sabato 29 maggio 2021

Il 30 giugno torna il Salotto di Patrizia Finucci Gallo



Ispirato ai salotti ottocenteschi, torna il Salotto di Patrizia Finucci Gallo che da diversi anni ha rivitalizzato questa piacevole abitudine nella città di Bologna, ricreando il piacere dello stare insieme e della convivialità all’insegna del bien vivre.

Nomi noti dello spettacolo, della cultura, della politica, della letteratura sono stati ospiti di Patrizia che ha appena annunciato la nuova stagione estiva.
Dal suo salotto privato gli incontri si sono trasferiti, anche per questo nuovo corso nel giardino dell’Hotel Guercino, che dopo il successo della scorsa stagione, ha dedicato alla Salottiera una suite.
Alla presentazione dei nuovi incontri e del nuovo logo in stile liberty, ideato appositamente dallo studio Veronesi Namioka, hanno partecipato all’evento alcuni protagonisti eccellenti della vita cittadina, che saranno partner del contest lanciato per “ aprire il salotto alla città” come ha sottolineato la padrona di casa.


Regalandosi una pausa gastronomica al Ristorante Al Pappagallo e ordinando anche la gustosa mousse di mortadella con le crescentine fritte denominate per l’occasione “ Le Chiacchiere della Salottiera”, o acquistando un fascinoso cappello presso la Boutique Doria 1905, sorseggiando un caffè della Torrefazione Terzi, magari proprio la miscela di 100% arabica pensata per Patrizia o assaporando un piacevole ideazione ad hoc della Gelateria Stefino che ha preparato una crema a base di panna con infusione di tè nero e spezie, ispirato alla salottiera viaggiatrice sull’Orient Express... se si immortala il momento pubblicando una foto su Istagram con l’hastag #lasalottiera, dopo una sua accurata selezione, si avrà la possibilità di partecipare ad una delle serate in calendario.

     

Il via l’ 8 giugno con Moda Impresa, i festeggiamenti del marchio Siviglia, nuovi progetti aziendali, solidarietà nel mondo del fashion.
Il 30 giugno l’ospite sarà il giornalista Fabrizio Gatti con un libro- inchiesta "L'infinito errore - storia segreta di una pandemia che si poteva evitare",
Giovedì 8 luglio Lirio Abbate, vice direttore dell’Espresso dialogherà con i presenti del suo libro “Faccia da mostro”.
In calendario anche l’archistar Michele De Lucchi e infine il vincitore delle primarie per l’elezione a Sindaco della città di Bologna.  
Livia Elena Laurentino



venerdì 28 maggio 2021

NUVOLE alle MANDORLE , una dolcezza che regala Neria


Biscottini preparati senza farina, senza burro, senza lievito, solo tre ingredienti... albumi, zucchero e mandorle. Una ricetta facilissima per utilizzare gli albumi rimasti; si otterranno dei dolcetti leggeri come nuvole, che andranno a ruba in ogni momento della giornata.

NUVOLE alle MANDORLE


Ingredienti per 60 biscotti gr 120 di albumi (circa 3), gr 300 di mandorle con la buccia, gr 300 di zucchero a velo, 1 pizzico di sale


Come prima cosa mettere gli albumi in una ciotola con un pizzico di sale e montarli a neve molto compatta. Appena saranno diventati bianchi e sodi unire lo zucchero e mescolare fino ad ottenere una sorta di meringa. 


Tritare molto grossolanamente le mandorle ed aggiungerle al composto molto delicatamente. 
Con l’aiuto di un cucchiaino prelevare un po’ del composto e disporlo su una teglia foderata di carta forno e continuare così realizzando tanti mucchietti distanziati tra loro perché in cottura si appiattiranno.


Cuocere i biscotti in forno caldo a 180 gradi per 10 minuti circa. 


