venerdì 27 maggio 2022

Neria suggerisce TAGLIATELLE all'ORTICA

Ora é proprio la stagione per raccogliere le ortiche nei prati, nei campi il più possibile lontano dalle strade; le piantine sono piccole, tenere e con un paio di guanti e una forbice è fatto ... grande è poi la soddisfazione nel preparare pietanze con erbe spontanee raccolte con le proprie mani. Oggi le ho utilizzate per le tagliatelle ma le ortiche sono buonissime anche in una frittata o in un risotto.

TAGLIATELLE alle ORTICHE con PISELLI & PROSCIUTTO




Ingredienti per 4 persone 3 uova, gr 300 di farina 00, gr 120 di ortiche lessate e strizzate, gr 200 di prosciutto crudo di Parma, gr 200 di piselli freschi, 1 cippollotto, gr 50 di burro, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale, pepe, 1/2 bicchiere di brodo vegetale


Pulire le ortiche tenendo solo le foglioline piccole e tenere poi lavarle molto bene in abbondante acqua fredda; scolare le ortiche lasciandole bagnate poi lessarle per qualche minuto in capiente padella con un pizzico di sale; mettere a sgocciolare le ortiche cotte in un colapasta e lasciarle raffreddare poi strizzarle benissimo.


Sul tagliere disporre la farina a fontana, fare un buco nel centro, rompere le uova, e aggiungere l’ortica lessata precedentemente e tritata. Impastare fino ad ottenere una bella pasta di colore verde, liscia e omogenea. Se l’impasto dovesse risultare un poco appiccicoso dovuto all’umidità delle ortiche, aggiungere un poco di farina.


Lasciare riposare per mezz’ora la pasta alle ortiche coperta da un canovaccio; stendere poi la pasta in una sfoglia non troppo sottile, lasciarla asciugare poi arrotolarla e tagliarla a strisce della larghezza di 6/7 mm. Aprire le tagliatelle e lasciarle asciugare. Nel frattempo preparare il condimento che deve essere molto semplice per non nascondere il tipico e delicato sapore dell’ortica.



Sgranare i piselli freschi e tagliare a cubetti il prosciutto. Tritare finemente il cipollotto poi soffriggerlo in una padella con l'olio; aggiungere i piselli e cuocere per qualche minuto a fiamma vivace; aggiungere il brodo, un pizzico di sale, una macinata di pepe e lasciare cuocere a fuoco medio per una decina di minuti e quando i piselli risulteranno morbidi aggiungere il prosciutto, il burro mescolare e spegnere il fuoco.



Fare bollire una pentola d’acqua, salare e cuocere le tagliatelle per pochissimi minuti. Fare amalgamare le tagliatelle al condimento e servire immediatamente con parmigiano reggiano a parte. 

Un calice di eccellente Mantis Terre del Volturno Igp Tenuta Pezzapane Srl sarà davvero perfetto da abbinare alle mie TAGLIATELLE alleORTICHE con PISELLI & PROSCIUTTO.
Pallagrello Bianco in purezza vitigno autoctono antico riscoperto dall’azienda Pezzapane, Mantis esprime al meglio le potenzialità di questo vitigno grazie ad una accurata vendemmia che inizia ad agosto e termina a fine novembre con gli acini surmaturi. Il colore giallo paglierino brillante deriva da un breve passaggio in barrique di rovere francese di una sola percentuale del vino. 
Profumi fruttati di albicocca, pesca e mango, sentori di agrumi e nocciole, Mantis in bocca ritorna con la frutta matura, i fiori bianchi e conquista con la sua morbidezza accompagnata da una persistente freschezza; è un vino versatile da gustare a tutto pasto con pietanze vegetariane, di pesce e carni bianche.

Temperatura di servizio 8 - 10 gradi.

Buon lavoro e buon appetito !

Neria Rondelli
















mercoledì 25 maggio 2022

A Montalto Pavese Sabato 28 maggio 1° edizione di AMICI di VITE


 L'azienda Vinicola La Piotta ospita sabato 28 maggio la prima edizione di Amici di Vite.

