venerdì 28 febbraio 2020

NERIA propone ORZOTTO CREMOSO all’OLIO EVO, BIETOLE & CAROTE


Non il solito riso...ma orzo, cereale dal gusto inconfondibile che si abbina benissimo con tutte le verdure, le erbe aromatiche e le spezie. Ho mantecato l’orzotto con un ottimo olio extravergine di oliva di categoria superiore dal gusto deciso di carciofo e erba fresca che ne ha esaltato piacevolmente il sapore.









La ricetta dell’ORZOTTO CREMOSO 
all’OLIO EVO, BIETOLE & CAROTE






Ingredienti per 4 persone gr 300 di orzo decorticato, 1 porro, 10 foglie dì bietole, 3 carote, 1/2 bicchiere di vino bianco, lt 1 di brodo vegetale, gr 80 di parmigiano reggiano grattugiato, 1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva, sale, pepe



Spuntare e raschiare le carote con un coltello; sciacquarle in acqua fredda e asciugarle. Ridurre le carote a dadini regolari. Togliere la parte meno tenera alle foglie di bietola; i gambi tagliarli a cubetti e le foglie a striscioline, lavarle in acqua corrente e sgocciolarle nel colapasta. Risciacquare anche l’orzo e sgocciolarle anche questo in uno scolapasta.
Sbucciare e tritate finemente il porro. Scaldare 2 cucchiai di olio Evo in un tegame, aggiungere il porro, un pizzico di sale e rosolare dolcemente; aggiungere i dadi di carota, mescolare, continuare la cottura per qualche minuto con qualche cucchiaio di brodo vegetale e lasciare cuocere. Aggiungere anche le coste di bietola e l’orzo. Insaporire a fuoco vivo poi sfumare con il vino e lasciare evaporare sempre mescolando. 




Continuare la cottura dell’orzo con il brodo bollente, mescolare e alzare il bollore poi abbassare la fiamma al minimo, mettere il coperchio e lasciare cuocere per una quindicina di minuti. Aggiungere le foglie di bietola, mescolare e cuocere ancora per qualche minuto. L’orzo deve essere al dente. Spegnere ora il fuoco, mantecare con il parmigiano e il restante olio Evo, aggiustare di sale se necessario, un pizzico di pepe e servire l’ORZOTTO CREMOSO all’OLIO EVO, BIETOLE & CAROTE con calice di Olivetani Colli Euganei Doc CàLustra selezioni Zanovello, vino bianco, sapido, fresco, persistente, equilibrato ottenuto principalmente da uve di Pinot bianco, Tai bianco, Garganega, Moscato bianco; è un vino molto versatile adatto a tutto pasto da servire a temperatura di 12- 14 gradi. 
Buon lavoro e buon appetito. Neria Rondelli



domenica 23 febbraio 2020

MODENA CITY RAMBLERS - Ritratti di JOANNA MARIONI


Tappa al Puccini di Firenze per il nuovo tour dei Modena City RamblersRiaccolti in teatro.


Una serata speciale in cui la band interpreta con grande classe ed energia il suo combat folk nell’ atmosfera intima del teatro. 


Un live intenso che segna a distanza di vent’ anni il ritorno al suono originale.


I grandi successi di 28 anni di carriera riproposti in chiave acustica con una caletta studiata ad hoc e una particolare cura dedicata agli arrangiamenti, il tutto arricchito da una spiccata sensibilità nell’esecuzione dei brani senza mai perdere di vista la vera identità Ramblers scanzonata e allegra.


Il pubblico, particolarmente attento e partecipe, ha apprezzato molto l’ originalità e l’intensità della performance.
 
 Testo e foto di Joanna Marioni

sabato 22 febbraio 2020

I NEGRITA arrivano a La Spezia il 23 febbraio


Il 2020 è iniziato alla grande per i Negrita, la band aretina che, affacciatasi sulla scena musicale italiana nel 1992, è reduce da una serie di appuntamenti teatrali di successo sia di critica che di pubblico. Dopo una ventina di date già fatte del nuovo tour La Teatrale+Reset Celebration arrivano al Teatro Civico di La Spezia il prossimo 23 febbraio.
Dopo la partecipazione alla 69 edizione del Festival di Sanremo, i Negrita riproporranno una reinterpretazione, il loro brani più conosciuti in versione acustica molti dei quali estratti da Reset, l’album campione di vendite, che lo scorso anno ha festeggiato 20 anni dalla sua prima pubblicazione ed è stato ristampato in diverse versioni tra cui l’immancabile vinile.
Il nuovo tour che idealmente è il continuo dei precedenti appuntamenti teatrali, proseguirà con altre cinque date fino al 2 marzo al Teatro Filarmonico di Verona. La Redazione


venerdì 21 febbraio 2020

SFORMATO di CAROTE & RICOTTA nel venerdì di NERIA





Dal sapore delizioso, gradevolmente colorato, questo sformato sarà davvero piacevole da servire agli ospiti, sicuri di fare bella figura. È una pietanza adatta ad antipasto, secondo piatto vegetariano, piatto unico o contorno ad arrosti di carni bianche.



