venerdì 10 settembre 2021

I profumi dell'estate nel PLUMCAKE AL MELONE & LAMPONI

Soffice e aromatico il dolce che ho preparato ha il sapore dell’estate; è ottimo da gustare a merenda o a fine pasto accompagnato da una pallina di gelato.


 PLUMCAKE AL MELONE & LAMPONI


Ingredienti per 6 persone gr 200 farina bianca integrale, gr 20 fecola di patate, 2 uova, gr 200 zucchero, gr 250 polpa di melone già pulita, gr 150 di lamponi, gr 150 yoghurt bianco intero, gr 100 olio di semi di girasole, gr 12 di lievito per dolci, 1 cucchiaino di burro


Frullare il melone con lo yoghurt e tenere da parte; in una ciotola, con le fruste elettriche, montare le uova con lo zucchero, unire poi l’olio a filo continuando a montare poi il composto di yoghurt e melone. Incorporare quindi la farina setacciata con il lievito e la fecola.


Aggiungere i lamponi e versare il composto in uno stampo per plumcake imburrato ed infarinato. Infornare a forno caldo e cuocere a 180 gradi per 45 minuti circa; verificare la cottura facendo la prova stecchino; se inserendolo nel centro del dolce esce asciutto il plumcake è pronto.


Sfornare, lasciare raffreddare il dolce, decorarlo con un poco di melone a cubetti e qualche lampone, spolverizzare con zucchero a velo e servire. 



Se si gusta il PLUMCAKE AL MELONE & LAMPONI a fine pasto sarà perfetto accompagnato da un calice di un morbido, fresco e persistente Franciacorta Rosé Demi-Sec DOCG Ca' del Diavolo
Spumante prodotto con uve di Pinot Nero e Chardonnay, ha un colore rosato brillante, perlage fine e persistente, profumi di fragola, rosa selvatica , crosta di pane ; è lo spumante da servire con dolci secchi, pasticceria in genere, crostate e frutta fresca; ottimo anche gustato in abbinamento con formaggi freschi. Temperatura di servizio 6- 8 gradi.

Buon lavoro e buon appetito.

Neria Rondelli


giovedì 9 settembre 2021

E' in corso a Bologna Cosmofarma "ReAzione – I Valori al centro


E' stata inaugurata questa mattina a Bologna, Cosmofarma "ReAzione – I Valori al centro" tradizionale appuntamento nazionale sul mondo della farmacia. Quattro giorni con oltre 50 appuntamenti tra  incontri, dibattiti e convegni che si svolgeranno nel quartiere fieristico in contemporanea SANA Salone internazionale del biologico e del naturale e Onbeauty by Cosmoprof.
Cosmofarma con un sottotitolo ReAzione e la frase I valori al centro, esplicita la volontà di reagire e affrontare le sfide del futuro forti della grande esperienza che sostiene la continua evoluzione del mondo farmacia. Empatia, ascolto, tempo, inclusività, resilienza, fiducia, salute, relazioni umane, libertà e sostenibilità: sono i valori che da sempre contraddistinguono il lavoro del farmacista e che ancora di più oggi debbono essere messi in campo. Fiducia nel futuro e volontà di ripresa sono le direttive sulle quali  si fonda quest' ultima edizione. I temi che verrano dibattuti saranno principalmente: scientifico, manageriale, istituzionale e, appunto, ReAzione.
Cosmofarma ReAzione punta sulla capacità di ripresa di un comparto che in questi due ultimi anni ha subito una forte evoluzione e il cui mercato nel canale Farmacia ha fatto registrare, ha confermato un trend in crescita, +5%, rispetto al 2020 e in recupero anche rispetto allo stesso periodo del 2019, +2,9%, secondo i dati New Line RDM.
Anche riguardo le vendite on line il volume d'affari è cresciuto, secondo Iqvia nei 12 mesi da giugno 2020 a maggio 2021, i ricavi delle farmacie online hanno superato i 423 milioni di euro, con una crescita del 51,5% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; una crescita già in corso prima della pandemia, ma che si è accelerata notevolmente.
Tra le novità di questa edizione l'area espositiva dedicata, la PetCare, con l’obiettivo di promuovere soluzioni innovative ed incentivare l’utilizzo di nuovi strumenti che agevolino la comunicazione tra farmacisti e proprietari, per il benessere animale. Infatti secondo un’indagine realizzata dall’osservatorio Coop2020: 7,8 milioni di persone durante il 2020, in pieno lockdown e isolamento, hanno acquistato un animale. Ne consegue le vendite del comparto veterinario hanno superato i 25 milioni di euro, per un totale di oltre un milione di confezioni vendute (+16.6%).
La Redazione