Per finire in modo davvero delizioso un pranzo, una cena e per un brindisi speciale gustare le NUVOLE alle MANDORLE con una coppa di spumante Ferrari Trento Doc Demi Sec Metodo Classico Ferrari Trento 1902. Morbido, con un equilibrato tocco zuccherino, accurata selezione di sole uve Chardonnay raccolte con vendemmia manuale nella prima metà di settembre, Ferrari Trento Doc Demi Sec Metodo Classico ha un colore giallo paglierino intenso e brillante; il perlage è fine e persistente, i profumi sono di frutta matura a pasta gialla, di frutta esotica, di crema pasticciera, di mandorle e vaniglia. 
Aromatico, cremoso, rotondo, equilibrato da una piacevolissima freschezza, un calice di questo spumante è il modo più elegante e gourmet per finire il pasto. 

Temperatura di servizio 8 - 10 gradi.   Neria Rondelli

giovedì 27 maggio 2021

Ferrara Film Festival al via la 6° edizione dal 29 maggio


I luoghi dello spettacolo riaprono e il primo a dare il via al nuovo corso è il Ferrara Film Festival    che avrà inizio sabato 29 al Cinema in Italia di Ferrara.

L'evento di rilevanza internazionale dedicato al cinema si concluderà il 6 giugno con la premiazione di prestigiosi nomi del mondo del cinema.
Il debutto vedrà ospite l'attore Alessandro Haber, premio alla carriera nazionale dello scorso anno,  presente questa volta in veste di regista del cortometraggio, sul tema Covid, da lui realizzato.


La serata del 1° giugno sarà dedicata al binomio donne e cinema con la proiezione e la premiazione del film “Addio al Nubilato”,  con la presenza il sala di  alcuni dei protagonisti e del regista Francesco Apolloni, che riceverà il Women Celebration Award alle 19 sul red carpet di piazza Carbone.
Il Castello Estense farà da cornice alla cerimonia che vedrà la consegna del Dragone d’oro alla carriera internazionale al regista Mike Newell, noto per la regia di film come “Amore e Rabbia – The Good Father” (1985) con Anthony Hopkins, “Quattro Matrimoni e un Funerale” (1994) con Hugh Grant, “Donnie Brasco” (1997) con Johnny Depp e Al Pacino, “Mona Lisa Smile” (2003) con Julia Roberts, “Harry Potter e il Calice di Fuoco” (2005) con Daniel Radcliffe ed Emma Watson e “Prince of Persia” (2010) con Jake Gyllenhaal e Ben Kingsley.


Durante il festival a Mike Newell sarà dedicata una retrospettiva, che riproporrà la visione di cinque suoi film: “Mona Lisa Smile”, “Donnie Brasco”, “Quattro Matrimoni e un Funerale”, “Ballando con uno Sconosciuto” e “Un Incantevole Aprile”,  alla presenza di alcuni dei protagonisti.
Sempre il 6 giugno verranno consegnati anche  i Golden Dragons Awards alle opere vincitrici tra le trentatré in concorso al festival (per avere informazioni più dettagliate sulle opere in concorso consultare il link https://www.ferrarafilmfestival.com/nominations.html ).

Maggiori informazioni sul programma : https://www.ferrarafilmfestival.com/filmprogram.html
I biglietti per accedere in sala si potranno comprare online e/o direttamente al cinema negli orari di apertura del Cinepark Apollo . Ogni spettacolo includerà un cortometraggio seguito da un lungometraggio. Tutti i film saranno proiettati in lingua originale con sottotitoli in italiano, eccetto se diversamente indicato.  
La Redazione 

venerdì 21 maggio 2021

BOCCONCINI di POLLO in CROSTA di ZUCCHINE mai provati?


Pietanza facile e veloce da preparare che piacerà davvero a tutti; è perfetta per un pranzo in famiglia ma anche per una cena con amici. E' adatta anche ai bambini per fare mangiare loro la carne e le verdure in un solo boccone golosissimo.

BOCCONCINI DI POLLO IN CROSTA DI ZUCCHINE


Ingredienti per 6 persone 1 grosso petto di pollo, 4 zucchine, 2 patate, 1 cucchiaio di fecola di patate, 1 albume, sale, pepe, olio di arachide per friggere.