Nella cantina dell'Oltrepò Pavese si incontreranno nove produttori, nonchè amici, con oltre cinquanta etichette di vino per una grande evento. Dalle ore 11.00 l'azienda vinicola ospiterà realtà provenienti da varie regioni italiane che permetteranno ai partecipanti di degustare le varie produzioni guidati dagli stessi  produttori.
Ad accompagnare la degustazione un piatto della tradizione oltrepadana cucinato dalla famiglia Padroggi de La Piotta.


Sarà presente anche il salumiere Luca Ciocchi, dell'omonima azienda agricola, che darà la possibilità di assaporare la propria produzione artigianale ad un prezzo speciale per l'occasione. 

Le aziende presenti ad Amici di Vite sono :
LOMBARDIA (Oltrepò Pavese): "La Piotta"
PIEMONTE (Barbaresco e Barolo): "Adriano" e "Ca' di Press"
VENETO (Valdobbiadene): "Miotto" e "Spagnol"
TRENTINO (Trentodoc): "Dorigati" e "Cesconi"
TOSCANA (Bolgheri e Suvereto): "Michele Satta" e "Petricci e Del Pianta"

Per partecipare all'evento è richiesto un ticket d'ingresso al costo di soli 29,00 Euro per tutta la giornata senza limiti di degustazioni ed è possibile acquistarli su Eventbrite al seguente link
https://www.eventbrite.it/e/biglietti-amici-di-vite-294705761867

Livia Elena Laurentino

martedì 24 maggio 2022

A Ca' Solare proseguono gli appuntamenti eno gastronomici


Continuano e proseguiranno anche durante l'estate, le iniziative e gli appuntamenti enogastronomici nel rinnovato Parco dell' Arboreto, un' oasi di verde appena fuori le mura, nel quartiere San Donato. Ca' Solare è una bellissima e accogliente struttura che, inaugurata un anno fa al termine dei lavori di ristrutturazione, ora viene messa a disposizione della comunità ed è sede di diverse associazioni. 

Le cene conviviali curate dallo chef Franco Mioni sono un' occasione, per il quartiere e per la città, di incontrarsi per poter finalmente socializzare attraverso il convivio, la cultura del cibo e la storia  dell’alimentazione.
Gli incontri non saranno finalizzati al momento della cena ma  lo chef guiderà i partecipanti attraverso un percorso di conoscenza e di riflessione per approfondire ed apprezzare al meglio le Eccellenze Europee dell’enogastronomia, frutto delle produzioni tipiche del territorio che hanno reso la cucina del nostro continente un fatto distintivo della qualità del buon vivere.

Giovedì 26 maggio, ore 19,30 il tema sarà Le varie cucine della BELLAEUROPA : dalla geografia alla storia, alla socioeconomia, alle religioni: da tutto ciò discendono gli usi alimentari e le tradizioni della tavola. Itinerari gustosi e percorsi di viaggio nelle regioni d’Europa, con piatti tipici della tradizione contadina e di quella borghese.

PRENOTAZIONI E INFO 339.2206483       
CONTRIBUTO SPESE 20,00 € 

Livia Elena Laurentino

 

