sabato 16 marzo 2019

NEGRAMARO - Click di JOANNA MARIONI


Firenze accoglie i Negramaro con due indimenticabili date soldout al Nelson Mandela Forum.
Tantissimo calore e affetto per Giuliano e i suoi musicisti.


I fans hanno cantato all’unisono per oltre due ore e mezzo rendendosi protagonisti insieme alla musica della band salentina di uno spettacolo unico dal respiro internazionale.


A impreziosire la ricca ed eterogenea scaletta troviamo una scenografica innovativa, studiata nei minimi dettagli, con elementi mobili che rendono dinamico e cangiante il palco permettendo un contatto diretto con il pubblico.


Straordinari e spettacolari giochi di luci e oltre 200 metri quadrati di led ad alta risoluzione che ripropongono riprese live e visual geometrici di grandissimo impatto visivo, emotivo e poetico.

Testo e foto di Joanna Marioni

venerdì 15 marzo 2019

FRITTELLE di SAN GIUSEPPE a cura di Neria Rondelli


Gustose e amatissime, le frittelle di riso celebrano con allegria la festa di San Giuseppe e la festa di tutti i papà. Dolci della tradizione preparate con pochi e semplici ingredienti, si preparano in un attimo e piacciono proprio a tutti ... grandi e piccini.








La ricetta FRITTELLE di SAN GIUSEPPE





Ingredienti per 8 persone 750 gr di latte, 
150 gr di riso, 3 uova, 150 gr di zucchero, 1 limone biologico non trattato, 1 bacca di vaniglia, 2 cucchiai di farina, olio di arachide per friggere, sale, zucchero a velo





Bollire il latte con un pizzico di sale quindi versarvi il riso, mescolare e cuocere fino a che diventerà stracotto, asciutto, morbidissimo come una pappa. 
Lasciare riposare per qualche ora poi aggiungere al riso lo zucchero semolato, le uova, la scorza del limone grattugiata, la vaniglia. 
Amalgamare il composto poi aggiungere anche la farina setacciata. 
Mescolare bene gli ingredienti. In un tegame con olio di arachide bollente friggere il composto a cucchiai regolari; quando le frittelle saranno, scolarle su una carta assorbente e servirle calde cosparse di zucchero a velo. 
Un calice di Brachetto d'Acqui Docg Azienda La Gironda, dal bouquet gentile di petali di rose, di piccoli frutti di bosco e di muschio, fresco, brioso, leggero, dalla dolcezza equilibrata e mai stucchevole accompagnerà in modo delizioso le mie FRITTELLE di SAN GIUSEPPE. Solitamente servito a fine pasto, il Brachetto d’Acqui e l’ideale abbinamento a ciambelle, crostate, biscotteria secca; accompagna la macedonia di frutta, le fragole, i frutti di bosco, oltreché biscotti secchi e naturalmente gli amaretti. Temperatura di servizio 6 -8 gradi.

Buon lavoro e buon appetito ! Neria Rondelli


venerdì 8 marzo 2019

GUSTOSITA' di NERIA : POLLO & VERDURE in CROSTA di SFOGLIA


Pollo arrosto ? Una grande "classico"  della cucina casalinga che servito in una crosta di sfoglia potrà sicuramente stupire i vostri commensali. 






La ricetta del POLLO & VERDURE
in CROSTA di SFOGLIA









Ingredienti per 6 persone kg 1,5 circa di pollo diviso in pezzi, 1 rotolo di pasta sfoglia, 200 gr di cipolline, 200 gr di patate, 200 gr di carote,
50 gr di pomodorini secchi, 5 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 rametto di rosmarino,
2 spicchi di aglio, 1 bicchiere di vino bianco secco, 1 tuorlo, sale e pepe.








Tritare il rosmarino, spellare uno spicchio di aglio e rosolare insieme gli aromi in un capiente tegame con 3 cucchiai di olio.
Aggiungere i pezzi di pollo, salare, pepare e rosolare la carne a fuoco vivace per una decina di minuti. Sfumare ora con il vino e quando sarà evaporato con un coperchio coprite il tegame e cuocere a fiamma bassa per almeno 1 ora finché comunque la carne risulterà ben rosolata e morbida.
Preparare ora le verdure; pelare le patate, le cipolline e le carote e farle cuocere in una padella con il restante olio e aglio.
Aggiungere i pomodori secchi, mescolare e cuocere ancora per qualche minuto.
Versare in una pirofila a bordi alti il pollo e le verdure con il loro fondo di cottura.
Spennellare il bordo del recipiente con il tuorlo; srotolate la pasta sfoglia, appoggiarla sulla teglia, farla aderire bene sul bordo e sigillare con la pasta il pollo con verdure.
Mescolare con olio e il rimanente tuorlo e lucidare il coperchio di sfoglia.
Infornare a 180 gradi per 30 minuti circa finché la sfoglia sarà gonfia e dorata.
Togliere ora la pirofila dal forno, tagliare delicatamente con un coltellino la pasta sfoglia per ottenere un’apertura da cui servirsi della pietanza.