Ridurre il petto di pollo a dadi regolari di circa 2 cm, metterli in una ciotola, spolverizzarli con la fecola di patate, unire l’albume leggermente sbattuto, salare, pepare a piacere e fare marinare 2 - 3 ore in frigo. 


Nel frattempo grattugiare le zucchine, riporle in un colino, salarle leggermente poi dopo dieci minuti strizzarle molto bene in modo di fare perdere tutta l’acqua in eccesso. 
Sbucciare le patate, grattugiarle e mescolarle alle zucchine. Passare i dadi di pollo nel mix di verdure grattugiate premendo un po’ in modo che aderiscano bene. 


Scaldare molto bene l’olio di arachide in una padella e friggere i bocconcini pochi alla volta, finché saranno dorati poi farli asciugare sulla carta da cucina e servire i BOCCONCINI di POLLO in CROSTA di ZUCCHINE caldissimi come sfizioso antipasto o come secondo piatto accompagnati da un contorno di fresca insalata.


Un calice di Primerose Salento Igt Negroamaro Masseria Li Veli sarà davvero perfetto da abbinare all’appetitosa pietanza. Profumi delicati di frutta rossa e fiori di rose e violette, armonico, fresco di acidità Primerose è il vino gradevole da servire come aperitivo abbinato a salumi e formaggi, piacevole abbinato a preparazioni con verdure, con sformati e parmigiane, con carni bianche, con cereali e legumi e perfetto da gustare con la pizza.

Temperatura di servizio 10 - 12 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. 
Neria Rondelli


venerdì 14 maggio 2021

Neria ha cucinato la TORTA ROVESCIATA con ZUCCHINE


Montata al contrario ecco qui una deliziosa torta salata che può risolvere in qualsiasi momento sia il pranzo che la cena. Zucchine di stagione, qualche pomodorino, basilico fresco ed ecco fatto, il risultato è davvero ottimo.

TORTA ROVESCIATA con ZUCCHINE


Ingredienti per 4 persone 1 disco di pasta brisée, 3 zucchine, 12 pomodorini ciliegia, 4 filetti di tonno, 1 cucchiaio di zucchero di canna, 4 cucchiai di olio extravergine di oliva, 1/2 bicchiere di aceto di mele, basilico fresco, 1 cucchiaino di origano, sale, pepe, latte per spennellare


Lavare le zucchine, spuntarle e tagliarle a fettine diagonali dello spessore di 1/2 centimetro. Lavare i pomodorini, tagliarli a metà e eliminare i semi.


Fare sciogliere lo zucchero nell’aceto in una padella a fuoco basso; unire le zucchine e i pomodorini e farli caramellare girandoli delicatamente. Ungere molto bene una tortiera di 20 cm di diametro. Disporvi sul fondo le zucchine alternandole con i pomodorini e i filetti di tonno. Salare, pepare, spolverizzare con un pizzico di origano e foglioline di basilico. 


Srotolare la pasta brisée, stenderla sopra alla teglia, eliminare la parte in eccesso ripiegando la verso il basso in modo che contenga bene le verdure; bucherellare la superficie con una forchetta e spennellarla con un poco di latte. 


Cuocere in forno a 180 gradi per 25 minuti circa. Sfornare la torta, farla riposare una decina di minuti poi capovolgerla su un piatto da portata e servire.
 


Un calice di Zirpoli Irpinia Coda di Volpe Doc Azienda Agricola Fiorentino sarà perfetto per gustare una fetta della saporita e gustosa TORTA ROVESCIATA CON ZUCCHINE. 
Vino ottenuto da uve Coda di Volpe in purezza si presenta con un colore giallo paglierino brillante e riflessi dorati. 
Il profumo è gradevole con note fruttate di pera, floreali di fiori gialli e con piacevoli, tipici sentori minerali. 
Al gusto è un vino sapido, fresco di acidità, che si può gustare a tutto pasto con primi piatti, con minestre di verdure, con carni bianche e formaggi non molto stagionati.