lunedì 23 maggio 2022

Charity for ANT il 24 maggio in Galleria Cavour a Bologna


Domani 24 maggio dalle ore 19.00  Galleria Cavour  ospiterà il tradizionale appuntamento con Charity for ANT, asta benefica dedicata delle attività gratuite di assistenza medica domiciliare ai malati di tumore e di prevenzione oncologica che  Fondazione ANT  porta avanti a Bologna e in altre regioni italiane da oltre quarant’anni.
Grazi alla generosità delle due  proprietà di Galleria Cavour, Magnolia Srl e La Martini Srl di Portico Zambeccari Finim Spa,  e delle attività commerciali  della Galleria , di Portico Zambeccari Finim spa, Quadrilatero e piazza Re Enzo (angolo via Orefici), Charity for ANT promette di essere una grande festa all’insegna del bello e della partecipazione. L’evento, giunto alla sua tredicesima edizione, è organizzato dal Comitato Eubiosia ANT e Associazione Amici ANT con il sostegno di Confcommercio Ascom Bologna, il contributo di Vivisol, Fondazione Mediolanum, AON, Penske Cars e il patrocinio del Comune di Bologna e del Reale Consolato di Norvegia e Svezia.
Ancora una volta oggetti, capi di abbigliamento, accessori e altri prestigiosi lotti donati dalle boutique saranno battuti all’incanto per sostenere le cure medico-specialistiche che Fondazione ANT porta quotidianamente nelle case di 1.500 persone malate di tumore sul territorio di Bologna e provincia. Battitore d’asta, come da tradizione, sarà Alberto Mauroner della Casa d’Aste Estense.
Tanti i pezzi iconici in catalogo come i capi spalla Barbour, Fay, Moncler, Falconeri e Woolrich; le borse di Borbonese, Elisabetta Franchi, Tod’s, Emporio Armani, Hogan, Prada, Louis Vuitton, Miu Miu, FR Boutique (marchio The Attico), Ò L’Inde Palais (marchio Isabelle Marant), Pinko; la valigia Piquadro e lo zaino di Gruppo Morini (marchio Knomo for Lexus); i gioielli di Bartorelli, Piretti Antichità e Giulio Veronesi; un quadro di Sergio Romiti; gli accessori Church’s e Versace; i capi di AVN, Come In Una Favola, I Classici, Carla G, Intimissimi e I Sartoriali; gli oggetti per la casa di Borgo delle Tovaglie, Fabrizio Cocchi; i prodotti di Filicori Zecchini, Distilleria Zeltico e una confezione di salmone e caviale Papi; i trattamenti di Beauty in Gallery, DB Hairflair Parrucchieri, Rougj e The Longevity Suite; i pacchetti yoga di Atmastudio e palestra di Joyfit; le cene da Emporio Armani Caffè e Temakinho; le maglie ufficiali Bologna FC autografate messe a disposizione da Macron; il kit viaggio Gattinoni, il dispositivo ADiBox che permette di monitorare i parametri vitali e una comodissima tessera prepagata del parcheggio Autosystem di via Farini.

L’appuntamento è in Galleria Cavour (ingresso da via Farini) e la serata proseguirà poi (dalle 20.30) con un delizioso Salmon Party interamente curato da Emporio Armani Caffè con la collaborazione degli studenti dell’Istituto Ipsar Casalecchio e i prodotti pregiati di Papi annaffiati dal Franciacorta Santus di Rinaldi 1957.

Gli inviti per Charity for ANT – a offerta minima 30 euro - sono disponibili da:
-Barbour Store Bologna - Galleria Cavour 2
-Calzedonia - via dell’Indipendenza 2/F Bologna
-Profumeria Murri - via Murri 49
-Sede ANT - via Jacopo di Paolo 36
-online sul sito ANT: https://regalisolidali.ant.it/prodotto/invito-evento-charity-for-ant/
L’intero ricavato della serata sarà devoluto a Fondazione ANT Italia ONLUS.

