venerdì 28 agosto 2020

Neria propone : PIZZAIOLA di CARNE & PATATE


Gustosa, semplice ma sempre gradita, la pizzaiola di carne piace proprio a tutti. Io la preparo con le patate rendendo la pietanza un piatto completo di carne con contorno.

La ricetta della PIZZAIOLA di CARNE & PATATE



Ingredienti per 4 persone gr 400 di polpa di manzo a fettine sottili, gr 500 di patate, 1 cipolla, 1 scatola di pomodori pelati datterini, olive verdi e nere, 1 cucchiaio di capperi sotto sale, olio extravergine di oliva, origano, basilico, sale, pepe,



Pelare le patate e affettarle sottilissime; soffriggere la cipolla, tritata finemente, con un cucchiaio di olio; nella stessa padella fare poi uno stato di carne e uno di patate, condire con un pizzico di sale, un pizzico di pepe, le olive tritate, i capperi, basilico, un poco di olio fino ad esaurimento degli ingredienti


Cuocere per qualche minuto i pelati insaporiti con un pizzico di sale e basilico poi aggiungerli sull’ultimo strato di patate e carne; condire ancora con un filo di olio, coprire la padella con un coperchio e cuocere a fuoco dolce per mezz’ora circa. 







Guarnire la pietanza con foglioline fresche di basilico e servire la PIZZAIOLA di CARNE & PATATE calda con un calice di Basilicata Rosato IGT “Manfredi” - Re Manfredi. Da uve selezionate di Aglianico e dopo una brevissima vinificazione sulle bucce, Manfredi è un vino dal colore rosa corallo molto brillante, dai profumi che ricordano le ciliegie, lamponi, fragole; di piacevole sapidità , fresco ampio, complesso è un vino molto versatile ; perfetto da servire al momento dell’aperitivo, si abbina sia a pietanze di mare che di terra e ai formaggi freschi e morbidi.

Temperatura di servizio 10 - 12 gradi.

Buon lavoro e buon appetito ! Neria Rondelli








venerdì 21 agosto 2020

E' arrivata la PAPPA al POMODORO con UOVA al PESTO by NERIA




Piatto unico estivo, solare, semplice e gustoso; ora è proprio il momento giusto per prepararlo i pomodori sono maturi e saporiti, il basilico è profumatissimo ... il risultato sarà davvero eccellente. 


La ricetta della PAPPA al POMODORO con UOVA al PESTO



Ingredienti per 4 persone 4 pomodori a grappoli maturi, 4 pomodori San Marzano, 2 spicchi di aglio, 4 fette di pane casereccio raffermo, 1 mestolo di brodo vegetale, 4 uova, 1 mazzetto di basilico, 2 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato, 2 cucchiai di pinoli, olio extravergine di oliva, sale



Lavare e sfogliare il basilico e metterlo in un mixer insieme al parmigiano, i pinoli, un pizzico di sale e un filo di olio; frullare fino ad ottenere un pesto fine. Tuffare i pomodori in acqua bollente per qualche minuto, scolarli, spellarli poi spezzettarli grossolanamente. 


Scaldare due cucchiai di olio in una ampio tegame, aggiungere gli spicchi di aglio schiacciati e poco dopo i pomodori con un pizzico di sale; cuocere a fuoco dolce finché i pomodori iniziano a disfarsi; unire il pane spezzettato, il brodo bollente e cuocere per una decina di minuti mescolando ogni tanto, finché il pane sarà spappolato. 

Eliminare l’aglio e formare 4 fossette nella pappa al pomodoro con l’aiuto di un cucchiaio. Sgusciare le uova una alla volta e versarle dentro alle quattro fossette, coprire la padella con un coperchio e cuocere per qualche minuto; le uova dovranno risultare cotte ma morbide.


Spegnere il fuoco, guarnire con il pesto e servire la PAPPA al POMODORO con UOVA al PESTO anche tiepida con un filo di olio extravergine di oliva e una spolverata di pepe a piacere. 









Un calice di Vermentino Igt Toscana Fattoria Il Palagio sarà perfetto per accompagnare questa pietanza. Da uve di Vermentino in purezza, questo vino dal colore giallo tenue con riflessi verdolini, fine, floreale, fruttato con leggere note di mela verde è equilibrato, fresco e delicato, caratterizzato da una buona sapidità; è un vino ottimo da servire come aperitivo, con piatti a base di pesce; in estate è ideale compagno di di piatti freschi, vegetariani e semplici. Temperatura di servizio 10 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. Neria Rondelli









venerdì 14 agosto 2020

Per venerdì NERIA ha cucinato : SGOMBRI & PISELLI



Mangiare pesce azzurro e pescato è davvero sano. Pesce a km 0 che non ha subito lunghi viaggi prima di arrivare sulla nostra tavola e che ci regala tanto sapore e benefeci; si cucina in modo tradizionale con gusto e semplicità e il risultato è fantastico.