mercoledì 8 settembre 2021

Il Centrogross presenta Winter Melody : la sfilata delle collezioni 2021-22


Il Centergross di Bologna il più grande polo del pronto moda italiano con un milione di metri quadri di superficie, che da 44 anni esporta il Made in Italy nel mondo, batte tutti sul tempo e per primo, presenta la collezione autunno inverno della prossima stagione, anticipando la Fashion Week milanese e gli altri appuntamenti internazionali.
Il pronto moda realizzato da quindici aziende che in questa occasione fanno squadra, sarà protagonista in una memorabile sfilata che si svolgerà sabato 11 settembre

La magnifica Scalinata del Pincio, in piazza XX settembre, sarà palco e scenografia dove sfileranno con gli abiti e gli accessori della nuova collezione uomo e donna le ditte : Adriano Langella, Angela Davis, Dejavu Over, Hanaki-Ho, Kikisix, King Kong, LeStreghe, Loft 1, Susy Mix, Susy Star, Sophia Curvy, Souvenir, Takeshy Kurosawa, Tela-N, Xagon man.

Winter Melody è il titolo dello spettacolo che lega la moda alla danza e alla storia del trend  contemporaneo in cui si rispecchiano le aziende presenti.
Proprio in questi giorni è stato avviato un contest Istagram con l’hastag #BolognaFashion, dedicato agli under 25, attraverso il quale i contant creator che vorranno partecipare e si saranno distinti per aver meglio interpretato il tema “Bologna città della moda”, accuratamente selezionati dalla Commissione Moda di Centergross, avranno l’occasione di partecipare ad una opportunità formativa o professionale presso i brand moda del polo fashion emiliano.

Winter Melody sarà trasmessa in diretta sui canali Istagram, Facebook e YouTube di Centergross.

Livia Elena Laurentino





venerdì 3 settembre 2021

Oggi ? POLPETTE di CECI


Questa ricetta è un modo piacevole per fare mangiare i legumi anche a chi non li ama … specialmente i bambini. Cotte al forno, croccanti fuori e morbidissime dentro, le polpette di ceci facili e veloci, piaceranno a grandi e piccini … E' una gustosa alternativa alle classiche polpette di carne; pronte in pochissimo tempo, profumate e aromatiche sono un perfetto secondo piatto da servire a pranzo o a cena ma anche come antipasto. Io le ho cotte al forno ma i più golosi le possono friggere … saranno comunque una bontà.

POLPETTE di CECI


Ingredienti per 4 persone gr 300 di ceci lessati, 2 fette di pane in cassetta, 3 cucchiai di parmigiano reggiano grattugiato, 1/2 bicchiere di latte, 1 uovo, pangrattato, sale, 1 cucchiaino di origano, 1 cucchiaino di rosmarino, 1 cucchiaio di scorza grattugiata di limone


Ammollare le fette di pane nel latte. Scolare i ceci cotti e frullarli in un mixer con il rosmarino, l’origano e la scorza del limone fino ad ottenere una purea. In una ciotola mescolare la purea di ceci con il pane precedentemente ammollato nel latte e strizzato molto bene, il parmigiano ed un pizzico di sale; lavorare l’impasto con un cucchiaio e se dovesse risultare troppo morbido aggiungere qualche cucchiaio di pangrattato; formare ora tante piccole polpette della dimensione di una noce e passarle prima nell’uovo precedentemente sbattuto poi nel pangrattato. 