La Redazione

giovedì 19 maggio 2022

BIRRAI ERETICI - dal 20 al 22 maggio a BOLOGNA


Al Parco del Dopo Lavoro Ferroviario torna BIRRAI ERETICI, la manifestazione bolognese giunta alla decima edizione, dedicata all'universo della birra di qualità, ma non solo visto che quest'anno sarà presente uno stand dedicato al mondo dei vini naturali.
I dodici locali presenti con oltre cento spine di birra sono Harvest Pub, Lortica, Il Punto, Storie di Pinte, Ranzani 13, La Frasca, AstralBeers e Madama Beerstrò di Bologna, mentre da fuori arrivano lo Xander Pub da Brescia, il Di Sana Pinta da Pesaro, Old Spirit Football Pub da San Benedetto del Tronto.
Oltre alle birre da degustare sono previsti cinque stand dedicati al cibo con Storie di Pinte, Ranzani 13, Merlino il Mago della Farina, Ciao Kebab e Tito Sport, insomma per tutti i gusti e tutte le tasche.
Non mancheranno interessanti laboratoriEroi dei due mondi sabato ore 17.30 dentro il Locomotiv Club
Domenica 12.30 - Pranzo Eretico: abbinamento totale 
Evento a porte chiuse, necessaria la prenotazione su Birraieretici.it
Ai fornelli Merlino il Mago della Farina per un menù incentrato sui vegetali che prevede;
Cecina crispy, tzatziky e verdure croccanti
Ravioli alla curcuma ripieni di erbette, panna acida, cipolla marinata e polvere di pomodoroTagliata di funghi portobello cbt, il loro fondo affumicato e patate al forno speziate
Mango steaky rice. L' abbinamento sarà una sorpresa.


Un occhio di riguardo per i bambini a cui sono dedicati nell'area riservata:
Sabato ore 17.00  Spettacolo di sagome L'uomo Mangiacarta
La storia di Mangiacarta ci racconta in maniera poetica e ironica l'importanza degli alberi e la necessità di ridurre gli sprechi di carta. Per tutti, gratuito.
Alle ore 18.00 Favole di carta. Laboratorio di costruzione di sagome e teatrino in cartone.Attraverso il disegno, il ritaglio e il collage realizzeremo un teatro in miniatura con fondali, sipario e personaggi. Dai 5 anni. Costo: 10 € a partecipante pagabile in loco. Prenotazione consigliatissima a teatrinoaduepollici@gmail.com
Domenica ore 17.00 Spettacolo di burattini. Pulcinella e il caneUno spettacolo per tutte le età che continua a far riflettere e divertire, mettendo a nudo con ironia i limiti e le contraddizioni della natura umana. Per tutti, gratuito.
Domenica ore 18.00 Laboratorio di costruzione di un burattino a cono
Con materiali semplici come cartone, stoffa e una sfera di legno costruiremo un simpatico burattino a
a bastone. Dai 6 anni. Costo: 10 € a partecipante pagabile in loco.

Ingresso gratuito da Via Sebastiano Serlio 25 -
Venerdì 20: 18.00 - 02.00 Sabato 21: 16.00- 02.00 Domenica 22: 16.00 - 00.00

È POSSIBILE ACQUISTARE KIT GETTONI+BICCHIERE SUL  SITO, per poi ritirarli al nostro stand, in modo da saltare la fila http://www.birraieretici.it/shop/ - alle casse sarà possibile PAGARE i gettoni in CONTANTI, POS o con SATISPAY

Livia Elena Laurentino

martedì 17 maggio 2022

COSMOPROF 2022 : curiosità

L’edizione 2022 del Cosmoprof Worldwilde Bologna, la più grande fiera dedicata alla bellezza, seppure rimandata per ovvie ragioni di pandemia, ha registrato un notevole aumento del pubblico e un 30% di presenze di espositori in più rispetto alle annate precendenti.

Tra l’immensa offerta di prodotti destinati alla cura del corpo ne abbiamo scelto alcuni che ci hanno colpito per l’originalità, l’innovazione o la creatività.

Iniziamo con I Sali di Ischia della Progrè, azienda di cosmetici che nel 2013 ha realizzato il primo marchio specializzato in prodotti di bellezza a base dell'acqua termale dell'isola. Una linea completa per viso, corpo, detergenza ed anche di solari che attinge direttamente dalla proprietà contenute nei sali minerali delle acque termali ovviamente prive di parabeni.


Dopo la cura della pelle c’è il trucco e poi però a fine giornata bisogna detergersi, ottima abitudine a volte però fastidiosa, e col dilemma di cosa scegliere, latte detergente , soluzione micellare struccante, tonico, discetto di cotone, salvietta struccante umidificata ?

Ora c’è una soluzione molto pratica, che evita anche lo spreco e l’ingombro soprattutto in viaggio, si tratta di Cotton Plus Smake -Up la salvietta struccante asciutta.

