sabato 29 dicembre 2018

CONCERTI di CAPODANNO - Gli artisti fotografati da JOANNA MARIONI


Grandi nomi della musica saranno protagonisti del capodanno 2019 nelle principali piazze italiane 


Ecco di seguito alcuni degli appuntamenti da non perdere:
Francesco Gabbani - Piazza Duomo - Milano
Ermal Meta - Piazza Martiri - Teramo
Gianna Nannini - Piazza Nuova - Castelsardo
Elio e le Storie Tese - Piazza Maria Immacolata - Taranto


Alex Britti - Piazza del Campo - Siena
Nek - Piazzale Fellini - Rimini
I Ministri - Piazza San Francesco - Prato


I Ministri - Piazza San Francesco - Prato  
PFM - Piazza Garibaldi - Parma 
Le Vibrazioni - Piazza della Repubblica - Pozzuoli 


The Kolors - Pian di Neve - Sanremo
Daniele Silvestri - Piazza Martiri del 7 luglio - Reggio Emilia
Max Gazzè - Piazza Amendola - Salerno


Baby K & e Renga - Piazzale Michelangelo - Firenze 



Enrico Ruggeri e Baby K, Federico Angelucci - Palacongressi - Bellaria Igea Marina

L’anno che verrà trasmesso in mondovisione dalla RAI -  da Piazza Vittorio Veneto a Matera

Capodanno in musica 2019 con Annalisa, Elodie, Benji & Fede, Elettra Lamborghini, Riccardo Fogli e Roby Facchinetti, Ermal Meta e Fabrizio Moro, Luca Carboni, Irama, Tiromancino, Fabio Rovazzi, Guè Pequeno e molti altri  su Canale 5  da Piazza Prefettura a Bari
 e ancora Gemelli diversi - Piazza Giorgini - San Benedetto del Tronto
Paolo Belli e la sua Band - Piazza Vittorio Veneto - Agropoli
Stato Sociale e Planet Funk - Piazza Sordello - Mantova
Maneskin - Molo Brin - Olbia
Colpisce - Piazza Plebiscito - Ancona
J-Ax - Piazza della Rinascita Pescara.
Terroni uniti ovvero Enzo Gragnaniello, James Senese, Francesco di Bella ed altri) - Piazza Plebiscito - Napoli
Orchestra Mirco Casadei - Modena
Jerry Calà - Piazza San Secondo - Asti
Vinicio Capossela - Circo Massimo - Roma
Extrafest con 5 padiglioni musicali, 70 artisti e dj con interventi live di Irama, Cristina d’Avena e Jem Boy show e altri a Roma
Reunion di Dee Jay Time con Fargetta, Albertino, Molella e Prezioso - Zona Porto - Alghero
Testo e foto di Joanna Marioni