Ricoprire una teglia da forno con carta forno leggermente unta di olio extravergine di oliva e allinearvi le polpette, ancora qualche goccia di olio poi cuocerle in forno a 180 gradi per venti minuti circa avendo cura di rigirarle delicatamente a metà cottura; le polpette saranno pronte quando avranno formato una bella crosticina dorata in superficie. 



Le POLPETTE di CECI sono ottime sia servite calde che tiepide e un calice di Radice Lambrusco di Sorbara DOC Cantine Paltrinieri Sorbara (Mo) le accompagnerà davvero molto bene. Lambrusco di Sorbara in purezza rifermentato in bottiglia, Radice ha un bellissimo rosa salmone e un perlage molto fine e persistente; i profumi sono di fragoline di bosco, di agrumi e rosa selvatica; fresco con spiccata acidità, sapido, equilibrato e persistente Radice è un vino da abbinare sia ai piatti della tradizione emiliana come i tortellini in brodo, crescentine e salumi, sia con pietanze di pesce; ottimo da servire al momento dell’aperitivo.

Temperatura di servizio 10 - 12.

Neria Rondelli



mercoledì 1 settembre 2021

19° BrodettoFest 2021 a FANO


Per godere di uno degli ultimi week end estivi Fano propone il suo BrodettoFest. Dal 10 al 12 settembre  si svolgerà  la 19° edizione dell'evento dedicato al piatto simbolo dell’Adriatico con spettacoli, degustazioni, cooking show stellari, ospiti internazionali, grandi nomi dello spettacolo, chef che hanno fatto la storia della cucina italiana, laboratori per i bambini dedicati alla conoscenza del cibo di qualità e alla scoperta del mare e tante bellissime novità.
Quest'anno la proposta, già rivisitata nella scorsa edizione, che al posto dei classici stand ha proposto il “Brodetto Bus”, la navetta gratuita che collega tra loro oltre 30 ristoranti, si concentra nel Palabrodetto, la tensostruttura di lungomare Simonetti, dove chef famosi si esibiranno in cooking show.
Non mancheranno spettacoli,  esibizioni in cucina e degustazioni guidate.
Il BrodettoFest ha come obiettivo la promozione dell’intera filiera della pesca, la valorizzazione dei prodotti locali tipici e delle eccellenze enogastronomiche; argomenti questi che saranno sviluppati nei talk show con i principali protagonisti di settore della scena nazionale e internazionale, che si troveranno a Fano per fare un focus sul neo Distretto Biologico delle Marche, unico e grande distretto del bio per numeri, progetti e obiettivi.
La novità 2021 è MeetMoretta. Un innovativo spazio esperenziale all’interno dell’evento, interamente dedicato alla Moretta, la bevanda a base di caffè, tipica delle Marche e originaria della città di Fano. 
Per valorizzare le tipicità del territorio ci saranno degustazioni, master class, grandi ospiti e la prima competition nazionale Moretta&Co.cktails, prima edizione del concorso nazionale riservato ai Barman professionisti che vedrà i finalisti sfidarsi nella finalissima live, direttamente al BrodettoFest. 
Verranno, inoltre, ospitate le masterclass condotte dalla giuria composta dai migliori bartender e mixologist italiani, come Filippo Sisti, Giovanni Ceccarelli, Flavio Angiolillo.
Tornano le uscite in barca alla scoperta delle meraviglie del mare durante le quali saranno previste  degustazioni tipiche a bordo. 
Anche quest’anno Il Bianchello d’Autore sarà il vino ufficiale del BrodettoFest.
Altra novità è la forte integrazione tra evento fisico e digitale, grazie alla piattaforma social media dell'evento che accoglie il racconto online dedicato alla cultura, alla storia e alla tradizione marinara. Si celebra l'essenza del BrodettoFest, caratterizzato dalla sapienza dei pescatori e i grandi ospiti del mondo del food, che hanno creato un mix vincente tra tradizione e rinnovamento del brodetto, piatto simbolo della cucina adriatica, rendendo BrodettoFest uno degli appuntamenti gastronomici più importanti e noti del panorama italiano e internazionale.
BrodettoFest è organizzato da Confesercenti Pesaro e Urbino e Comune di Fano, con il contributo della Regione Marche, del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, del Fondo Europeo per gli Affari Marittimi e la Pesca e Camera di Commercio delle Marche.
Livia Elena Laurentino