Realizzata da un 'azienda torinese, in puro cotone ha al suo interno un cuore di latte detergente arricchito con Vitamina E e Aloe e carota nella prima versione con Olio di Argan nella seconda. Bastano umidificare la salvietta con un po’ d0acqua per idratare il detergente contenuto all’interno e in pochi secondi il trucco sparisce e la pelle resta pulita idratata e nutrita al tempo stesso.


Come non pensare anche ai capelli; uno stand ci ha molto colpito perché ricordava il mondo del cinema e non a caso visto che COTRIL nei suoi 50 anni di storia é stato al fianco delle più importanti star del cinema, della musica e della moda per la realizzazione degli hairlook più fashion.

Una gamma infinita di prodotti per tutte le esigenze dagli shampoo alle tinte, dalle maschere alle maschere, alle cere, dai finishing ai solari.



Livia Elena Laurentino

lunedì 16 maggio 2022

FONDAZIONE ANT e il Carciofo violetto di San Luca (seconda parte)


Domenica 22 maggio il Carciofo violetto di San Luca  da poco entrato nella famiglia dei Presidi Slow Food sarà il protagonista di una giornata speciale dedicata alla Fondazione ANT Italia Onlus  che in tutto il paese assiste oltre 10 mila persone ogni anno a domicilio.

La giornata  si terrà presso l'Azienda Agricola La Galeazza in Via Monte Albano 23 a Bologna, per sostenere l'attività della Fondazione. Inizierà alle ore 12.00 con un aperitivo e cocktail di benvenuto seguito dalla degustazione di piatti tutti con un comune denominatore : il violetto. 

Il menù dunque prevede come entree un delizioso soufflè, due primi una lasagna e una pasta al sugo,  carciofi crudi e fritti, hamburger di bianca modenese con salsa  dedicata, un dolce al carciofo con la Scorza Majani concluderà la degustazione insieme al nuovo liquore 7 e mezzo di Ghota Spiriti Nobili.

Alle ore 15.00 l'agronomo e docente Duccio Caccioni racconterà la storia e le proprietà di questo fiore - ortaggio appena ritrovato. A seguire una lotteria con estrazione a premi a favore dell'ANT.

All' evento parteciperanno i produttori del presidio Slow Food che hanno fornito la materia prima: Podere San Giuliano il Podere Chiesuola, Az. Agricola La Galeazza, l’Az. Agricola Andrea Querzè e l’az. Agricola Matteo Scarpellini.

Livia Elena Laurentino

venerdì 13 maggio 2022

FAGOTTINI di CARNE AL PISTACCHIO


Sfiziosi, saporiti, alternativi ecco qui una idea per rinnovare i soliti involtini di carne. Veloci da preparare, piaceranno davvero a tutti.

 FAGOTTINI di CARNE AL PISTACCHIO


Ingredienti per 4 persone 16 fettine di lombo di maiale sottili, gr 200 di mortadella, gr 200 di formaggio spalmabile, 5 cucchiai di granella di pistacchi ( 3 per il ripieno, 2 per panatura esterna ), 2 cucchiai di pangrattato, 1 spicchio di aglio, 2 cucchiai di olio extravergine di oliva, sale, pepe nero


Per preparare i fagottini di carne per prima cosa battere molto bene, con un batticarne, le fettine di carne poi condirle con un pizzico di sale e un filo di olio extra vergine di oliva; preparare anche il ripieno: mescolare il formaggio spalmabile con tre cucchiai di granella di pistacchi e un pizzico di pepe. 


Ora prendere due fettine di carne, stenderle bene leggermente sovrapposte poi farcire con una fetta di mortadella e un cucchiaio abbondante di formaggio al pistacchio. Piegare le fette di carne e formare un pacchettino. Procedere con le altre fette di carne. 


Preparare la panatura: in una ciotola versare il pangrattato, i pistacchi tritati e lo spicchio di aglio tritato; aggiungere un pizzico di sale e uno di pepe. Passare tutti i fagottini nella panatura avendo cura di ricoprirli interamente poi disporli su una teglia foderata con carta forno.