Temperatura di servizio 8 - 10 gradi.
Buon lavoro e buon appetito. Neria Rondelli

giovedì 13 maggio 2021

"Semplicemente Chef " il primo contest di cucina dedicato ai ragazzi con sindrome Down




3 squadre, 24 giovani chef ed operatori di sala con disabilità e una sfida ai fornelli: ecco la ricetta di Semplicemente Chef, il primo contest di cucina dedicato a ragazzi con sindrome di Down o lieve disabilità con l'obiettivo di favorire la loro autonomia e l'integrazione sociale attraverso l'inserimento nel mondo del lavoro.

“Semplicemente Chef” è il progetto ideato e organizzato dall’Associazione Onlus La Bottega dei Semplici Pensieri che prevede un corso di formazione in cucina per ragazzi diversamente abili e, a seguire, una competizione gastronomica tra squadre. Giunto alla sua terza edizione, è stato quest’anno finanziato dalla Regione Campania con risorse statali del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. Obiettivo del progetto, che coniuga formazione e gioco con un grande impatto motivazionale sui partecipanti, è favorire competenze, formazione professionale e inclusione lavorativa nonché sociale: i ragazzi, formati ed autonomi, sono preparati per essere inseriti con professionalità all'interno di flussi di lavoro già organizzati.
Dopo un periodo di preparazione e formazione attualmente in corso, le squadre si affronteranno in una vera e propria gara culinaria durante la quale saranno premiati i concorrenti che avranno preparato il Miglior antipasto, il Miglior primo piatto, il Miglior dolce e si saranno distinti nel Miglior servizio di sala.
La giuria di questa terza edizione è costituita da Gennaro Esposito Chef de La Torre del Saracino, 2 stelle Michelin; Licia Granello, food editor per “La Repubblica” e docente di comunicazioni e culture enogastronomiche presso l’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli; Anna Contardi, Coordinatrice nazionale dell'Associazione Italiana Persone Down; e i ragazzi della factory Casa Surace in qualità di sostenitori dei valori del progetto ed esperti delle pratiche di condivisione del buon cibo.
Le squadre in gara quest’anno sono tre: scenderanno in campo 8 ragazzi de “La Bottega dei Semplici Pensieri”, altrettanti studenti dell’Istituto Statale di Istruzione Superiore "Vittorio Veneto" e, per la prima volta, parteciperà al progetto anche l’Associazione Onlus "Si può Dare di più". L'evento, che vedrà i ragazzi sfidarsi tra cucina, impiattamento e servizio in sala, si svolgerà nelle prossime settimane (restrizioni Covid permettendo) negli spazi dell'Accademia Medeaterranea di Napoli, sede accreditata della Regione Campania di Sire Academy, presso la Mostra d’Oltremare.
Partner commerciali e tecnici della gara saranno Pasta Garofalo, che destinerà una fornitura di pasta a ciascuna squadra e la storica azienda Aeternum, che fornirà pentole e padelle per la competizione. Risultati ottenuti grazie alla collaborazione con la Wstaff, agenzia di comunicazione napoletana, di ausilio al progetto fin dalla sua prima edizione.
Ogni squadra viene seguita, sia nella fase di formazione che durante la gara, da esperti e professionisti del settore. I vincitori saranno premiati con tirocini retribuiti presso aziende della ristorazione e, più in generale, del settore del food&beverage,che hanno sposato il progetto e si sono rese disponibili all’inclusione.
Al momento le aziende che hanno già deciso di attivare gli stage sono: il premium bar e ristorante Archivio Storico; Lazzarelle Bistrot, gestito dalle detenute del carcere di Pozzuoli nella Galleria Principe di Napoli; Casa Infante, da sempre sostenitore delle attività de La Bottega dei Semplici Pensieri; l’Antica Fabbrica del cioccolato Gay-Odin e la Tenuta Melofioccolo, azienda agricola modello nel cuore di Posillipo a Napoli. Il network è ancora aperto ed è possibile candidarsi come azienda ospitante.  C. S.

mercoledì 12 maggio 2021

12 maggio Giornata mondiale della fibromialgia


Oggi 12 maggio è la giornata mondiale della Fibromialgia

In molte piazze d’Italia i palazzi si coloreranno di viola per attirare l’attenzione dell’opinione pubblica su questa malattia che colpisce oltre 2 milioni di italiani. 