venerdì 27 agosto 2021

Oggi RISOTTO al PROSCIUTTO di PARMA & MELONE MANTOVANO IGP


Prosciutto e melone…classico abbinamento ma è il solito antipasto. Ecco come utilizzare questi due ingredienti in un altro modo  … il risultato un originale, delizioso primo piatto.
Il contrasto tra salato del prosciutto e il dolce del melone è un esplosione di sapori piacevolissimi che rende questo risotto davvero speciale.


RISOTTO al PROSCIUTTO di PARMA & MELONE MANTOVANO IGP


Ingredienti per 4 persone gr 280 gr di riso Carnaroli, 2 scalogni, gr 150 prosciutto di Parma, gr 250 di melone Mantovano Igp , gr 150 di parmigiano reggiano grattuggiato, gr 40 di burro, 1/2 lt di brodo vegetale, 1 bicchiere di vino secco, olio extravergine di oliva, sale, pepe


Tagliare il burro a cubetti e congelarlo per ottenere una mantecatura migliore del risotto. Tagliare il prosciutto a listarelle di 5 cm poi saltarle in padella con un filo di olio fino a che diventeranno croccanti. Pulire il melone, privarlo della scorza e dei semi poi tagliarlo a cubetti. Pulire gli scalogni, affettarli e farli imbiondire in una padella con un po’ di olio. Tostare il riso, regolare di sale e sfumare con il vino. Cuocere il riso versando a poco a poco il brodo e mescolando delicatamente. A metà cottura unire il prosciutto a listarelle tenendone da parte qualcuna. A fine cottura aggiungere i cubetti di melone tenendone anche di questo a parte qualcuno. 


Togliere dal fuoco, unire il parmigiano, il burro congelato e mantecare bene, fare riposare il risotto per qualche minuto per permettere al melone di rilasciare il suo succo. 




Servire il RISOTTO al PROSCIUTTO di PARMA & MELONE MANTOVANO IGP guarnito con il prosciutto croccante, i cubetti di melone ed una macinata di pepe a piacere e gustarlo al meglio abbinarlo ad un floreale, fruttato, gradevole calice di Graminè Azienda Vinicola Longariva (Tn). 
Pinot grigio in purezza Graminè è un vino dal bellissimo colore ramato, buccia di cipolla, brillante, fresco, delicato, armonioso, equilibrato che si abbina con una grande varietà di pietanze; perfetto con gli antipasti, con risotti vari, primi piatti, pietanze di pesce, crostacei, carni bianche. 

Temperatura di servizio 8 - 10 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. 
Neria Rondelli

venerdì 20 agosto 2021

ROTOLINI di CARPACCIO alla RUCOLA


In estate non si ha davvero voglia di accendere i fornelli. Ecco qui una ricettina fresca e rapida da fare da trovare pronta in frigorifero al rientro a casa dopo una giornata all’aria aperta.


 ROTOLINI di CARPACCIO alla RUCOLA


Ingredienti per 4 persone gr 300 di carpaccio di manzo, gr 50 di parmigiano reggiano a scaglie, gr 60 di rucola, gr 200 di pomodori, 1 cippollotto, aceto balsamico, olio extravergine di oliva, sale, pepe


Privare i pomodori dei semi, tritarli grossolanamente e lasciarli sgocciolare in un colino per un poco di tempo. Sbucciare il cipollotto, tritarlo e frullarlo in un mixer con la rucola aggiungendo un cucchiaio di olio. Trasferire la salsa ottenuta in una ciotola, regolare di sale e pepe poi incorporare qualche goccia di aceto balsamico. 