Versare sulla superficie un filo di olio extra vergine di oliva e cuocere i FAGOTTINI di CARNE al PISTACCHIO n forno preriscaldato a 180 gradi per circa 20 minuti; a metà cottura girarli delicatamente e quando saranno ben dorati sfornarli e servirli ben caldi. 

Gustare i FAGOTTINI di CARNE al PISTACCHIO con un piacevole calice di Merlot Terre Siciliane Igt Fina Vni s.r.l . 
Vitigno tipicamente coltivato nel nord Italia, il Merlot si è ambientato molto bene nelle terre siciliane esprimendo piacevoli sapori intensi e speziati.
Merlot Terre Siciliane Igt Fina Vni s.r.l ha un colore rosso rubino intenso con riflessi porpora, ha profumi che ricordano i frutti di bosco, ha sentori di pepe e spezie .
In bocca è ricco, caldo, equilibrato con tannini morbidi; è il vino da gustare a tutto pasto che si abbina piacevolmente alle pietanze di carne in genere sia arrosto che alla griglia e ai formaggi. 
Temperatura di servizio 16 - 18 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. 
Neria Rondelli







giovedì 12 maggio 2022

Il carciofo violetto di San Luca diventa presidio Slow Food (prima parte)


Il carciofo violetto di San Luca è il diciottesimo presidio Slow Food dell’Emilia Romagna, garantendo così che non si estingua.

Come l’ulivo, la sua coltivazione era molto diffusa, all’inizio del secolo, sulle colline bolognesi, dal terreno argilloso che gli conferisce le caratteristiche note fresche, erbacee che tendono alla radice di liquirizia.
Tra le varietà di carciofi è quella più tardiva visto che la raccolta avviene tra la metà di maggio e la metà di giugno.
La bassa resa della pianta che genera da 6 a 15 fiori ha fatto sì che, verso la metà degli anni ‘70, pian piano la coltivazione di questa pianta venisse abbandonata a favore di produzioni più redditizie.

Tuttavia alcuni agricoltori hanno resistito con tenacia e ad oggi sono cinque le aziende agricole bolognesi a far parte del progetto, oltre al Podere San Giuliano a San Lazzaro, di Federica Frattini, referente del Presidio e sono : il Podere Chiesuola, Az. Agricola La Galeazza, l’Az. Agricola Andrea Querzè e l’az. Agricola Matteo Scarpellini.



Il “Sanluchino” che veniva chiamato comunemente è molto apprezzato in cucina gustato fresco in insalata a crudo ma ancor di più per essere conservato a sott’olio.

L’ingresso in Slow Food sarà festeggiato il 15 maggio ala Mercato del Novale in piazza Carducci dove saranno presenti tutti i produttori.

Mentre domenica 22 presso l’azienda agricola La Galeazza il carciofo violetto di San Luca sarà il protagonista assoluto di una giornata dedicata alla Fondazione ANT Italia Onlus. (segue)

Livia Elena Laurentino

lunedì 9 maggio 2022

VENEZIA : l' Hotel Excess Venice ospita "Dimmi che cappello indossi e ti dirò chi sei "





Giovedì 12 maggio, dalle 17 alle 20, nel magnifico giardino dell' Hotel Excess Venice  a Dorsoduro in Venezia  si terrà l'evento  intitolato “Dimmi che cappello indossi e ti dirò chi sei”
La padrona di casa  Elisabetta Dotto ospiterà  tre esperte di moda; Alessandra Lepri, giornalista esperta di cappelli, Carla Plessi, bag designer e Michela Bonafoni, cultural advisor che dialogheranno con il pubblico presente su come i dettagli del proprio outfit siano indicatori della personalità o di come influenzino il carattere di chi li indossa.