Servire il POLLO & VERDURE in CROSTA di SFOGLIA appena tolto dal forno, accompagnandolo con il disco di sfoglia tagliato e un calice di Ulziano Romagna Sangiovese Superiore Dop Tenuta Palazzona di Maggio Ozzano dell’Emilia (Bo).Sangiovese con una piccolissima percentuale di Ciliegiolo questo intenso vino rosso rubino, dai profumi fruttati che ricordano la frutta rossa matura, con delicate note floreali e speziate, equilibrato, intenso, persistente, il Sangiovese Ulziano ė un vino a tutto pasto ed è adatto in qualsiasi occasione; da servire con taglieri di salumi, con primi piatti
conditi con ragù di carne , arrosti di carne e formaggi. Temperatura di servizio 14 - 16 gradi.
Buon lavoro e buon appetito. Neria Rondelli



sabato 2 marzo 2019

EMMA MARRONE nelle foto di JOANNA MARIONI


Un nuova avventura per Emma Marrone in tour nei principali palasport italiani con Essere qui Exit Edition 2019, la seconda parte della strepitosa serie di live iniziata lo scorso maggio.


Spigliata, artisticamente matura, la cantautrice salentina interpreta i suoi pezzi con una grande consapevolezza, con una straordinaria potenza espressiva ed un’ottima padronanza del palco.


Empatica con il pubblico, offre momenti particolarmente intensi e coinvolgenti, cerca il contatto con i fans e lo scambio di energia è palpabile.
Generosa, grintosa e determinata, non si risparmia e regala oltre due ore e mezzo di spettacolo al gremito Modigliani Forum di Livorno.


Lo show, ben concepito, risulta fluido e molto piacevole. Rispecchia appieno Emma artista e persona sempre pronta ad esporsi in prima linea, senza timore e con grande sensibilità e coerenza, nella difesa dei valori universali e per il rispetto della libertà del singolo individuo.

Testo e foto di JOANNA MARIONI

venerdì 1 marzo 2019

NIDI DI PURÈ una specialità di Neria


In cucina non si spreca nulla... Un modo divertente di utilizzare gli avanzi dei  tuorli rimasti dalla preparazione della Ciambella Soffice Bianca (ricetta del 22/2/19). Che fare ? Un piccolo nido di purè ripieno. 



La ricetta dei NIDI di PURÈ 






Ingredienti per 4 persone 1 kg di patate, 4 tuorli, 50 gr di burro, 2 bicchieri di latte, erba cipollina, sale, pepe 





Preparare un semplice purè lessando le patate; ancora calde pelarle e passarle nello schiacciapatate. 
Mettere la purea in un tegame, unire il burro e farlo sciogliere mescolando con un cucchiaio; regolare di sale. 
Mettere il tegame sul fuoco e a fuoco basso incorporare il latte a filo e sempre mescolando cuocere per una decina di minuti. 
Lasciare intiepidire. 
Mettere il purè in una tasca da pasticcere con la
bocchetta stretta. 
Fatela scendere su una teglia formando 4 cestini. 
Fare scivolare un tuorlo al centro di ogni cestino. 
Salare leggermente e passare in forno a 180 gradi per circa 5 minuti; il tuorlo dovrà rassodarsi leggermente. 
Tagliuzzare l’erba cipollina. 
Servire i cestini caldi cosparsi di erba cipollina e un pizzico di pepe.













In abbinamento un calice di Quaranta Rebola Doc Colli di Rimini Podere Dell’Angelo (Rn) accompagnerà piacevolmente i NIDI di PURÈ
Il vino Rebola, tipo secco, è un vino ottenuto in purezza da uve di Rebola o Grechetto Gentile; dal colore lievemente dorato, dal profumo delicatamente fruttato, fresco, armonico, morbido è il vino perfetto per l’aperitivo, per accompagnare le pietanze di pesce ma anche da servire con carni bianche, verdure, uova e formaggi. 
Temperatura di servizio 10 - 12 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. Neria Rondelli