mercoledì 15 giugno 2022

Palazzo De' Rossi : storia, natura, relax e ottima cucina

Sulle dolci colline bolognesi, a pochi chilometri dal centro della città, sorge il complesso di Palazzo De Rossi, datato intorno 1400, di proprietà della famiglia Bevilacqua Ariosti.
Negli anni è stato sede di eventi importanti e molto richiesto per ricevimenti e matrimoni.
Completa la struttura del borgo un'ampia piazza, circondata da costruzioni, recentemente restaurate e che oggi sono dedicate all’accoglienza dei turisti.


Il borgo è davvero un angolo speciale per le persone che vogliono trascorrere qualche ora in assoluto relax e consumare un Aperitivo in Corte sorseggiando un cocktail o un calice di vino in compagnia del gorgoglio dell’acqua del Reno, che lambisce il palazzo e che un tempo alimentava il mulino della segheria e della cartiera.



Ricca è la lista dei drink proposti, alcuni classici ed altri appositamente ideati da Alice Angelico, responsabile dell’area bar, che in attesa della cena possono essere accompagnati non solo dai soliti stuzzichini, ma anche da deliziose crescentine con affettati, dadi di crescenta con la spuma di mortadella o tortellini fritti.


Nella piazza del borgo troviamo anche l’elegante Ristorante della Corte, da un anno sotto magistrale guida di Ivan Poletti, chef di lunga e rinomata esperienza.
Lo chef propone un menù della tradizione bolognese, ma tutte le sue pietanze hanno quel tocco di creatività che le distingue, ma soprattutto è da sottolineare la grande cura che mette nella scelta delle materie prime che sono sempre di altissima qualità.



In questa stagione estiva il suo menù è stato rivisto e integrato con pietanze sia vegetariane che a base di pesce; si fanno notare Tortelloni ripieni di baccalà alla puttanesca, i Tortelli matti burro e oro ( meglio conosciuti come Balanzoni ripieni di ricotta e mortadella n.d.r.) , i Passatelli con polipetti leggermente piccanti, il Polpo brasato con crocchetta di ceci, la Costoletta di maiale cotta al barbecue e laccata all’aceto balsamico.
Per chi non rinuncia ad un piatto classico della tradizione bolognese troverà sempre i Tortellini in brodo di cappone.



I dolci sono davvero golosi ma sempre comunque leggerissimi e da non perdere.
Delizioso è il Millefoglie con crema di mascarpone e fragole e irrinunciabile la Crema cotta al forno alla vaniglia del Madagascar con caramello spento al caffè.
Notevole è la lista dei vini con ampia scelta di etichette sia regionali che nazionali con un ottimo rapporto qualità prezzo. Consigliato per un pranzo o una cena in una cornice da favola...

Neria Rondelli