Alessandra Lepri 
Michele Bonafoni

I cappelli della storica azienda made in Italy, anzi made in Puglia, Doria 1905, infatti saranno protagonisti di un insolito pomeriggio dedicato alla moda intesa non solo come prodotto, ma come espressione dell’identità.
I partecipanti saranno coinvolti ad essere protagonisti dell'evento, indossando il loro miglior cappello e outfit a postarlo online con gli hashtag #dressyourhat e #excessvenicehotel.
Verranno proposti diversi modelli di cappelli e borse che verranno associati e messi in relazione alle diverse persone presenti, ma anche a personaggi iconici del passato e del presente, rappresentativi dei vari stili.
Un percorso storico attraverso le forme dei cappelli  che sono diventati un "simbolo " del loro periodo, accompagnati dalla musica del dj set veneziano Alberto Milani ; dalla coppola  che ricorda l'America dei gangster al modello tipicamente British, dal baschetto militare rosso portato sulle ventitré  al Bucket, il cappello da pescatore, oggi molto trendy. 

Elisabetta Dotto, La Locandiera 

 Carla Plessi

Agli ospiti  verrà offerta una merenda gourmet a cura  di Anna Gumirato, giovane e talentuosa pastry chef  che proporrà cheesecake nelle varianti al mango oppure pistacchio e lamponi, bavarese cioccolato e fragole, torta di mele e crostata con crema e frutta. Ci saranno anche le focacce salate con mortadella stracciatella e pistacchio, crudo burrata e basilico, bufala e pomodorini confit, baccalà mantecato e cavolo nero e tartare di manzo o salmone e avocado.
Un calice di champagne Laurent Perrier partner dell’evento sarà il perfetto abbinamento.

L'evento è solo su prenotazione  Excess Venice 041 523 123

La Redazione

sabato 7 maggio 2022

La Prosciutteria a Bologna : tre locali di eccellenze toscane


Quando si dice Bologna la città dei taglieri, il mondo della ristorazione storce un po’ il naso, quasi il tagliere fosse cibo di serie B.
Tuttavia bisogna fare qualche distinzione perché, soprattutto nel settore dei salumi, bisogna stare molto attenti nel selezionare i migliori.
In città però c’è qualcuno che, incurante del fatto che l’Emilia Romagna detenga il primato delle DOP nel mondo degli insaccati, ha sfidato questi luoghi comuni e proprio in una della vie più centrali ha aperto La Prosciutteria.

Dario Leoncini, il patron

Il successo di Dario Leoncini in via Oberdan 19/A è stato immediato, tanto che in breve tempo ha aperto anche in via del Pratello 63 e alcuni giorni fa ha pensato di acquisire un altro spazio adiacente al primo, da adibire alla vendita dei panini con la porchetta che fa bella mostra di sé in vetrina.


I numeri parlano da soli, nel 2021 in piena pandemia sono stati serviti più di 40 mila taglieri e60 mila bicchieri di vino, oltre a 35 mila schiacciate.


La forza indubbia di questo progetto vincente è l’alta qualità e la varietà della materia prima abbinata ad un locale semplice che volutamente ricorda le vecchie osterie, dove ci si serve da soli, dove sono raccolte vecchie latte colorate, ritratti vintage e forme di scarpe in legno che ricoprono in modo originale il soffitto del corridoio.

Interno di Via Oberdan 19/C


Una tovaglietta e un bicchiere di carta con posate usa e getta eco aspettano sui tavoli i famosi taglieri ricchi di salumi e formaggi toscani con verdure fresche e grigliate e una varietà di crostini.



Per chi invece vuole optare per un piatto caldo la scelta, in linea con la tradizione, offre alcune opzioni: la classica ribollita o la pappa al pomodoro, le pappardelle al ragù di cinghiale o le lasagne alla bolognese, cinghiale e peposo al chianti. 
In abbinamento una vasta scelta di vini, prevalentemente toscani, ma sono presenti anche la altre regioni, in alternativa le birre artigianali.
Un’allegra e colorata vetrina di liquori come rosolio, zafferano, distillato di chianti, invita ad un assaggio di fine pasto.


Dario Leoncini a oggi può vantare quattordici locali aperti nell’arco di dieci anni e sparsi nel nord Italia, ma il successo non si arresta e a settembre sono già in vista due nuove aperture; la terza per Firenze alle Cappelle Medicee e Torino.