Stendere le fette di carpaccio su un piano foderato di pellicole per alimenti, sovrapponendole leggermente, poi spalmarle con la salsa alla rucola, aggiungere i pomodori e terminare con le scaglie di parmigiano. 


Arrotolare il carpaccio farcito ben stretto aiutandosi con la pellicola e trasferirlo in frigorifero a riposare per almeno una mezza ora. Al momento di servire tagliare il rotolo a fettine di 2 cm e condire con un filo di olio e un pizzico di sale e pepe. 






Servire i ROTOLINI di CARPACCIO alla RUCOLA con un calice di profumato ed elegante Chardonnay Igt Vigneti delle Dolomiti Azienda Pojer e Sandri; colore giallo paglierino con riflessi verdognoli, brillante, profumi intensi di mela Golden, ananas e banana.
Questo Chardonnay è il vino da servire con creme di verdure, zuppe, pietanze di pesce e di carne leggere, formaggi delicati a pasta molle.

Temperatura di servizio 8 - 10 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. 


Neria Rondelli





venerdì 13 agosto 2021

BRUSCHETTONE RUSTICO ai SALUMI è l'idea di Neria per Ferragosto


Non vuole essere una vera e propria ricetta ma è un modo veloce e piacevolissimo di preparare in pochissimo minuti un antipasto da condividere in allegria con parenti e amici. È l’antipasto ideale per il buffet di ferragosto. Sarà un successo!

BRUSCHETTONE RUSTICO ai SALUMI


Ingredienti per 4 persone 1 pagnotta soffice di gr 800 circa, 1 bicchiere di sugo al pomodoro, gr 120 di mozzarella, gr 100 di prosciutto crudo affettato fine, gr 80 di salsiccia fresca , gr 80 di funghi champignons, gr 40 di rucola, 1 piccola cipolla di Tropea, gr 30 di olive nere denocciolate, olio extravergine di oliva.



Privare gli champignons della base, pulirli con un telo umido poi affettarli finemente. Sbucciare la cipolla e tagliarla a velo. Togliere la calotta del pane, svuotarlo parzialmente della mollica lasciandone una parte sul fondo poi sistemarlo su una placca da forno. Spennellare la base del pane con il sugo di pomodoro.


Aggiungere metà della mozzarella tagliata a cubetti e lasciata sgocciolare bene; aggiungere poi la salsiccia spellata e sbriciolata, gli champignons, la cipolla, le olive; terminare con la mozzarella rimasta e cuocere in forno caldo a 180 gradi per 15 minuti. Al termine sfornare il pane, completare con il prosciutto crudo, la rucola e un filo di olio extravergine di oliva . 



Servire il BRUSCHETTONE RUSTICO ai SALUMI caldo tagliato a spicchi e per gustarlo al meglio un fresco, sapido, morbido calice di Romeo Lambrusco Grasparossa Dop Azienda Garuti Dal 1920 Bomporto Modena sarà davvero perfetto. 
Ciliegie, ribes, more, sentori delicati di viola e piacevole e leggera vinosità, Romeo è il vino ideale da abbinare a tutti i primi piatti e le pietanze della cucina emiliana, ai salumi accompagnati dalle crescentine fritte. 


Temperatura di servizio 10 - 12 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. 

Neria Rondelli





venerdì 6 agosto 2021

A Rimini torna AL MENI , ottava edizione.

