lunedì 24 settembre 2018

BOLOGNA DESING WEEK quarta edizione


Quando la fiera chiude la città accoglie gli ospiti del CERSAIE in oltre 150 location disseminate nel centro storico. Bologna Design Week , la manifestazione internazionale dedicata alla promozione della cultura del design, sarà il palcoscenico di numerose iniziative che partiranno il 25 settembre e per quattro giorni architetti, designer, creativi esporranno le loro opere il location anche inusuali per mostrarle al grande pubblico.
Palazzo Isolani sarà il quartier generale dove ottenere tutte le informazioni, oltre che ad ospirare la selezione delle più prestigiose aziende italiane e d internazionale ; Arper, Artek, Edra, Grigolin, Lago Mini, Molteni&C|Dada, Or.nami, USM e Vitra.

La Design Night, realizzata in collaborazione con Confcommercio Ascom si svolgerà mercoledì 26 con un’apertura straordinaria, fino alle 24.00, di showroom, gallerie d’arte, negozi e locali per vivere una serata di cultura e novità.

Luoghi istituzionali si mescolano a location insolite, cocktail, performance, esposizioni, dibattiti, incontri ecco cosa offrirà l'edizione 2018 della BDW.

Non resta che regalarsi un po' di tempo e girare la città in lungo e in largo.





Tra gli appuntamenti da non perdere un incontro tra arte e moda, IMPERFETTO è UNICO, dal 25 al 29 settembre in via Clavature 13/b nella boutique di borse Undici-Dieci, dove saranno esposte le opere di AZ Creazioni in cemento, della giovane artista Adele Palumbo.
Giovedi 27 si inaugurerà la mostra/evento, visitabile fino a sabato 29 dalle ore 17 alle 21, di Pietro Travaglini, noto designer bolognese, che presso la Galleria Portanuova 12 curerà il progetto creando degli spot ad hoc dove le sue avanguardistiche creazioni di Design dialogheranno con le opere producendo imprevedibili e salienti armonie estetiche.
Non mancherà la musica: The Sound of Design – Italian Style Contract è il titolo di una collettiva presente al Cersaie ma che sarà visibile nel Quadrivio di Galleria Cavour attraverso un “portale” che richiama la mostra con una mini-spa concettuale e una singolare cascata d’acqua di grande effetto scenico sulla quale vengono proiettati videoclip musicali degli anni che vanno dal 1976 al 1983, selezionati con la collaborazione di Radio Capital.
Livia Elena Laurentino