatto con la natura...
Quello che mi ha colpito della Georgia, invece è stata proprio la sua “normalità”, quel suo essere così simile alla nostra bellissima Italia che ha attirato la mia attenzione , facendo nascere il desiderio poterla visitare.
Ben collegata con il nostro paese, ed anche con il resto dell’Europa,  con la Georgian Airlwais, compagnia di bandiera, la Georgia, intendo quella caucasica e non quella d’oltreoceano, credo che possa offrire molte sorprese al turista che intende avventurarsi in una vacanza speciale.
Il documentario visto durante l’evento avvenuta Bologna in occasione della presentazione del volo, già operativo dal 30 maggio he collega il capoluogo emiliano con la capitale Tbilisi, ha rivelato un paese che offre durante i mesi più freddi località molto attrezzate per gli sport invernali e in estate bellissime spiagge che si affacciano sul Mar Nero.

Tblisi

La Georgia è una nazione che fa da “ponte“ tra l’Europa e l’Asia, ed ha origini millenarie tutte da scoprire. 
Se qualcuno ha qualche riserva sotto il profilo eno-gastronomico, potrà invece ricredersi perché la cucina georgiana è molto variegata e darà modo di farsi apprezzare anche con i suoi khinkali, una sorta di ravioli ripieni di carne e verdure dalla forma invece molto simile a quelli cinesi…
I georgiani rivendicano con fermezza le origini del vino, di cui ancora oggi sono ottimi produttori, a cominciare dalla parola qvino, che anticamente veniva fatto fermentare in grandi anfore di terracotta interrate.
Perchè dunque aspettare ancora? Partire da Bologna può costare mediamente intorno ai 150 euro !

Buon Viaggio Livia Elena Laurentino