La ricetta dello SFORMATO di CAROTE & RICOTTA


Ingredienti per 6 persone gr 600 di carote, gr 200 di besciamella, gr 100 di parmigiano reggiano grattugiato, 3 cucchiai di prezzemolo tritato, 1 cipollotto fresco, gr 150 di ricotta romana, 3 uova, 1/2 cucchiaino di semi di papavero, 3 cucchiai di farina per lo stampo, 1 noce di burro per lo stampo, 1 pizzico di sale, 1 macinata di pepe, 2 rametti di prezzemolo


Pulire, raschiare e tagliare a rondelle le carote. 
Tritare anche il cipollotto e soffriggerlo in una padella con un filo di olio.
Aggiungere poi le rondelle di carote, un pizzico di sale e cuocere. 
Tenere da parte tante rondelle di carote sufficienti a ricoprire il fondo dello stampo e frullare le altre con la besciamella formando una crema.
Aggiungere una alla volta le uova, poi incorporare la ricotta, il parmigiano e il prezzemolo tritato, aggiustare di sale, una macinata di pepe e mescolare bene. 
Deve risultare un composto morbido ma allo stesso tempo compatto; se necessario aggiungere ancora un poco di formaggio e un cucchiaio di farina. 
Riscaldare il forno a 180 gradi. Imburrare lo stampo, infarinarlo in tutte le parti, scrollarlo dalla farina in eccesso. 
Sistemare le rondelle di carota rimaste sul fondo dello stampo, vicine tra loro. 
Versare sopra il composto di carote e ricotta, cercando di non spostare le rondelle sistemate sul fondo. 
Riempire di acqua il fondo di una teglia da forno, appoggiarvi dentro lo stampo e informare. 
Cuocere per 45 minuti circa, finché il composto risulterà sodo. 
Spegnere il forno e fare riposare lo sformato per altri 10 minuti. 
Passare la lama di un coltello lungo la parete dello stampo. 
Appoggiarvi sopra un piatto da portata, capovolgere e lasciare cadere lo sformato sul piatto. 
Cospargere sulle rondelle di carota i semi di papavero, guarnire con i ciuffi di prezzemolo.

























Servire lo SFORMATO di CAROTE & RICOTTA tiepido e sarà perfetto accompagnato da un calice di Prima Collina Pignoletto Doc La Casetta Azienda Agricola ; da uve di Grechetto Gentile, fresco, leggermente aromatico, Prima Collina è un vino piacevole da servire come aperitivo o a tutto pasto con piatti di pesce, pietanze a base di verdure e formaggi freschi, salumi leggeri.
Temperatura di servizio 6 - 8 gradi. Buon lavoro e buon appetito. Neria Rondelli




martedì 18 febbraio 2020

A Bologna il carnevale è all'insegna degli anni '20 al Grand Hotel Majestic

Ritratto di Wally Toscanini, di Alberto Martini, 1925

Il carnevale è in pieno svolgimento e le feste sono un po’ ovunque, ma per chi volesse scegliere qualcosa di più ricercato ecco la proposta giusta. A Bologna sabato 22 febbraio le sale del Grand Hotel Majestic già Baglioni, ospitano la festa più chic della città. Le organizzatrici Alessandra Lepri, storica della moda e Terry Zanetti hanno organizzato Great Gatsby Party.


Un imperdibile appuntamento che sarà un tuffo nei favolosi anni’20, in perfetto stile charleston, in cui gli ospiti potranno lasciare spazio alla loro creatività. A questo punto diventa indispensabile dare qualche indicazione per aiutarvi a realizzare la mise più adatta. Per gli uomini indispensabile l’abito elegante, completo di gilet, con il pantalone a vita alta, e l’immancabile papillon nei colori pastello se di giorno, ma per la sera solo smoking. Per le signore c’è sicuramente molta più scelta, si può optare per abiti voluminosi con la vita bassa, magari segnata da una fusciacca, ai tubini neri in stile Chanel tutti comunque rigorosamente sotto il ginocchio. Si potrà completare la mise con boa di piume di struzzo, ventagli, e le immancabili e lunghissime collane di perle. 
La festa inizierà alle 20.00, accolti dallo swing del periodo a cura del gruppo MG Swing Quartet, mentre  si esibiranno i maestri della Swing Dance Society coinvolgendo gli ospiti in una breve masterclass di danza.