Inizia oggi “Al Meni”, l’evento ideato da Massimo Bottura e realizzato dal Comune di Rimini, insieme all’Associazione Chef to Chef Emilia Romagna Cuochi, Slow Food Emilia Romagna e alla Strada dei vini e dei sapori dei colli di Rimini.
Per la prima volta, si svolgerà in Piazza Cavour e  in Piazza Malatesta. Qui,16 talenti della gastronomia contemporanea, guidati dallo chef che ha scalato le vette del mondo, si riuniscono per due giorni, fra showcooking stellati, streetfood d’autore, laboratori e conversazioni, mercati dedicati ai prodotti d’eccellenza del territorio, alla manualità e alla creatività, insieme alle atmosfere create dalle performance itineranti di FLIC, la prima scuola di circo contemporaneo in Italia, una delle realtà più rinomate a livello internazionale.
E’ questa la formula che, negli anni, ha sancito la fortuna di Al Mèni (in dialetto romagnolo, ‘le mani’, dal titolo di una poesia di Tonino Guerra), evento enogastronomico che celebra le radici, la cucina e i grandi prodotti dell’Emilia Romagna, nel clima spontaneo di una festa di strada, divenuto un vero e proprio ‘must’ dell’estate riminese.

Protagoniste di questa festa saranno sempre loro: ‘le mani’, (in dialetto romagnolo, al meni, dal titolo di una poesia di Tonino Guerra),  degli chef che prepareranno il cibo di strada  e quelle dei contadini e dei produttori dei cibi di eccellenza della via Emilia che si potranno assaggiare ed acquistare nel mercato dedicato.  Ci saranno anchei pescatori di Rimini ei manufatturieri riuniti nel labstore di Matrioska. 16 gli chef d’eccezione, chiamati a rotazione da Massimo Bottura ad esibirsi nelle due grandi cucine a vista: una davanti all’arena Francesca da Rimini antistante castel Sismondo, l’altra nel “circo 8 e ½” che si alzerà nello spazio che corre accanto al Teatro Galli, fra la grande panca circolare e il giardino esterno del Part.
Gli chef dell’ottava edizione di Al Meni saranno:
Jessica Rosval, canadese di origine, guida con sicurezza la cucina di Casa Maria Luigia orientando un brunch gastronomico domenicale unico al mondo e la linea più classica della francescana at Maria Luigia. Taka (Takahiko Kondo), Allen Huynh e Matteo Zonarelli sono i ragazzi che dirigono le operazioni quotidiane dell'Osteria Francescana,Bernardo Paladini lo chef di Torno Subito a Dubai un ristorante dove l'ispirazione della cucina italiana all'estero è ripresa in chiave ironica e riportata su un piano di vero interesse gastronomico; Riccardo Forapani propone i piatti del Ristorante Cavallino a Maranello, una tradizione e un classicismo impeccabili, tecnica e ingredienti al massimo. Davide Di Fabio dopo tantissimi anni al fianco di Taka a guidare la cucina di Francescana ora è lo chef Dalla Gioconda di Gabicce. Fra gli chef internazionali il ritorno di Celine Pham, una delle chef più apprezzate delle passate edizioni, con una cucina con un piede in Asia e un altro a Parigi riesce a raccontare in maniera esemplare l'incontro di culture attraverso la cucina. Clio e Anne sono le chef di uno dei ristoranti più interessanti dell'attuale panorama parigino, L'Innocence. Simone Salvini è il più conosciuto chef di cucina vegetale del panorama italiano, personaggio carismatico, è stato fra i primi a fare conoscere al grande pubblico l'intensità cui poteva arrivare la cucina vegetariana e vegana. 
Con loro gli chef di Chef to chef Emilia Romagna cuochi: da Gian Paolo Raschi, presenza quasi imprescindibile del circo di Al Meni, titolare della prima stella di Rimini, il ristorante Guido, una cucina di mare senza compromessi. Silver Succi, del Quarto Piano di Rimini, la terrazza sulla città che fa incontrare la grande cucina di collina romagnola con il mare della Riviera. Mattia Borroni, giovane chef milanese trapiantato in Romagna che propone una cucina sempre in evoluzione. Athos Migliari è l'erede della grande tradizione gastronomica della bassa Ferrarese, seconda generazione che propone una cucina di territorio con prodotti di qualità impareggiabile applicata ad una tradizione e ad una tecnica implacabili. Giovanna Guidetti è il faro della cucina della bassa che si spalma fra Modena Ferrara e Mantova, una cucina con frequenti riferimenti alla tradizione ebraica e che racchiude nella sua gestualità secolare il segreto di un gusto unico. Massimiliano Poggi è uno dei punti di riferimento della nuova cucina bolognese, una cucina di campagna, ma elegante e distinta, borghese e gastronomica, con lui sarà ai fornelli Riccardo Agostini, lo chef stellato simbolo della Valmarecchia con il suo Piastrino di Pennabilli.
Sabato 7 agosto, sul palco del teatro Galli sarà protagonista il vitigno ambasciatore della Rivieta con il progetto RiminiRebola. 17 imprenditori del vino insieme per valorizzare il prodotto e il territorio. Se ne parlerà con: Ruenza Santandrea Presidente del Consorzio vini di Romagna, Filippo Polidori food guru, Daniele Cernilli Direttore rivista Doctor Wine, Sandro Santini Presidente Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini. Conduce Luca Ioli giornalista eno gastronomico de Il Resto del Carlino. La partecipazione è gratuita, su prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento posti: info@stradadeivinirimini.it
Per accedere all’evento sarà necessaria la certificazione verde covid-19 (www.almeni.it)
La Redazione