La fibromialgia ancora oggi è una malattia misconosciuta, a volte sottovalutata e non compresa nonostante gli studi scientifici sono molto

E' una malattia dalle molteplici sfaccettature, perchè presenta una sintomatologia diversificata, ma soprattutto attualmente NON esiste una cura.

Oltre due milioni d'italiani soffrono di questa patologia.

Dal 2015 esiste l'AISF - Odv Associazione Italiana Sindrome Fibromialgica, la Onlus che assiste e indirizza i pazienti per indicare loro il percorso della diagnosi e del trattamento della sindrome, affiancandoli per sviluppare e realizzare programmi che consentano di migliorare la qualità della vita.

Inoltre si sta impegnando nella divulgazione per la conoscenza della malattia presso la comunità scientifica e gli enti pubblici e per ottenere dal Ministero della Salute il riconoscimento di questa sindrome affinchè le terapie farmacologiche siano disponibili tramite il Servizio Sanitario Nazionale.

Per conoscere in modo più approfondito questa patologia segnaliamo anche il sito della Pharmastar dove anche qui, come in quello dell' AISF è possibile  scaricare gratuitamente il pdf dell' istant book realizzato dall'Associazione su diagnosi e terapie.









E' possibile sostenere sostenere l'AISF  per aiutare la ricerca 

venerdì 7 maggio 2021

E' il momento dei ...QUADRETTI INTEGRALI con ASPARAGI & SPECK


La pasta con le verdure è sempre buonissima e se si cuociono insieme i due ingredienti il sapore sarà davvero speciale; una verdura di stagione, un semplice condimento per preparare in un attimo un primo piatto gustosissimo.


QUADRETTI INTEGRALI con ASPARAGI & SPECK



Ingredienti per 4 persone gr 250 di spaghetti integrali quadrati, 1 mazzo di asparagi, gr 50 di speck tagliato a cubetti, 1 piccolo cipollotto, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, 4 tuorli, 3 cucchiai di panna fresca, 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva, parmigiano grattugiato, sale, pepe


Pulire gli asparagi, eliminando la parte del gambo più duro, lavarli, tagliarli in 2 - 3 pezzi; se gli asparagi sono un po’ grossi tagliarli anche a metà. Portare ad ebollizione abbondante acqua salata, buttare la pasta e gli ultimi 5 minuti di cottura unire gli asparagi e lessarli insieme alla pasta. 


Nel frattempo preparare il condimento. Sbucciare il cipollotto, tritarlo e farlo appassire in una padella con l’olio poi aggiungere lo speck a cubetti. Sfumare con il vino e farlo evaporare a fiamma vivace. 
Mescolare in una ciotola i tuorli con la panna e un cucchiaio abbondante di parmigiano. 
Scolare la pasta con gli asparagi, trasferirla nella padella con il condimento e lasciarlo insaporire per qualche istante. Spegnere il fuoco, aggiungere la crema di tuorli, completare con una macinata di pepe, mescolare velocemente e servire i QUADRETTI INTEGRALI con ASPARAGI & SPECK con parmigiano a parte.






Un calice di Primo Frascati Superiore Docg Merumalia Societa' Agricola sarà perfetto per accompagnare questa gustosa pasta. 
Malvasia del Lazio, Greco, Bombino, Primo ha profumi intensi di mela e pesca, una equilibrata e persistente acidità ed la piacevole sapidità fanno di questo vino l’ideale compagno di tutti i piatti tipici della cucina romana. 
Temperatura di servizio 10 - 12 gradi.

Buon lavoro e buon appetito. Neria Rondelli