La ricetta degli SGOMBRI & PISELLI




Ingredienti per 4 persone : 2 sgombri da circa gr 500 l’uno, gr 350 di piselli sgranati ( anche surgelati), gr 250 di pomodorini ciliegia, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, 2 scalogni, 4 rametti di prezzemolo, olio extravergine di oliva, sale, pepe



Aprire il ventre degli sgombri, eliminare le interiora, la testa e lavare i pesci sotto l’acqua corrente poi asciugarli. Lessare i piselli in acqua bollente salata per qualche minuto poi scolarli. Lavare i pomodori e tagliarli a metà; tritare finemente gli scalogni e soffriggerli con due cucchiai di olio.


Sfumare con il vino e quando sarà evaporato aggiungere i piselli e i pomodorini, salare e fare insaporire per qualche minuto; tritare anche il prezzemolo. Trasferire In una padella antiaderente le verdure ed adagiarvi sopra gli sgombri; condirli con un pizzico di sale, un filo di olio e cuocere i pesci coperti per una ventina di minuti. 


Completare con il prezzemolo e servire  SGOMBRI & PISELLI con una macinata di pepe a piacere. 





Un calice di Fulgor 2019 Podere Dell’Angelo Vergiano di Rimini sarà un abbinamento perfetto. Da uve Sangiovese in purezza Fulgor 2019 è un omaggio a Federico Fellini, in occasione del centenario della nascita. L’etichetta è fantastica .. ricorda le cartoline che si spedivano ai parenti durante le vacanze al mare. Il vino vuole proprio fare ricordare Rimini e il territorio come una cartolina. Fulgor 2019 è un vino fruttato, fresco; i tannini sono equilibrati e fini , i sentori speziati sono delicati e rendono questo vino facile da abbinare; è un vino piacevolissimo da bere giovane con la tipica cucina marinara romagnola; da servire fresco alla temperatura di 12 - 14 gradi.

Buon lavoro e buon appetito ! Neria Rondelli


martedì 11 agosto 2020

Il record della sfoglia più lunga a Forlimpopoli con Le Donne del Vino Emilia Romagna

 
La 24esima Festa Artusiana si è conclusa con il successo di sempre, ma quest'anno con il record in più.
Infatti il 6 agosto, per celebrare i 200 anni della nascita di Pellegrino Artusi (era nato il 4 agosto), padre della cucina italiana, è stato raggiunto il record della sfoglia più lunga del mondo.


177,72 metri di sfoglia tirati a mano dalle 212 braccia dei volontari dell' Associazione delle Mariette, della Pro Loco di Forlimpopoli, privati e una rappresentanza di  Donne del Vino della Delegazione Emilia Romagna che rispondono al nome di Antonietta, Francesca, Livia Elena, Elena, Paola, Neria, Antonella, Olga, Enrica e Beatrice. Il loro impegno col mattarello e i polsi ha dato un contributo di oltre venti metri !
Il tutto è stato reso possibile grazie agli sponsor che hanno fornito la materia prima indispensabile per il raggiungimento dell'obiettivo come 600 uova dell'Azienda Tebaldi e 120 kg di farina del Molino Spadoni. La spoglia realizzata è sta regalata per la pappa degli ospiti del Canile di Forlimpopoli.
Livia Elena Laurentino


venerdì 7 agosto 2020

NERIA ha fatto la FRITTATA ARROTOLATA al PESTO & SCAMORZA DOLCE




Una ricetta veloce, gustosa, profumata che piacerà davvero a tutti.  Un pezzetto non basta, uno tira l’altro ... 




La ricetta della FRITTATA ARROTOLATA & SCAMORZA DOLCE  
           
Ingredienti per 4 persone 8 uova, 1 bicchiere di latte, gr 50 di parmigiano reggiano grattugiato, gr 100 di pesto alla genovese, gr 150 di scamorza, sale, pepe


In una ciotola sbattere le uova con un pizzico di sale, aggiungere il latte, il parmigiano e mescolare fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo.



Ungere con un filo di olio una padella antiaderente, versarvi il composto di uova e cuocere a fuoco moderato da entrambe le parti finché la superficie non sarà diventata ben dorata. 