venerdì 30 luglio 2021

Neria e...Gli INVOLTINI di MELANZANE, RICOTTA & SALSA di POMODORO


Oggi propongo dei buonissimi involtini di melanzane facili e veloci da preparare. 
Pietanza vegetariana molto gustosa è ottima da servire come antipasto sfizioso o come secondo piatto leggero.


INVOLTINI di MELANZANE, RICOTTA & SALSA di POMODORO


Ingredienti per 4 persone 3 melanzane medie, gr 250 di ricotta, ml 300 di passata di pomodoro, 1 carota, 1 cipolla, 1 spicchio di aglio, 10 foglie di basilico, gr 50 di parmigiano reggiano grattugiato, olio extravergine di oliva, sale, pepe


Lavare e tagliare le melanzane a fette spesse mezzo centimetro. Versare la passata di pomodoro in una casseruola, aggiungere la carota e la cipolla interi, lo spicchio di aglio, un filo di olio; cuocere a fuoco medio per qualche minuto poi aggiungere un pizzico di sale, una macinata di pepe e continuare la cottura a fuoco basso per una decina di minuti. Mettere la ricotta in una ciotola, aggiungere due cucchiai di olio extravergine di oliva, un pizzico di sale, uno di pepe e con l’aiuto di una forchetta mescolare per rendere cremoso il formaggio. Ungere una padella antiaderente e rosolarvi le fette di melanzane precedentemente tagliate. Farcire le fette di melanzane con la crema di ricotta, arrotolarle in modo da realizzare degli involtini. 


Trasferire gli involtini in una pirofila unta con un filo di olio, condirli con abbondante salsa di pomodoro preparata, passarli nel forno già caldo e cuocerli per una ventina di minuti a 180 gradi finché gli involtini si saranno gratinati. 


Estrarre gli involtini dal forno, cospargerli con il parmigiano e guarnirli con foglie di basilico fresco.





Gli INVOLTINI di MELANZANE, RICOTTA & SALSA di POMODORO possono essere serviti sia caldi, appena tolti dal forno, ma gustati tiepidi con un calice di Vermentino Toscana Igt Azienda Agricola Monteverro sono davvero ottimi. Profumi di fiori e frutti mediterranei, sapido, piacevolmente minerale, Il Vermentino di Monteverro è il vino ideale da servire per l’aperitivo e pietanze a base di pesce. Temperatura di servizio 8 -10 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. 

Neria Rondelli