Livia Elena Laurentino 








venerdì 6 maggio 2022

GNOCCHI alla ROMANA con ASPARAGI & SPECK , la versione di Neria


Sfiziosi e invitanti ecco qui una versione davvero golosa degli gnocchi alla romana. Gli asparagi e lo speck arricchiscono piacevolmente la pietanza rendendola molto gustosa.

 GNOCCHI alla ROMANA con ASPARAGI & SPECK


Ingredienti per 4 persone

per gli gnocchi gr 250 di semolino, lt 1 di latte, gr 30 di burro, 2 tuorli, gr 100 di parmigiano reggiano grattugiato, sale, pepe, noce moscata

per il condimento gr 200 di asparagi verdi, gr 60 di speck, gr 80 di burro, lt 1/2 di latte, gr 50 di farina, ml 200 di panna, 1 bustina di zafferano, sale, pepe


Portare a bollore 1 lt di latte in una grande casseruola poi spegnere , insaporire con una grattata di noce moscata, il burro, un pizzico di sale e uno di pepe. Versare un po’ alla volta il semolino nel latte caldo mescolando con una frusta per evitare che si formino grumi; rimettere sul fuoco e sempre mescolando cuocere per una decina di minuti. 


Togliere dal fuoco aggiungere i tuorli mescolando sempre con la frusta poi il parmigiano e continuare a mescolare finché si sarà formato un composto omogeneo e liscio. 


Versare il composto su un tagliere ricoperto di carta forno e con una spatola livellare il composto allo spessore di circa 1 cm. Lasciare raffreddare completamente il composto per almeno 1 ora in frigorifero.


Nel frattempo lavare gli asparagi e tagliare la parte legnosa poi pelarli fino a 5 cm circa dalla punta. Tagliare gli asparagi puliti a pezzetti lasciando intere le punte e farli rosolare in una padella con una noce di burro per qualche minuto; tagliare anche lo speck a listarelle. 


Preparare ora la besciamella; sciogliere il rimanente burro in una padella, unire la farina e mescolare; versare il latte caldo e mescolare con una frusta. Fare cuocere la besciamella per qualche minuto mescolando sempre poi salare e pepare a piacere. Mescolare la panna e zafferano poi aggiungere il composto alla besciamella, amalgamare bene il composto e continuare la cottura per un paio di minuti. 


Riprendere l’impasto di semolino dal frigorifero e ricavare degli gnocchi con un coppapasta di circa 5/6 cm di diametro, ma va benissimo anche un bicchiere…


Ungere una pirofila con un poco di burro e distribuire sul fondo un poco di besciamella allo zafferano. Disporre gli gnocchi sovrapponendoli leggermente tra loro alternandoli con lo speck e le punte degli asparagi; distribuire tutt’intorno il resto degli asparagi. 


Ricoprire con la rimanente besciamella, spolverizzare con un poco di parmigiano e cuocere in forno a 180 gradi per una ventina di minuti. Sfornare, fare riposare per qualche minuto poi portare in tavola direttamente nella pirofila di cottura gli GNOCCHI alla ROMANA con ASPARAGI & SPECK

Un calice di Epos Frascati Superiore Docg Riserva Azienda Vinicolo Poggio Le Volpi sarà perfetto per accompagnare questa gustosa pietanza.

Malvasia di Candia e del Lazio, piccola percentuale di Trebbiano Epos si presenta nel bicchiere giallo paglierino intenso con riflessi dorati brillanti. Al naso sprigiona intensi profumi di frutta tropicale, mandorla dolce, sentori di erbe aromatiche e un piacevole finale minerale. Floreale, fruttato, morbido equilibrato, piacevole sapidità e freschezza Epos è il vino da gustare con primi piatti anche strutturati, con carni bianche, pietanze di pesce , formaggi freschi e di media stagionatura e piatti della tradizione laziale. 

Temperatura di servizio 6 - 8 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. 

Neria Rondelli