Anche il menù degli appetizer, servito nella Galleria rispecchierà l’epoca e, oltre al caviale e al salmone, verranno offerti i famosi "dolcetti al limone”, prediletti da Daisy nel Grande Gatsby, e altri dolci tradizionali del periodo del Carnevale. Il cocktail sarà accompagnato da pregiati vini: Brut Trento Doc metodo classico, Alìe Rosé Toscana IGT e il rosso Chianti Castiglioni DOCG, offerti dall'Azienda Frescobaldi Toscana. 

Una  selezionata giuria assegnerà una serie di prestigiosi premi alla mise che meglio avrà interpretato il tema degli Anni Venti, che sono: un accessorio di Vittorio Martini 1866 creato per l’occasione, un cappello di Doria 1905, la fragranza Malìa di Nobile 1942, una speciale selezione di cravatte, una pochette e un papillon di Calabrese 1924, vini delle Cantine Statti 1784 e un kit di pregiati tessili per la casa offerto dallo storico Zinelli Tessuti.


Non resta che aprire il baule della nonna e andare a rovistare si troverà certamente qualcosa di speciale da indossare e per l'acconciatura vi diamo qualche spunto... Livia Elena Laurentino

venerdì 14 febbraio 2020

NERIA consiglia RISOTTO con PERE, TALEGGIO & SPUMANTE



Un classico della cucina: il risotto!  Con taleggio e pere mah con piacevoli varianti : le noci per la croccantezza, la scorza di arancia per la freschezza e la noce moscata. Ecco qui un risotto tutto davvero speciale.




La ricetta del RISOTTO con PERE, 
TALEGGIO & SPUMANTE

Ingredienti per 4 persone gr 320 di riso Carnaroli, 2 pere sode, gr 100 di Taleggio, gr 20 di burro, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1 scalogno,

gr 100 di gherigli di noce, 1 bicchiere di spumante , lt 1,5 di brodo vegetale, 1 grattugiata di noce moscata, la scorza grattugiata di 1 arancia non trattata, sale, pepe

Preparare un classico brodo vegetale con carota, sedano, cipolla. 
Rosolare lo scalogno, tritato finemente, con l’olio e metà del burro; versare il riso, tostarlo velocemente poi sfumare con lo spumante e fare evaporare. 
Aggiungere un mestolo di brodo bollente e continuare a versarne altro a mano a mano che il riso si asciuga. 
Cuocere il riso finché mancheranno 2 minuti circa alla cottura al dente. 
Sbucciare le pere e tagliarle a piccoli dadini regolari. 
Tritare grossolanamente gr 70 di noci e aggiungere, sia pere che noci, al riso. 
Insaporire con una grattugiata di noce moscata e un pizzico di pepe. Proseguire la cottura, mescolando, finché il riso avrà raggiunto la giusta consistenza. Togliere il riso dal fuoco, unire il restante burro, il Taleggio tagliato a pezzetti e mantecare. Salare, se occorre, e fare riposare il risotto qualche minuto. Servire il RISOTTO con PERE, TALEGGIO & SPUMANTE cosparso con la scorza d’arancia grattugiata a piacere e decorato con il cappuccio di pera e qualche gheriglio di noce; abbinarlo con un calice, preferibilmente lo stesso che si ė usato in cottura, di Franciacorta Docg Berlucchi ‘61 Nature Millesimato Dosaggio Zero per completare in modo magnifico la pietanza. 



Il Nature 61 è un Franciacorta DOCG spumante Metodo Classico che nasce dalla felice unione dei due vitigni evocati per ottenere le bollicine per eccellenza: Chardonnay e Pinot Nero.

Il Franciacorta Nature 61 si presenta nel bicchiere con un colore giallo paglierino e perlage fine e persistente; ha profumi fruttati, agrumati, di mandorle e crosta di pane; fresco, sapido, fresco, di lunga persistente è lo spumante Metodo Classico da bere a tutto pasto. Accompagna piacevolmente antipasti importanti, primi piatti con formaggi, secondi di pesce, carni bianche e formaggi di media stagionatura. Temperatura di servizio 6 - 8 gradi.

Buon lavoro e buon appetito ! Neria Rondelli