Servire la FRITTATA ARROTOLATA al PESTO & SCAMORZA DOLCE tiepida accompagnata da una fresca insalata; un calice di Campo Degli Ulivi Bianco Sillaro Igt Podere Delle Rocche accompagnerà gradevolmente la saporita pietanza. Albana, Trebbiano e Chardonnay per un vino intenso, ampio, fruttato e floreale , morbido, equilibrato, fresco con una avvolgente freschezza che si può servire al momento dell’aperitivo, con antipasti di salumi e formaggi giovani, con piatti vegetariani e pietanze di pesce. Temperatura di servizio 8 - 10 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. Neria Rondelli


lunedì 3 agosto 2020

Miss Tagliatella per sempre ... Claudia Trevisani




In Emilia Romagna, si sa, la pasta tirata al mattarello è un dogma e una brava casalinga , o “ s’dora” come di dice in dialetto, non può non saper tirare la sfoglia… ma da qui a diventare una professionista del tagliere non è poi così facile.
Abbiamo avuto però l’occasione di incontrare Claudia Trevisani, la cui professione è tutt’altro, ma la passione l’ha portata a partecipare e conquistare diversi trofei, tra cui il titolo di Miss Tagliatella nel 2012.

“ Ho iniziato a 8 anni con la nonna che mi metteva il grembiule e sotto i piedi uno sgabello per arrivare al tagliere e mi ha ha dato le prime lezioni, come è tradizione nelle nostre case.
E’ nata una grande passione e tale è rimasta immutata nel tempo, tanto che non ho mai pensato di trasformarla in un lavoro, perché la mia professione e la mia vocazione è fare l’infermiera. 
Aiutare gli altri per me è prioritario, ce l’ho nel DNA e in fondo il mio lavoro e cucinare hanno una cosa in comune, anche se sotto aspetti diversi : il contatto con la gente, che è fondamentale !
I miei familiari a mia insaputa mi hanno iscritto Masterchef 2016, siamo partiti in 18 mila , ho superato le selezioni fino a restare in ventiquattro..."
Non hai mai pensato di farlo come unica professione?
No, per me la finalità più importante è stare insieme e il cibo è un ottimo aggregante, avere ospiti e amici in casa o partecipare agli eventi mi piace per allargare gli orizzonti e le conoscenze."

Naturalmente c’è stato il modo qualche settimana fa di “verificare” le sue doti e l’occasione è stata un pranzo domenicale nel suo immenso giardino, durante il quale Claudia ha dato prova ai suoi ospiti – amici che quel titolo se lo è meritato e se lo merita ancora.
Infatti ha preparato due tipi di tagliatelle il primo con la cipolla, una specialità della zona visto che viene utilizzata la cipolla dorata di Medicina IGP, e a seguire una portata con un grande classico : il ragù.


Ad accompagnare le tagliatelle in tavola sono stati serviti vini di vare regioni italiane.
In apertura dal Piemonte è arrivato Anima - Erbaluce di Caluso dell’Azienda La Masera, dal ferrarese dove si producono i cosiddetti vini di sabbia, Bosco Eliceo - Fortana frizzante DOC dell’Azienda Mattarelli, che ben si abbinava alle tagliatelle col ragù e Armonia, Igt Toscana biologico della Tenuta Casadei

                                                            



Al momento dei dolci il testimone è passato da Claudia Trevisani a Claudio Dalla Ba’, pasticciere per passione che Bake Off Italia 2014, che ha deliziato gli ospiti con una carrellata di dolci dalla Sbrisolona al semifreddo alla pesca fino al panettone! Alla prossima...

















Livia Elena Laurentino

sabato 1 agosto 2020

Le Donne del Vino Emilia Romagna in campo per la Sfoglia più lunga del mondo

                                                                                                                                                                          





La 24esima edizione della Festa Artusiana si svolgerà! 

Dal 1 al 9 agosto a Forlinpopoli ci saranno, come di consueto, i festeggiamenti dedicati a Pellegrino Artusi, padre indiscusso dell'identità linguistica e culinaria italiana. 

Il filo conduttore della Festa sarà la cucina domestica con le 790 ricette de "La Scienza in Cucina e l'Arte di Mangiar Bene" che vengono proposte nei ristoranti e stand allestiti lungo le strade e nelle piazze principali della città, rinominati per l'occasione con i capitoli del manuale.

Durante tutto il periodo della festa ci saranno molti appuntamenti culturali, oltre che gastronomici, dedicati alla presentazioni di pubblicazioni che periodicamente rendono omaggio al cittadino più illustre di Forlimpopoli. 

Il 4 agosto, giorno del bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi, oltre all'emissione di un francobollo dedicato e relativo annullo postale, ristoranti italiani nel mondo lo festeggeranno cucinando la Ricetta n°7 - Cappelletti all'uso di Romagna

Il 6 agosto, in Via Andrea Costa  vicino a Casa Artusi, si svolgerà il tentativo di realizzare la sfoglia più lunga del mondo, il record da stabilire è ben di 130 metri!

Per questo a dar man forte, o forse sarebbe meglio dire" braccia forti", all' Associazione Le Mariette e alla Fondazione Casa Artusi, ci sarà una cospicua delegazione delle Donne del Vino Emilia Romagna che si impegnerà per ottenere il primato. 

Livia Elena Laurentino