domenica 15 luglio 2018

La Riviera emiliano romagnola con i suoi prodotti "sbarca" a FICO.


Si è costituito il FLAG, acronimo di Fish Local Action Group, Costa dell'Emilia Romagna (attualmente sono 49 in tutta Italia ndr), un gruppo di azione locale che ha come intento lo sviluppo del settore della pesca e dell'acquacultura.

Il territorio di pertinenza interessa circa 130 km di costa adriatica, e va da Goro fino a Cattolica, passando per Comacchio, Ravenna, Cervia, Cesenatico, Bellaria, Rimini, Riccione e Misano Adriatico.
All'interno del FLAG viene coinvolta tutta la costa emiliano romagnola nel suo insieme comprendendo anche l'entroterra, in quanto coinvolge oltre alle marinerie nel loro complesso, che comprende aspetti che vanno dalla produzione ittica alla commercializzazione, anche aspetti come la storia, la cultura e la gastronomia.  

L'Emilia Romagna è l'unico esempio in Italia di un FLAG unico che racchiude tutti i soggetti, privati e pubblici, che hanno a che fare con il mare. Gli obiettivi principali, a sostegno della comunità dei pescatori, sono principalmente l'aumento della competitività e della qualità delle produzioni atte all'incremento della redditività dei pescatori e degli acquacultori, per cui sono state fissate delle linee guida che sono Qualità, Valore aggiunto e Conoscenza.



Proprio quest'ultimo punto si concretizza attraverso una serie di eventi mirati alla divulgazione al pubblico con il progetto P-Assaggi di mare - Impariamo con i pescatori, che vedrà le marinerie in prima linea a contatto con i consumatori per far conoscere l'immenso e prezioso patrimonio del nostro mare.
Primo fra tutto quello realizzato a FICO, dove fino al 21 luglio per una settimana le marinerie saranno presenti con laboratori didattici e degustazione aperte al pubblico.
Infine alcuni dati importanti sulla produzione in acquacultura:
l'Emilia Romagna è la prima regione in Italia per la produzione delle vongole veraci, mentre Goro è il primo in Europa per la produzione di cozze con 15mila tonnellate e una novità .
E' stata scoperta una nuova varietà di ostriche autoctone di cui al momento se ne producono 100 sono le Ostriche dal guscio d'Oro.
Prossimo appuntamento il 25 luglio presso l'Enoteca Regionale di Dozza.

Livia Elena Laurentino